12.07.2022 - 18:47
Aggiornamento: 19:47

Lugano, 31enne rinviato a giudizio per traffico di farmaci

L’uomo dovrà rispondere anche delle accuse di aver commerciato una serie di sostanze psicoattive, smistate via posta, ai destinatari

lugano-31enne-rinviato-a-giudizio-per-traffico-di-farmaci
Ti-Press/Archivio
Alcuni flaconi di Ghb, droga usata anche dai giovani in discoteca

È accusato di aver commerciato e trafficato varie sostanze psicoattive, droghe e medicamenti un 31enne del Luganese, rinviato a giudizio per avere preso parte, tra il 2009 e il 2016, a un traffico illegale di farmaci. L’uomo comparirà di fronte alla Corte delle Assise criminali di Lugano, presieduta dal giudice Mauro Ermani (giudici a latere Monica Sartori-Lombardi e Aurelio Facchi) il prossimo giovedì 21 luglio. L’atto d’accusa preparato dalla procuratrice pubblica Pamela Pedretti prospetta nei confronti del 31enne le ipotesi di reato di infrazione aggravata (e semplice) alla Legge federale sugli stupefacenti e ripetuta pornografia.

Produceva Ghb ‘in casa’

Stando alla Rsi, l’uomo venne arrestato nel 2016 in seguito alle indagini su un traffico di medicamenti come il fentanyl, un oppiaceo sintetico molto più potente della morfina, che sul mercato nero viene usato al posto di eroina e cocaina. Come detto, in aula penale il 31enne dovrà rispondere anche del commercio di una serie di sostanze psicoattive, vendute su un sito gestito da un cittadino germanico, che arrivavano a casa sua e che lui provvedeva poi a smistare, per posta, ai destinatari finali. Un terzo filone, riferisce la Rsi, riguarda infine il Ghb, l’acido noto per la capacità di ridurre la forza di reazione delle persone. L’uomo è accusato di averlo prodotto ‘in casa’, detenuto e consumato assieme a conoscenti.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved