ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
2 ore

Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni

Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
4 ore

In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea

Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Luganese
5 ore

Troppe zanzare tigre, Magliaso corre ai ripari

Nel 2022 è stata registrata un’importante espansione. L’istituto di microbiologia ha suggerito al Comune ulteriori misure
Luganese
5 ore

Carnevale in arrivo nei quartieri di Lugano

Da Villa Luganese a Davesco-Soragno, nei prossimi giorni si festeggerà in vari luoghi
Mendrisiotto
5 ore

Un’esplosione di colore in mostra al Parco San Rocco

Nella sede di Morbio Inferiore verranno esposte le opere dell’artista Vera Segre
Ticino
5 ore

La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano

È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
6 ore

Al Nara c’è una fune da sostituire

Il Municipio chiede di concedere 240mila franchi per rimpiazzare, dopo 26 anni di servizio, il cavo portante-traente della seggiovia Leontica-Cancorì
Mendrisiotto
6 ore

Giornata mondiale contro il cancro infantile alla Filanda

Tre ore di incontri ed eventi sul tema, in programma il 15 febbraio al centro culturale di Mendrisio
Bellinzonese
6 ore

Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia

La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
Ticino
7 ore

‘Quel silenzio verso chi pedala’, Pro Velo sprona i candidati

L’associazione che difende i diritti dei ciclisti lamenta il fatto che nella campagna elettorale in corso sia assente il tema della mobilità lenta
Bellinzonese
7 ore

A Castione tre giorni di festa con il Carnevaa di Sciatt

55esima edizione da giovedì 16 a sabato 18 febbraio. Novità di quest’anno la cena offerta del sabato a base di polenta e formaggio o mortadella
01.07.2022 - 17:40
Aggiornamento: 18:27

Plan B Lugano, il governo: ‘Rischio ridotto di riciclaggio’

Rispondendo a un’interrogazione, il Consiglio di Stato smorza le preoccupazioni in virtù della natura locale delle transazioni in criptovalute

plan-b-lugano-il-governo-rischio-ridotto-di-riciclaggio
Ti-Press
Opportunità e incognite

Plan B a Lugano, il rischio di riciclaggio non sarebbe elevato. Sostiene questo, in estrema sintesi, il Consiglio di Stato (Cds) nella risposta all’interrogazione dello scorso marzo – primo firmatario: Marco Noi (Verdi) – che chiedeva lumi al governo sul sistema promosso dal Municipio che consente il pagamento di beni, servizi, tasse, imposte ed emolumenti di qualsiasi tipologia a livello cittadino.

‘Il Plan B si rivolge a persone identificate’

L’atto parlamentare chiedeva se un sistema "incentrato sulle criptovalute implementato nella terza piazza finanziaria svizzera, che ha già notevoli problemi a controllare fenomeni di criminalità organizzata, sia un’ulteriore porta aperta per fenomeni del genere". Per la risposta, il Cds si è basato a un rapporto della Finma, che ha indicato che "il rischio di riciclaggio di denaro e di finanziamento del terrorismo può accentuarsi in ragione di fattori quali l’anonimato potenzialmente maggiore, la rapidità delle transazioni e la loro natura transfrontaliera". Il Plan B tuttavia non rientrerebbe in questi canoni, dato che si rivolge a persone identificate o note al Comune, in larga parte contribuenti e persone iscritte nel Registro del controllo abitanti, per il tramite di un intermediario finanziario che rispetti le norme della Legge federale relativa alla lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. In questo contesto, "il rischio derivante dall’anonimato è radicalmente ridotti, così come lo è il rischio di riutilizzo del prodotto derivante da non conformità fiscali. La natura prettamente locale e domestica delle transazioni contribuisce inoltre a escludere ragionevolmente l’ipotesi di rischio accresciuto di riciclaggio connesso con la dimensione cross-border".

Il controllo? Del Consiglio comunale

Sempre rispondendo all’interrogazione, il governo fa sapere di non essere stato coinvolto dal Municipio di Lugano nel progetto Plan B, ma che questo sostanzialmente non è un problema in quanto vige il principio dell’autonomia comunale disciplinato dalla Legge organica comunale (Loc). Allo stesso modo è "prematuro" che il Cds si attivi: Noi e cofirmatari chiedono infatti se non sia contro la Loc "pubblicizzare in pompa magna un accordo di partenariato pubblico-privato senza dapprima aver ottenuto il benestare del legislativo comunale". "Spetta semmai al Consiglio comunale esercitare i controlli sull’attività municipale". Sulla stessa lunghezza d’onda la risposta inerente alla conformità alle raccomandazioni contenute nel rapporto 2018 dell’organismo interdipartimentale federale sui rischi nazionali riguardante i rischi legati al riciclaggio e al finanziamento al terrorismo attraverso le criptovalute. Anche in questo caso si cita il principio dell’autonomia locale e si ribadisce che sarebbe "prematuro per il Cds attivarsi per verifiche presso organismi federali, intervenendo in un processo di autonoma valutazione di un esecutivo comunale tutt’altro che concluso". Il compito è di vigilare che le norme di diritto superiore siano ossequiate è, nuovamente, nelle mani del legislativo.

Appoggi Supsi e Usi

Infine, la risposta governativa chiarisce quali sarebbero stati gli appoggi accademici del Municipio di Lugano per il progetto. Da un lato la Supsi, che offre percorsi di formazione di base e continua ed "è attiva nella ricerca applicata con attività e progetti che toccano diversi ambiti dell’informatica e dell’intelligenza artificiale, fra cui l’ambito della tecnologia Blockchain e delle relative applicazioni". Dall’altra parte l’Usi che, pur sottolineando che non vi sia un accordo formale relativo al Plan B, conferma incontri fra Protettorato per l’innovazione e le relazioni aziendali, i rappresentanti del Municipio e i promotori del progetto, per identificare percorsi di formazione utili a formare specialisti.

Leggi anche:

Lugano apre al bitcoin, ‘saremo capitale delle criptovalute’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved