l-alpinista-morto-in-val-formazza-e-luigi-gianini
Luigi Gianini
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
37 min

Alla scoperta del materiale tecnico del soccorso alpino

La stazione di soccorso di Bellinzona sostiene la campagna Montagne Sicure e propone una giornata di divertimento e sensibilizzazione a Curzútt
Bellinzonese
46 min

Concerto di musica classica tra la Surselva e la Valle di Blenio

Domenica 21 agosto in programma due esibizioni: la mattina a Disentis e nel tardo pomeriggio a Leontica
Mendrisiotto
50 min

Feste di San Lorenzo in Valle di Muggio: premi della lotteria

Sono ancora da riscuotere due vincite, ottenute durante l’ultima edizione dei festeggiamenti svoltasi con successo pochi giorni fa
Mendrisiotto
1 ora

Torna la Festa del Mulino di Bruzella

Il tradizionale appuntamento di fine estate si svolgerà domenica 28 agosto. Tra l’altro, possibilità di acquistare prodotti macinati tradizionalmente
Grigioni
3 ore

Teatro e musica all’aperto a Soazza

Sabato 27 agosto alle 16 (ritrovo ai piedi della scalinata della Chiesa di San Martino) andrà in scena lo spettacolo ‘Anime e sassi’
Luganese
3 ore

Cantiere stradale in arrivo a Figino

Lunedì 22 agosto partono le opere di pavimentazione fonoassorbente, che dal 29 agosto e al 1° ottobre saranno parzialmente effettuate di notte
Bellinzonese
3 ore

Monte Carasso, tradizionale festa del gruppo Amici San Bernardo

Appuntamento per domenica 21 agosto con messa e pranzo
Bellinzonese
3 ore

Bellinzona, imparare a massaggiare le mani con Pro Senectute

Appuntamento per giovedì 25 agosto dalle 14.30 alle 16.30 al centro diurno Turrita. Dimostrazione a cura della riflessologa Chantal Bonny
Grigioni
3 ore

Musica e arte si incontrano al Castello di Mesocco

Sabato 27 agosto si terrà la prima edizione del Maat Festival che coinvolgerà una serie di deejay. In programma anche installazioni, proiezioni e dipinti
12.06.2022 - 19:52
Aggiornamento: 17.06.2022 - 15:04

L’alpinista morto in Val Formazza è Luigi Gianini

Apprezzato psicologo e psicoterapeuta luganese, con la passione della montagna, aveva 64 anni

Era partito venerdì per una lunga escursione in montagna. Meteo clemente e tanta voglia di scalare per raggiungere tre cime in una zona a cavallo tra la Svizzera e l’Italia. Ma Luigi Gianini, 64 anni, psicologo e psicoterapeuta del Luganese, è precipitato ed ha perso la vita al confine tra l’Ossola e il Ticino. Dopo lunghe ricerche è stato ritrovato questa mattina, attorno alle 9, sotto la cresta del Pizzo Cavergno, in alta Valle Formazza (Italia). Dell’uomo non si avevano notizie da sabato.

Stando alle informazioni fornite dai soccorritori, l’uomo è deceduto dopo un volo di alcune decine di metri nella zona del Basodino. Appassionato di alpinismo e di escursioni in quota, Gianini era partito da solo venerdì da Riale (Formazza), dove aveva lasciato l’auto. Il suo obiettivo era conquistare il Kastelhorn, il pizzo Cavergno e il Basodino.

Sabato mattina aveva mandato un selfie da una cresta. Poi più nulla. L’allarme è stato lanciato sabato nel tardo pomeriggio dai famigliari, in apprensione per il fatto che non avevano più informazioni e non riuscivano a raggiungerlo sul cellulare. Prima le ricerche in notturna da parte della Rega, poi quelle aeree tramite il Servizio regionale di elisoccorso, con il tecnico del Soccorso alpino e speleologico piemontese a bordo. Ed è proprio questo team ad aver individuato il corpo senza vita lungo la cresta del Pizzo Cavergno.

Il medico dell’équipe non ha potuto far altro che constatare il decesso del 64enne e, con la collaborazione del Sagf, il corpo è stato recuperato e consegnato ai Carabinieri per le operazioni di Polizia giudiziaria.

Socievole ed estroverso, stimato dalla comunità

«È stato uno choc». Abbiamo raggiunto telefonicamente la moglie di Luigi Gianini nel terribile momento della perdita. Un lutto ancor più doloroso, considerando anche il fatto che il marito era un grande appassionato di montagna. «Era attivo nel gruppo degli Scoiattoli del Cas (Club Alpino Svizzero, ndr). Ha fatto tante scalate su vette di 3’000 e 4’000 metri. Conosceva molto bene la montagna. Anche stavolta ha fatto la scalata in solitaria. È proprio una disgrazia». Gianini e la moglie abitavano da ventitré anni a Dino. Lui era una persona stimata nella comunità, «era molto socievole ed estroverso e in generale attento agli aspetti più sociali delle questioni. Come formazione di base era assistente sociale e quindi era molto attento alle persone in difficoltà». Altre grandi passioni erano la musica e il canto. E poi, il lavoro: attivo da circa vent’anni come psicologo e psicoterapeuta, esercitava sia a Lugano sia a Bellinzona. «Era particolarmente interessato alla sofrologia, è stato fra i primi ad aver portato questa disciplina in Ticino». La data del funerale, ci spiega la moglie, non è ancora stata stabilita in quanto la salma si trova tuttora in Italia per gli accertamenti del caso. Oltre alla moglie, Gianini lascia un figlio di 18 anni. Alla famiglia, agli amici e ai conoscenti, giungano le più sentite condoglianze della nostra redazione.

Leggi anche:

Alpinista ticinese muore in Val Formazza

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
luganese luigi gianini val formazza
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved