ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
8 min

Anche Tesserete ha la ‘sua’ Oktoberfest

Pronti a varare la prima edizione della manifestazione all’insegna del buon cibo e della buona birra
Luganese
36 min

A Tesserete si torna allo s-cambio

Proposto un Mercatino dove barattare abiti, zaini, giochi e materiale scolastico. Nel segno della lotta allo spreco
Locarnese
55 min

Troppi supermercati e troppo traffico in quel di Losone?

Attraverso un’interpellanza Mario Tramèr (il Centro) chiede al Municipio se e come potrebbe il Comune limitare l’insediamento di nuove attività simili
Ticino
2 ore

Caccia alta, sei persone denunciate per gravi infrazioni

Il Dipartimento del Territorio rende noti i dati sulla stagione appena conclusa. Abbattuti più cervi rispetto al 2021, meno cinghiali e camosci
Luganese
3 ore

Direttore arrestato: ‘Si crei uno sportello per genitori’

Per la Conferenza cantonale dei genitori è importante che si riduca il rischio di situazioni simili. Contrastanti, intanto, le reazioni dei genitori.
Ticino
6 ore

Crisi energetica e telelavoro, Ocst: ‘Vigili sì, preoccupati no’

Dal sindacato cristiano sociale un webinar informativo. Isabella: ‘Non c’è giurisprudenza, partenariato importante’. Alari: ’Le spese preoccupano’
Ticino
6 ore

Sicurezza e prevenzione: gli occhi e le orecchie del Gpn

Gestione della minaccia: ruolo e missione del gruppo di specialisti della Polizia cantonale. Al quale il governo vuole ora dare una chiara base legale
Locarnese
11 ore

Comprarsi mezza Locarno con un lancio di dadi, da oggi si può

Dopo le edizioni dedicate a Lugano e al Ticino, arriva sul mercato anche la versione incentrata sulla Città sul Verbano del gioco da tavolo Monopoly
Luganese
12 ore

I martedì creativi del Centro diurno Talete

Origami e pasta da modellare nei pomeriggi organizzati alla struttura di Pro Senectute a Lamone
Luganese
12 ore

Va in scena ‘Avventura e Sicurezza’. Più di un’esercitazione

A Lugano gli enti di soccorso del cantone si presentano alla popolazione. Sarà possibile cimentarsi con le diverse attività
Luganese
13 ore

Lugano: in arrivo Expo Ticinotour, grande fiera vintage

L’evento è in programma sabato 1° ottobre al Padiglione Conza: oltre 120 espositori, food-truck, bar, sala giochi, veicoli d’epoca e molto altro
Luganese
13 ore

Crisi energetica, a Lugano piscine e palestre più fredde

Il Municipio ha deciso di implementare alcune misure volte al risparmio di elettricità e gas. Alcune di queste sono comportamentali.
laR
 
22.11.2021 - 05:30

Più che un mortale Squid Game, un gioco del calamaro

Successo di pubblico all’evento che ha portato in Ticino la serie televisiva sudcoreana che ha sbancato i botteghini di Netflix

piu-che-un-mortale-squid-game-un-gioco-del-calamaro
È l’ora della prima prova...

C’è il sapore del mistero nella sala che accoglie i 150 partecipanti dello Squid Game in salsa ticinese fra palloncini neri, luce soffusa e un motivetto che si ripresenterà nella testa di tutti almeno per la successiva settimana. Un successo mondiale, quello della serie televisiva sudcoreana, che l’eco di Netflix ha lanciato nell’Olimpo delle più viste da sempre.

E se il nome, “il gioco del calamaro”, pare essere un innocuo passatempo per ‘teen’, i nove episodi narrano, invece, la storia di un gruppo di persone che pur di vincere oltre 45 miliardi di won (35 milioni di franchi), rischiano la vita in un mortale gioco di sopravvivenza. Tutti, uomini o donne, giovani o anziani, ricchi o poveri, nessuno escluso.

Alla Sala Aragonite di Manno in palio c’erano ‘solo’ mille franchi, ma la voglia di vincerli è stata lo stesso tanta, peraltro con la ‘leggerezza’ di non ritrovarsi, se perdenti, in un cimitero, ma semplicemente con un palloncino rosso scoppiato (incarnazione della propria vita) e un applauso di consolazione. Francesco Laganara, il presentatore dell’intensa giornata tenutasi sabato, è stato un ottimo padrone di casa. Brillante, divertente, con la giusta severità: “Tu fuori! Hai perso!”. Lo abbiamo incrociato nella pausa pranzo: «Dirigere i giochi è una grandissima responsabilità. C’è l’orgoglio di essere stati i primi a portarli in Ticino, ma soprattutto la soddisfazione di essere riusciti a portare qualcosa di nuovo di cui tutti parlano, anche chi non l’ha visto. Siamo riusciti a unire tante persone e di tutte le età, con il dispiacere di aver dovuto dire no a tanti altri, avendo avuto moltissime richieste in più. Il bello di questo evento è anche lo stare insieme, divertendosi. Ho visto anche signori e signore di mezza età, non solo ragazzi e bambini. Una manifestazione dove vedo la gente stare volentieri, anche se eliminati».

Certo, come naturale, un facsimile del programma originale. A Manno è stata chiaramente eliminata la parte più violenta. Di questo ne abbiamo parlato con Jaspreet Singh Pabla, di Prosper che con ‘laRegione’, Ticino Tour, Pizza Doc, Ef e Golden Water hanno promosso l’evento: «Le tante sfide sono state riadattate e il feedback è stato molto buono, tutti si sono divertiti. È stato un esperimento, una prima prova ed è andata bene, anche perché è da un mese e mezzo che ci stavamo lavorando. I biglietti d’entrata, infatti, sono stati aggiudicati una parte, a sorteggio, tramite la pagina Instagram, gli altri biglietti sono stati invece seminati un po’ in tutto il cantone, una sorta di caccia al tesoro. Oggi è solo l’apice. Devo ammettere che ci aspettavano un target più giovane, una fascia d’età più bassa, invece siamo rimasti sorpresi e ciò ci ha fatto piacere. Questo dimostra che sempre più spesso i fenomeni televisivi vengono condivisi all’interno dell’intera famiglia. Anche se, non bisogna dimenticarlo, Squid Game è una serie non propriamente indicata per i bambini. Purtroppo, evidentemente, molti genitori permettono comunque la visione... La violenza? Alla fine delle puntate, la morale ci porta a un’immagine della società modera, alla corsa al denaro, al mettere il proprio beneficio davanti a quello degli altri, a dare importanza all’individuo prima della collettività. Qui, in effetti, il vincitore è solo uno. E chi aiuta un altro partecipante può anche ritrovarsi il favore non ripagato... Uno specchio, triste ma reale, del mondo di oggi. È questo non può che farci riflettere, tutti».

Perché hai partecipato abbiamo chiesto a un gruppo di persone? Chi per vincere la somma in palio, chi per curiosità, chi per divertirsi. Eppure ogni volta, avvenuta l’eliminazione, erano più quelli dispiaciuti che quelli con il sorriso del “l’importante è partecipare”. Perché anche qui alla fine, scortato dalle guardie (i bravissimi componenti del gruppo Parkour della Chaotic Family) c’è stato solo un vincitore: Vincenzo Vona Spartano.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved