BOS Bruins
1
Detroit Red Wings
2
fine
(0-0 : 0-1 : 1-1)
NJ Devils
2
SJ Sharks
5
fine
(0-1 : 0-3 : 2-1)
MIN Wild
5
ARI Coyotes
2
fine
(1-1 : 3-0 : 1-1)
NAS Predators
6
COB Jackets
0
fine
(3-0 : 2-0 : 1-0)
STL Blues
4
TB Lightning
3
fine
(0-3 : 2-0 : 1-0 : 0-0 : 1-0)
DAL Stars
3
CAR Hurricanes
0
3. tempo
(1-0 : 1-0 : 1-0)
finanze-lugano-vede-sempre-piu-rosso
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
8 ore

A Manno è Mercatino di Natale benefico

Bancarelle, giochi e golosità nel nucleo del paese per l’intera giornata del prossimo 8 dicembre
Ticino
9 ore

‘BancaStato mantenga la propria struttura finanziaria’

Luce verde della commissione parlamentare ai conti 2020. L’istituto ‘ha avuto un ruolo fondamentale nell’attuazione di misure decise da Berna’
Bellinzonese
9 ore

Torna in scena il Teatro Tan di Biasca

Lo spettacolo ‘Io sono Nijinsky’ di e con Daniele Bernardi è previsto sabato 4 dicembre alle 20
Bellinzonese
9 ore

Una mozione per una lingua facile a livello comunale

Lo propongono alcuni consiglieri comunali di Bellinzona dell’Unità di sinistra
Luganese
9 ore

Origlio, divieto di pattinaggio sul laghetto

Il Municipio e il Patriziato rinnovano il provvedimento. Non esistono alternative alla prassi seguita negli ultimi anni
Ticino
10 ore

Restrizioni anti-Covid: ‘Conseguenza prevedibile’

Il Consiglio di Stato si pronuncerà domani sulle proposte messe in consultazione dalla Confederazione. Altri Cantoni hanno già preso provvedimenti
Mendrisiotto
10 ore

Vincent Van Gogh in un libro a LaFilanda a Mendrisio

Incontro con Renato Giovannoli, autore de ‘I vortici di Van Gogh’, per interrogarsi sull’artista olandese
Bellinzonese
10 ore

Fiocco azzurro alla ‘Regione’ di Bellinzona

Lunedì sera è nato Enea, per la gioia dei genitori Francesca e Fabio
Bellinzonese
10 ore

San Nicolao a San Bernardino

Per l’occasione la pista di pattinaggio del Centro sportivo sarà aperta al pubblico
Bellinzonese
10 ore

Mercatino di Natale annullato a Sementina

Doveva tenersi giovedì 2 dicembre ma è stato annullato a causa della situazione di recrudescenza pandemica
Ticino
11 ore

Molestie al Dss, l’audit passerà dal voto in Gran Consiglio

La Sottocommissione della gestione suggerisce di conferire ‘il potere di imporre alle persone interpellate di collaborare’: serve un decreto legislativo
Locarnese
11 ore

Aurigeno, Brunoni e Mancini: scrittori a colloquio

Il Comune di Maggia ripropone gli incontri con gli scrittori locali che presenteranno le loro produzioni recenti
Luganese
11 ore

Preventivo 2022 a Lugano, la Gestione chiede il rinvio

Partita la richiesta agli Enti locali per prorogare l’esame del messaggio che verrà così votato l’anno prossimo, con alcune spese già effettuate
Mendrisiotto
11 ore

Corsa al Ccl in vista dell’introduzione del salario minimo

A poche ore dall’applicazione della legge un altro drappello di ditte ha seguito TiSin. Contratti firmati in zona Cesarini. I sindacati: ‘Inaccettabile’
Locarnese
11 ore

Locarno, un invito a illuminare la Città Vecchia

La Pro sollecita abitanti e commercianti. Obiettivo: creare un’atmosfera particolare in vista delle feste natalizie
Locarnese
11 ore

Losone, pomeriggio con tombola al Grotto Broggini

L’organizzazione è del gruppo mamme del comune, dopo il bingo ci sarà un momento conviviale con merenda
Locarnese
12 ore

Riazzino, mercatino natalizio e San Nicolao per i bimbi

Domani, mercoledì 1° dicembre, la festa dedicata al santo. Aperte le iscrizioni per il mercato nei sabati 11 e 18 dicembre
Locarnese
12 ore

Calicantus in concerto a Locarno

Nella chiesa di Sant’Eugenio verrà eseguito anche il brano ‘Somebody to love’ (l’anteprima è su YouTube)
Luganese
28.10.2021 - 16:400
Aggiornamento : 18:37

Finanze, Lugano vede sempre più rosso

Preventivo 2022: deficit d’esercizio di 24,2 milioni di franchi. Foletti: ‘Resto fiducioso ma faticheremmo a sopportare altri due anni di pandemia’

L’effetto negativo della pandemia si ripercuote sui conti pubblici della Città di Lugano. L’impatto era inevitabile. Tuttavia, Michele Foletti, sindaco di Lugano e titolare del Dicastero finanze è fiducioso. Il deficit d’esercizio indicato nel Preventivo 2022 di Lugano è di 24,2 milioni di franchi, importante ma sopportabile. Rispetto al Preventivo 2021, l’aumento è di 2,6 milioni. Foletti: «Non eravamo abituati a deficit d’esercizio ma sappiamo che questo disavanzo è principalmente dovuto alla pandemia ed è quindi un problema congiunturale». Alla luce di queste cifre negative, c’è qualche timore in vista dell’avvio del cantiere per il Polo sportivo e degli eventi (sempre che il progetto raccolga il sostegno della cittadinanza il prossimo 28 novembre)? «No, l’accordo di partenariato pubblico privato per il Pse ci permette di investire nelle infrastrutture e anche in altri settori al servizio del cittadino – rassicura il sindaco –. Altrimenti, con un finanziamento in proprio delle opere, in prospettiva, avremmo dovuto rinunciare a una serie di investimenti. Come è successo per la Casa per anziani di Pregassona, la cui costruzione è rimasta sospesa a causa dei soldi che ci volevano per il Lac».

La struttura economica resiste

Il sindaco spera che si possa presto tornare sui livelli del 2019. La struttura economica della Città ha peraltro resistito. «Alcuni settori hanno tratto benefici dall’emergenza sanitaria, così come la finanza che ha retto bene – ha sottolineato Foletti –. E questo è un buon auspicio visto che il 50% del gettito delle persone giuridiche di Lugano proviene dal settore finanziario. Siamo relativamente sereni, tanto che abbiamo indicato nel preventivo 2022 un aumento del gettito fiscale di 12 milioni: dopo aver fatto un’indagine, abbiamo capito che la situazione è migliorata rispetto alle ipotesi più nefaste. Ribadisco però che due anni di pandemia possiamo sopportarli, tre o quattro sarà più difficile». Il disavanzo d’esercizio è peraltro tin linea con le previsioni rosse che ha indicato nel suo documento il Consiglio di Stato. L’effetto della crisi economica si fa sentire anche in riva al Ceresio. «Per fortuna, la Città aveva messo via un po’ di fieno in cascina negli anni con l’aumento del capitale proprio, ora attestatosi a 116 milioni di franchi. Tra gli altri fattori che incideranno sui conti futuri, ci sono i costi per il personale, di quasi due milioni di franchi (al netto del personale dello scalo). Personale assunto e aumentato su richiesta del Consiglio comunale per aiutare le persone in disoccupazione e in assistenza». Tra gli altri dati significativi, c’è da segnalare la diminuzione dell’imposta alla fonte (dovuta al Covid, per via del lavoro ridotto). Aumenta tuttavia l’indebitamento dell’erario cittadino e di riflesso cala l’autofinanziamento, sceso a 15,5 milioni, percentualmente al 26,1%. Gli investimenti restano invece stabili sui 60 milioni di franchi, così come il tasso d’imposizione fiscale che rimane invariato al 77% anche se, matematicamente, il moltiplicatore d’imposta supera l’80%. »Riteniamo che il contesto sia tuttora favorevole», ha messo in evidenza il sindaco.

Verso il calo dell’8,1% dei ricavi

L’anno scorso, nella presentazione del preventivo 2021, era stata sottolineata l’importanza del controllo dei costi, soprattutto nel periodo in cui c’è una contrazione del gettito. Questo rimane un obiettivo della Città che per il documento finanziario 2022 ha indicato alcuni cambiamenti organizzativi interni all’Amministrazione cittadina. Tra questi, figura l’apertura, nel 2022, dell’Accademia dei pompieri professionisti di lingua italiana. L’autorizzazione federale alla formazione dei pompieri permetterà ai corpi pompieri della Svizzera Italiana di svolgere la loro formazione in Ticino, evitando i maggiori costi legati all’iscrizione dei corsi a Ginevra o Zurigo, senza impatto sul disavanzo della Città. C’è poi la gestione transitoria dell’aeroporto. Gestione che non dovrebbe peraltro generare disavanzi significativi, anche se, nel preventivo 2021 era stata considerata per soli sei mesi. Tutto sommato, l’incremento dei costi si fissa a 7,8 milioni di franchi, mentre è più sensibile il calo dei ricavi, pari a 8,1 milioni (- 4,13%), un calo riconducibile principalmente a, come detto, una riduzione delle aspettative d’incasso delle imposte alla fonte (-2 milioni) e al dividendo di 5,8 milioni versato nel 2021 da Ail Sa. L’incremento del gettito è invece reso possibile dalla minore incidenza negativa della pandemia, rispetto a quanto atteso, sui gettiti fiscali 2020 e seguenti. Può pertanto rimanere elevato il livello degli investimenti lordi, che per il preventivo 2022 fissa in 80,9 milioni e in 60,8 milioni d’investimenti netti. In totale, gli investimenti per il quadriennio 2022-2025 ammontano a 338, 4 milioni lordi (248,9 netti). La pianificazione degli investimenti per il prossimo quadriennio è impegnativa, ha rilevato Foletti, ma in linea con le necessità relative al mantenimento del patrimonio stradale, edile e strutturale della Città. Non secondari sono anche gli impegni derivanti dalla partecipazione a investimenti cantonali o consortili che, nella media, si fissano in circa 11/12 milioni d’investimenti netti all’anno.

Preoccupa invece il sindaco l’impennata di spesa generata dai contributi dovuti al Cantone. In quali settori? Per il finanziamento del trasporto pubblico (con diminuzione degli introiti per le aziende a causa dell’uso ridotto dell’utenza per timore del Covid), delle case per anziani e per i maggiori contributi al fondo di contributo di livellamento. Difficile che a consuntivo giungano sopravveniente fiscali importanti: grossi patrimoni da far emergere non ce ne sono più. «Chiaro che se questo trend continuasse anche nei prossimi anni, dovremmo pensare a una manovra di rientro». Per ora, però non se ne parla, ha detto il sindaco annunciando che dovrebbe invece chiudersi meglio il consuntivo 2021, rispetto a quanto indicato nel preventivo e nell’aggiornamento, grazie alle previsioni economiche del Pil che sono state stimate al rialzo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved