lugano-tiziano-galeazzi-entra-a-palazzo-civico
Tiziano Galeazzi nel Patio di Palazzo Civico ha accettato di entrare nel Municipio di Lugano (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
13 min

Apparecchio elettronico in fiamme, fumo in casa a Cassarate

È accaduto in uno stabile in via Arcioni a Cassarate. Nessuna conseguenza per le persone presenti
Bellinzonese
43 min

Michele Tamagni da 40 anni anima della Cantoria di Giubiasco

Tanta passione e tenacia hanno fatto dell’attività del maestro un’esperienza coinvolgente per tutti coloro che hanno cantato nel coro
Grigioni
43 min

Wef, Più sicurezza a ‘impatto zero’ sulle finanze federali

Il cambio di stagione del Forum economico di Davos comporta nuove mansioni in fatto di sorveglianza. Ma senza ulteriori aggravi
Mendrisiotto
1 ora

A Mezzana una giornata per le scuole dedicata alla biodiversità

Tra le classi premiate anche la 4A delle Elementari di Chiasso e la 5D di Minusio. Il progetto è stato lanciato lo scorso 9 ottobre
Ticino
1 ora

Dal Cantone un occhio di riguardo alle api

Come salvaguardale? In occasione della loro Giornata mondiale ecco una serie di consigli pratici per la loro tutela
Locarnese
1 ora

The Moving Factory, due titoli per una doppia proposta a Teatro

La scuola di danza il 28 e 29 maggio a Locarno con un balletto in atto unico e uno spettacolo con Musical, ballo contemporaneo e Hip Hop
Luganese
2 ore

Tesserete, i primi 15 anni della Bottega del Mondo

Per sottolineare l’anniversario, dal 30 maggio al 4 giugno ci sarà uno sconto del 10 per cento su tutto l’assortimento
Luganese
2 ore

Festa dell’Ascensione al convento del Bigorio

Dopo due anni di pausa forzata, l’evento verrà riproposto giovedì 26 maggio
Luganese
2 ore

Ripartenza vincente per l’associazione degli ex studenti Supsi

Oltre 100 partecipanti all’evento promosso dal nuovo comitato SupsiAlumni. I relatori hanno condiviso pratiche sul tema della sostenibilità
Locarnese
2 ore

Tutti i Talenti a Tenero. Obiettivo: allenarsi al benessere

Dal 22 al 27 maggio oltre mezzo migliaio di giovani speranze di 29 quadri nazionali sono al Centro sportivo per il campo organizzato da Swiss Olympic
Ticino
2 ore

Sempre pazienti negli ospedali. Uno solo in terapia intensiva

Coronavirus, per la prima volta dell’anno in Ticino i ricoveri tornano sotto le 50 unità. In calo anche i contagi: 76 nelle ultime 24 ore
Grigioni
3 ore

Scontro fra treni nella Vereina: fu negligenza

All’origine dell’incidente tra il convoglio navetta e uno passeggeri l’inosservanza di un segnale d’arresto
Grigioni
3 ore

Il lupo uccide 9 pecore a Cama: ‘Recinzione inadeguata’

La scoperta ieri a Ogreda dove cinque anni fa l’esemplare M75 aveva fatto razzie. Il guardacaccia: ‘Con la rete elettrificata niente più attacchi’
Bellinzonese
5 ore

Diploma d’onore a quattro agenti della Polizia cantonale

Sono stati premiati dalla Fondazione Carnegie per i salvatori di vite umane per aver impedito che un conducente in contromano provocasse un incidente
Mendrisiotto
7 ore

‘Dopo 25 anni in carcere soffro di sindrome di prigionizzazione’

Si racconta l’uomo che la scorsa estate sequestrò un passante a Chiasso. ‘Ho scritto un libro. Vorrei aiutare i giovani a evitare certi errori’
Luganese
7 ore

Demografia, città allo specchio: San Gallo batte Lugano

Se a Lugano ci sono i primi segnali di un’inversione di tendenza, la ‘capitale’ del Nord-Est cresce da un lustro dopo decenni di crisi. Ecco perché.
Bellinzonese
7 ore

Stazione di Biasca, passi avanti per il nodo di interscambio

Dopo il governo anche il Municipio ha licenziato il messaggio con la richiesta del credito. Gli interventi andranno a beneficio di logistica e sicurezza
Mendrisiotto
14 ore

Valle Muggio, progetti in 4 punti: dai formaggini al ‘macello’

Creati i gruppi di lavoro all’assemblea dell’associazione per i prodotti Muggio e Val Mara. La bozza già accettata dall’Ufficio federale agricoltura
Ticino
14 ore

Blättler: nella lotta alla mafia dobbiamo fare di più

Il nuovo procuratore generale della Confederazione: il fenomeno esiste, ora dobbiamo trasformare gli elementi che raccogliamo in atti di accusa
30.08.2021 - 16:56
Aggiornamento : 18:31

Lugano, Tiziano Galeazzi entra a Palazzo Civico

Il nuovo municipale prende il posto del compianto sindaco Marco Borradori per una prima storica: l'Udc conquista un seggio nell'esecutivo

Accompagnato dalle due deputate in Gran Consiglio Lara Filippini, Roberta Soldati, dalla vicina di banco in Consiglio comunale Raide Bassi e da Marco Vigilante, uno dei due vicepresidenti della sezione Udc di Lugano, Tiziano Galeazzi ha consegnato nel primo pomeriggio di oggi alla Cancelleria comunale la conferma di aver accettato il subingresso in Municipio, al posto di Marco Borradori, recentemente scomparso. Si tratta di una prima per l'Udc che finora non aveva mai occupato un seggio nell'esecutivo cittadino. Non è invece la prima volta per Tiziano Galeazzi in un Municipio: dal 2008 al 2012 venne infatti eletto nell'esecutivo di Monteggio, poi si trasferì a Lugano e nel 2013 conquistò un posto in Consiglio comunale. Il suo ingresso a Palazzo Civico conferma la tendenza alla crescita dei democentristi in città: l'Udc dai due consiglieri comunale eletti nel 2013, alle recenti elezioni di aprile ha ottenuto cinque seggi. I primi due subentranti di Galeazzi nel legislativo comunale sono Siro Mazzucchelli e Zahra Rusconi.

'Borradori è stato mio amico per 27 anni'

Con quale spirito entra a far parte del Municipio di Lugano? «Ci ho pensato parecchio in questi giorni durante i quali ho ricevuto il sostegno della cittadinanza – risponde Galeazzi che non nasconde la propria emozione –. Ho accettato il ruolo di municipale per dare il mio contributo alla Città. Mi sento onorato di sostituire il compianto sindaco di Lugano Marco Borradori che è stato mio amico per 27 anni, nel rispetto delle cittadine e dei cittadini di Lugano e con profonda gratitudine nei confronti delle mie elettrici e dei miei elettori che hanno avuto fiducia in me». In vista del rimpasto previsto nella seduta di giovedì prossimo, quale dicastero vorrebbe dirigere? «Non ho alcuna pretesa, decideremo assieme ai miei colleghi». C'è chi sostiene che, con il suo ingresso a Palazzo Civico, il Municipio si sposti a destra e gli ambienti culturali, a microfoni spenti, esprimono una certa preoccupazione... «Ma credo che prima devo entrare in Municipio, poi cominciare a lavorare e in seguito mi si potrà giudicare – commenta l'esponente Udc –. Appartengo all'area Lega-Udc, potrei collocarmi al centro fra i due leghisti: Michele Foletti che oggi ha confermato l'intenzione di fare il sindaco e Lorenzo Quadri. Sarò forse l'ago della bilancia fra i due».

'Mobilità e autogestione, questioni da risolvere'

Tra le questioni di politica cittadina che stanno più a cuore a Galeazzi, spicca l'argomento legato alla carenza di posteggi e alla mobilità in centro e nelle sue adiacenze... «Quando entrerò in carica chiederò spiegazioni al titolare del dicastero (per ora Filippo Lombardi, ndr.) su come procede la pianificazione del centro città e del lungolago, poi vedrò di portare le idee che ho sempre sostenuto – annota Galeazzi –. In ogni caso sarà tutto il Municipio a proporre una decisione. Tengo parecchio alla mobilità». Il sindaco Marco Borradori si era espresso, a titolo personale, a favore della pedonalizzazione del lungolago, lei? «Non ho mai detto di non essere d'accordo – risponde il neomunicipale Udc –. Se si vuole pedonalizzare e creare nuove piste ciclabili, bisogna però risolvere il problema a monte, per gestire al meglio il traffico motorizzato. Farò presente ai colleghi le mie idee e quelle dell'Udc». Un altra questione irrisolta è quella relativa all'autogestione, dopo lo sgombero e l'abbattimento di uno stabile dell'ex Macello... «È un problema che bisognerà risolvere. L'Udc si è sempre espressa contro l'esperienza effettuata all'ex Macello. Vedremo. Alla mia mozione presentata in Gran Consiglio, il Consiglio di Stato ha risposto che la questione è di competenza della città, ma intendo portare avanti l'atto parlamentare in commissione e ritengo che il Gran Consiglio si debba esprimere su questo tema. Ora devo capire a che punto siamo: le trattative fra le parti paiono interrotte e prossimamente arriverà anche l'esito dell'inchiesta avviata dal Ministero pubblico», afferma Galeazzi. Mentre il progetto di Polo congressuale al Campo Marzio nord sta per maturare, si avvicina il giorno del referendum contro il Polo sportivo e degli eventi (Pse), lei non ha fatto mancare critiche al progetto... «L'Udc in Consiglio comunale si era espressa criticamente ma alla fine ha sostenuto il progetto, io resto perplesso, anche se sono favorevole».

Carriera politica cominciata nel Plr

Galeazzi non vuole rispondere in merito all'inchiesta penale italiana nella quale figura come indagato, né sull'eventualità di lasciare la poltrona di deputato in Gran Consiglio. «È prematuro dire qualcosa, dipenderà dagli impegni che sono chiamato ad assolvere a Palazzo Civico e nella mia professione per la quale dovrò ridurre la percentuale lavorativa. Non ho fretta di decidere», dice Galeazzi. In Gran Consiglio il gruppo Udc è pronto a sostenerlo. Vaccinato con doppia dose, patrizio di Monteggio, classe 1967, Galeazzi era già stato presente nel legislativo di Monteggio a soli 20 anni e divenne presidente della commissione della Gestione. Nell'esecutivo malcantonese entrò dal 2008 al 2012 quale rappresentante di una Lista civica. Ma la sua carriera politica cominciò nel Plr: «Avevo 16 anni quando sono entrato nei giovani liberali, poi sono stato presidente di circolo di Sessa a 21 anni e sono stato candidato Plr alle elezioni cantonali del 1999 nel circolo di Sessa». Come mai è passato nell'Udc? «Dal 1999 al 2006 non ho svolto attività politica, in seguito mi chiamò Paolo Clemente Wicht, mi convinse a entrare nell'Udc e partecipai alla creazione della sezione Udc del Malcantone. Ricordo con piacere le proteste e la lettera inviata al consigliere federale socialista Moritz Leuenberger con la quale chiedemmo di risolvere il problema del traffico nel basso Malcantone attraverso un tunnel unico. Il consigliere federale scese in Malcantone a constatare personalmente l'entità del problema, ma scaricò la 'Peppa tencia' al Cantone».

 

Leggi anche:

Marco Borradori è morto

Le ruspe hanno demolito il Molino

L'Udc: 'autogestione non per forza a Lugano'

Polo congressuale a Lugano, in agosto la decisione a Palazzo

Lugano e il futuro: ‘Lavorare per il bene dei cittadini’

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
lugano marco borradori municipio palazzo civico tiziano galeazzi udc
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved