Zurigo
1
Young Boys
0
fine
(0-0)
Lucerna
0
Basilea
1
1. tempo
(0-1)
Losanna
0
Servette
0
1. tempo
(0-0)
Milan
1
Sassuolo
3
2. tempo
(1-2)
Spezia
0
Bologna
0
2. tempo
(0-0)
Lakers
2
Ajoie
1
1. tempo
(2-1)
Zugo Academy
1
Sierre
0
1. tempo
(1-0)
Winterthur
0
La Chaux de Fonds
4
1. tempo
(0-4)
Olten
Ticino Rockets
17:30
 
Langenthal
Kloten
17:30
 
stand-di-tiro-di-bidogno-capriasca-perde-il-ricorso
La struttura situata nel bosco sotto Bidogno (Ti-Press/Archivio)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
14 min

Pse, le reazioni dei partiti: chi soddisfatto, chi veglierà

Dal Movimento per il socialismo al Partito popolare democratico, dal Partito socialista al Partito liberale radicale le reazioni dopo la vittoria del sì
Bellinzonese
29 min

Ente regionale sviluppo: in 10 anni sostenuti 250 progetti

Con un effetto leva di uno a tredici i 5,5 milioni elargiti sono andati a favore di investimenti per 74 milioni complessivi
Locarnese
37 min

Gordola, riapre la ‘curva Ghiggioli’

Migliorie in campo viario, il punto ai lavori del capodicastero Infrastrutture e corsi d’acqua Nicola Domenighetti
Bellinzonese
58 min

‘Un ente comunale’ per tutte le case anziani di Bellinzona

Lo chiede l’Mps con una mozione che suggerisce anche l’inclusione delle tre strutture private e dell’Assistenza e cure a domicilio
Luganese
1 ora

Mobilità scolastica, si punta sul credito-quadro

Il messaggio sarà ispirato da uno studio svolto presso le sedi scolastiche di Lugano
Ticino
1 ora

‘Il governo agisca subito contro la ripresa della pandemia’

Lo chiedono i deputati in Gran Consiglio dell’Mps che propongono la mascherina obbligatoria nelle scuole elementari e durante eventi pubblici
Luganese
1 ora

Rossi (No): ‘Intercettata la forte perplessità dei cittadini’

Colui che ha impersonificato con Fulvio Pelli il fronte contrario al Polo sportivo ed eventi di Lugano commenta la sconfitta del referedum
Ticino
1 ora

Ocst, Fabiola Gnesa presidente del comitato statali

L’ha eletta l’assemblea tenutasi lo scorso 24 novembre. Subentra all’uscente Enrico Pusterla
Luganese
07.07.2021 - 18:120
Aggiornamento : 18:43

Stand di tiro di Bidogno, Capriasca perde il ricorso

Il Tribunale federale dà ragione al Cantone e conferma l'assegnazione dei poligoni ai Comuni pubblicata dal Consiglio di Stato nel 2017

È inammissibile il ricorso presentato dal Comune di Capriasca contro la regolamentazione concernente il "Tiro militare fuori servizio: comprensori di tiro, attribuzioni delle Società di tiro a un poligono - Commissioni cantonali di tiro". Così ha sentenziato il Tribunale federale. Il ricorso del Comune era già stato bocciato dal Consiglio di Stato e dal Tribunale amministrativo federale. Intanto, nei giorni scorsi il Municipio ha inviato il diniego della licenza edilizia alla Società dei franchi tiratori che hanno richiesto di poter realizzare i paracolpi ed evitare così l'inquinamento del terreno. Ma torniamo al ricorso al Tribunale federale. Nella nuova contestazione, l'ente locale ha ribadito le censure sollevate nelle istanze precedenti: la tabella relativa all'assegnazione dei poligoni di tiro, in particolare quello di Bidogno, asserendo che quest'ultimo oltre a essere inutilizzabile, poiché vi era un divieto d'uso decretato dal Municipio, era insufficientemente attrezzato e carente dal profilo della sicurezza. Questo però non basta, come scrive il Tribunale federale nella sentenza: "Il Comune ricorrente, sebbene patrocinato da un avvocato, si è limitato a formulare delle conclusioni cassatorie, ignorando che il ricorso in materia di diritto pubblico ha di regola carattere riformatorio. Dalla motivazione del ricorso risulta tuttavia chiaro che esso si oppone all'utilizzazione della piazza di tiro di Bidogno quale poligono di tiro, di cui esso è il Comune di riferimento, nonché critica il fatto che maggiori obblighi finanziari verrebbero posti a suo carico".

Violazione dell'autonomia locale non motivata

I giudici di Losanna, scrivono che "il diritto di ricorso del Comune e degli altri enti di diritto pubblico è innanzitutto disciplinato dall'articolo 89 (cpv. 2 lett. c della Legge sul Tribunale federale), secondo cui essi sono legittimati a ricorrere se fanno valere la violazione di garanzie loro conferite dalla costituzione cantonale o da quella federale. Questa disposizione consente in particolare al Comune di fare valere la violazione della sua autonomia". Il Comune, però, non invoca "la violazione di simili garanzie che, alla stregua delle censure concernenti i diritti fondamentali del cittadino, sono peraltro soggette alle esigenze di motivazione accresciute. Nel ricorso non viene spiegato per quali ragioni la sentenza impugnata violerebbe l'autonomia dell'ente locale. In particolare, non precisa in che misura esso disporrebbe, nei campi disciplinati dalla regolamentazione contestata, di un margine di decisione e di apprezzamento che rientrerebbe nell'autonomia tutelabile".  

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved