sit-in-del-sindacato-ocst-alla-kerr-dental-di-bioggio
TI-PRESS/Samuel Golay
L'azione sindacale alla Kerr
ULTIME NOTIZIE Cantone
Grigioni
27 min

San Vittore: audit esterno e querele archiviate dalla Procura

Coira ha firmato due Decreti d’abbandono per la sindaca e un membro della Gestione denunciatisi a vicenda. Istituto analizzerà l’Amministrazione comunale
Mendrisiotto
1 ora

Eventi a Mendrisio, la Lista civica vuole la distinta

Il gruppo interroga la Città in nome della trasparenza. Alla lente società e contributi a fronte dell’ipotesi di tagliare mezzo milione
Ticino
1 ora

Il Conservatorio: ‘Formazione musicale, la politica ora agisca’

Nel Rapporto 2021 il direttore Brenner a 10 anni dal voto popolare ‘bacchetta’ per i ritardi. Medici: ‘Offriamo un’educazione di alta valenza formativa’
Mendrisiotto
2 ore

Uno scippo e poche rapine, ma più sfratti e atti giudiziari

La sicurezza tiene nella Regione I di Polizia nel Sud del Mendrisiotto. A mettere a dura prova i cittadini sono le difficoltà effetto della pandemia
Mendrisiotto
2 ore

Mendrisio, 45 consiglieri comunali bastano

Il gruppo Lega-Udc rilancia, per la terza volta, la mozione che chiede di abbattere il numero di membri del legislativo e delle commissioni
Ticino
2 ore

Capanne pronte ad accogliere gli escursionisti

L’offerta della Federazione alpinistica ticinese si è arricchita di altri ottanta posti letto
Ticino
2 ore

Il turismo rallenta, ma l’estate sarà ottima

Difficilmente si replicherà la stagione dello scorso anno, ma le prospettive restano positive per gli operatori del settore
Gallery
Bellinzonese
3 ore

Serravalle, in scena ‘Visioni di una battaglia in corso’

Il 26, 27 e 28 di maggio il Teatro Tan di Biasca ritornerà ad animare la fortezza bleniese con la pièce di Remo Binosi
Mendrisiotto
4 ore

Ospitava uno spacciatore e si faceva pagare in coca: condannato

Un 50enne del Mendrisiotto condannato per complicità all’infrazione aggravata alla Legge sugli stupefacenti. Come ‘affitto’ riceveva la sostanza.
Luganese
4 ore

Atti sessuali con fanciulli, ‘ora devo dirlo a mio marito’

Un 55enne è stato condannato per aver avuto rapporti con un 14enne, parente acquisito. ‘Doveva essere una figura di fiducia, ma si è rivelato l’opposto’
Locarnese
5 ore

Gambarogno, le autorità ricevono i neo 18enni (nel fortino)

Una ventina i giovani che hanno partecipato al tradizionale incontro
Luganese
5 ore

A Lugano va in scena il festival delle due ruote

Bike Emotions raddoppia con gare e attività varie sull’arco di quattro giorni a fine mese. Tra le novità, una pedalata in e-bike.
Luganese
5 ore

Vezia, il Municipio incontra i 18enni

Cerimonia con i neo-maggiorenni del paese ai quali il sindaco ha presentato il progetto “Laboratorio di Villaggio”
Locarnese
5 ore

Verzasca, incontro con Flavio Zappa a Castello Marcacci

Domani i luoghi dimenticati della valle al centro della conferenza dello storico, che parlerà anche del senso della memoria
25.03.2021 - 16:27
Aggiornamento : 18:32

Sit-in del sindacato Ocst alla Kerr Dental di Bioggio

L'azienda taglia 100 posti di lavoro. Giovanni Scolari: 'Nessun dialogo sul piano sociale'. Una dipendente: 'Ci lasciano a casa senza prospettive'

Una decina di bandiere arancioni del sindacato Ocst hanno sventolato per un'ora durante la pausa di pranzo, dalle 12 alle 13, davanti alla Kerr Dental di Bioggio, l'azienda che produce materiali dentali e che la scorsa estate ha annunciato di spostare la produzione all'estero e che a scaglioni si sta liberando dei suoi circa cento dipendenti, dopo aver dato loro la disdetta. L'azione sindacale giunge dopo mesi di silenzio da parte dei vertici dell'azienda sul piano sociale che - spiega il sindacalista Ocst Giovanni Scolari - «è stato deciso in modo univoco, senza coinvolgere né noi né i lavoratori». 

Una sola dipendente è uscita dall'azienda per riportare il disagio 

Solo a mezzogiorno inoltrato, dopo che l'azione sindacale sembrava andare deserta da parte dei lavoratori, come di fatto è stato, una sola dipendente, 30 anni, frontaliera come l'80% dell'intero personale, alla Kerr Dental dal 2016, è uscita dall'azienda e ha espresso il disagio sociale ed economico che gli impiegati stanno vivendo in questi mesi, mettendoci letteralmente la faccia, affrontando le telecamere delle televisioni presenti sul posto. «Ci stanno lasciando tutti a casa senza prospettive. Io dovrò lasciare a fine giugno. Lavoro qui da cinque anni. Prendo 2 mila 900 franchi al mese. Il piano sociale dell'azienda non prevede indennità per i figli, penso inoltre a tanti miei colleghi che hanno 40-50 anni e che faticheranno a trovare un'occupazione». Un'altra giovane operaia, lontana dalla manifestazione sindacale, tiene il telefonino incollato e la sigaretta tra le dita. «Non so niente. Io sono alla Kerr da sole due settimane e non so quanto tempo mi terranno» - spiega a laRegione, confermando come l'azienda, nonostante i licenziamenti già effettuati, assume personale attraverso agenzie interinali. 

L'azienda specializzata in apparecchiature destinate agli studi dentari, tra la fine dell'anno e l'inizio 2022 si trasferirà definitivamente dove si trovano già le sue aziende madri, insediandosi in Italia, a Scafati, vicino a Napoli, e a Jicin, nella Repubblica Ceca. Il sindacalista, Giovanni Scolari, evidenzia il motivo del Sit-in: «La ragione è la ristrutturazione annunciata lo scorso anno dalla Kerr Dental, con la scomparsa di tutti i posti di lavoro. Era stato chiesto un piano sociale, in effetti introdotto dall'azienda, però senza possibilità di contrattazione. "Questo è il piano sociale e così lo dovete accettare" è stata e rimane la loro posizione, senza prendere in considerazione una minima desiderata dei dipendenti. Nella cifra messa a disposizione dall'azienda non c'è stato dialogo, bensì una chiusura totale. Oltretutto non ci sono state date risposte a fronte di uscite già avvenute di dipendenti a dicembre e altre - una decina di lavoratori - che arriveranno adesso, in questi giorni, alla fine di marzo. La manifestazione dell'Ocst proposta oggi non rappresenta un'astensione dal lavoro, bensì una sensibilizzazione durante la pausa del pranzo di lavoro».

'Non stanno fallendo, bensì se ne andranno da Bioggio con le tasche piene di soldi'

Ma l'adesione dei lavoratori, salvo l'audacia di una dipendente, non c'è stata. Cosa farete ora? «Certo tenteremo di nuovo da domani di entrare in dialogo con i vertici della Kerr Dental - risponde Scolari - anche se naturalmente non sono così ottimista. Speravamo che i lavoratori partecipassero alla manifestazione». Certo, con in mano già la lettera di licenziamento confermato, che, a seconda di ogni lavoratore, avrà effetto esecutivo comunque nei prossimi mesi, appare difficile un coinvolgimento del personale, sprovvisto oltretutto - ciò che complica le trattative - di un contratto collettivo di lavoro. Ancora il rappresentante del sindacato Ocst: «La Kerr Dental sarà completamente dismessa da Bioggio e trasferita all'estero. Prova ne è che ci sono già impiegate persone che provengono dall'Italia e dalla Cechia che si stanno attivando in termini di formazione per quando saranno produttivi all'estero. Lo sconcerto è questo. Noi chiediamo di venirsi incontro sulle condizioni del piano sociale per riuscire a implementare condizioni accettabili, penso ad esempio al personale con un carico familiare, invece non c'è stata nessuna discussione. E il personale è stanco, patisce per questa presa di posizione dell'azienda». Il sindacalista esprime inoltre il proprio malcontento, perché la Kerr Dental, presente da vent'anni sul territorio ticinese se si considerano le precedenti due società dello stesso gruppo, «non stanno fallendo, al contrario, se ne andranno da Bioggio con le tasche piene di soldi».  

 

Leggi anche:

Nel 2021 la Kerr Dental dirà addio alla produzione a Bioggio

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
kerr dental lavoratori ocst piano sociale sindacato sit-in
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved