Young Boys
1
Servette
0
1. tempo
(1-0)
Napoli
0
Atalanta
1
1. tempo
(0-1)
Ajoie
1
Losanna
1
2. tempo
(1-0 : 0-1)
Ambrì
1
Zurigo
2
1. tempo
(1-2)
Langnau
0
Zugo
2
2. tempo
(0-1 : 0-1)
Lakers
2
Friborgo
3
2. tempo
(1-1 : 1-2)
Bienne
1
Ginevra
2
2. tempo
(1-1 : 0-1)
Berna
0
Lugano
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
FLO Panthers
2
STL Blues
2
2. tempo
(1-1 : 1-1)
scontri-a-lugano-a-giorni-il-rapporto-su-sgombero-molino
Maschere, mascherine e tanta tensione (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 ore

Melide: fiamme da una canna fumaria

L’incendio, scoppiato attorno alle 16.15 di sabato, ha coinvolto un’abitazione in via al Doyro
Luganese
6 ore

I Babbi Natale fanno rombare i motori

A Lugano si è svolta la tradizionale parata dei Santa Claus a bordo delle Harley Davidson
Locarnese
8 ore

Navigazione, ‘la Convenzione internazionale va disdetta’

Il consigliere nazionale Bruno Storni, e con lui tutta la deputazione ticinese, lo chiede con una mozione al Consiglio federale
Ticino
15 ore

‘Anche al Ticino serve una strategia climatica’

Lo chiede una mozione socialista, primo firmatario Ivo Durisch, che ricalca quanto fatto dai Grigioni e dal Cantone di Berna
Mendrisiotto
1 gior

Il moltiplicatore non si tocca, i balzelli causali sì

Per i cittadini di Mendrisio si annuncia un rincaro della tassa sul sacco (e non solo). Si monitorano i bisogni, che cambiano. L’analisi della Gestione
Ticino
1 gior

Altra ‘manif’ di protesta sabato a Bellinzona

Gli Amici della Costituzione sfilano contro gli inasprimenti decisi oggi dal Consiglio federale
Ticino
1 gior

Tassazione frontalieri, Roma dà luce verde alla ratifica

Il Consiglio dei ministri ha dato via libera all’esecuzione dell’accordo italo-svizzero. Un iter analogo è in corso a Berna
Bellinzonese
1 gior

Mercatino di Natale sulla piana di Ambrì

Appuntamento per mercoledì 8 dicembre sul piazzale esterno dello stadio multifunzionale
Luganese
1 gior

Lugano: tornano i corsi d’italiano per stranieri de ‘Il Centro’

Le lezioni dell’associazione, organizzate nell’ambito delle attività a favore dell’integrazione, si svolgeranno da febbraio a giugno 2022
Bellinzonese
1 gior

‘Music on Ice’ pronto a incantare i ticinesi

Lo spettacolo proporrà un viaggio nel tempo il 21 e 22 gennaio al Centro sportivo di Bellinzona
Luganese
1 gior

Tesserete: la Bottega del Mondo cambia orari sotto Natale

Durante il periodo festivo il negozio resterà aperto durante giorni e fasce orarie un po’ diversi dal solito
Luganese
1 gior

A Lugano l’acqua costerà il 20% in più. ‘Giù gli sprechi’

Un’interpellanza interpartitica chiede al Municipio di valutare l’introduzione di tasse progressive basate sul consumo domestico dell’oro blu
Luganese
08.03.2021 - 23:260

Scontri a Lugano: ‘A giorni il rapporto su sgombero Molino’

Il sindaco Marco Borradori e il vice Michele Bertini stigmatizzano la manifestazione non autorizzata avvenuta alla Stazione Ffs e le violenze derivate

«La polizia deve fare la polizia e questa è la linea che difendo con convinzione». A poche ore dalla manifestazione non autorizzata alla Stazione Ffs di Lugano sfociata in episodi di violenza fra manifestanti e polizia, il capodicastero Sicurezza di Lugano stigmatizza l'accaduto. «Non sono dei bei momenti per la comunità – premette Michele Bertini –. Certamente posso dire che questi episodi, che purtroppo capitano anche in altre realtà urbane della Svizzera, non devono capitare. Come Città siamo già stati chiari mesi fa: non tolleriamo manifestazioni non autorizzate, vandalismi, violenza gratuita e atti fuori da ogni logica di convivenza. Non facciamo i perbenisti: il diritto di manifestare pacificamente è tutta un'altra cosa. L'autorità ha delle responsabilità verso tutti i cittadini che si comportano bene e queste vanno espletate in ogni momento. Viviamo in uno stato di diritto, dove ci sono leggi di convivenza da rispettare e chi non lo fa deve essere pronto a incorrere in una sanzione».

I primi volantini venerdì scorsi

Stando a diversi testimoni e ai manifestanti stessi, la polizia avrebbe avuto la mano un po' pesante in alcuni casi. «Non ho ancora un rapporto fra le mani – precisa il vicesindaco –, ma i nervi non dovrebbero saltare. Tuttavia, dalle informazioni che abbiamo e anche dai video che girano sui social e che mi sembrano abbastanza eloquenti, mi pare evidente da chi sia partita la violenza e che la polizia ha soltanto cercato di fare il suo lavoro in un contesto difficile». Bertini puntualizza inoltre che «già venerdì scorso sono stati trovati dei volanti che annunciavano la manifestazione non autorizzata e quindi è stata pianificata una presenza di polizia adeguata». Ulteriori informazioni a tal proposito ci sono state fornite dal sindaco: «A un certo punto i manifestanti hanno deciso di bloccare i treni in transito sul binario 1 – spiega Marco Borradori –. Non vorrei passare da sceriffo, ma abbiamo l'obbligo di parità di trattamento: se qualcuno occupa i binari abbiamo l'obbligo di spostarlo». Durante la serata la tensione è salita alle stelle non solo fra manifestanti e agenti, ma anche fra i primi e alcuni passanti che invece hanno sostenuto la polizia. «Mi metto nei panni di tutte quelle persone che, in tempo di Covid e quindi con le relative difficoltà e limitazioni, si recano al lavoro al mattino e alla sera desiderano solo tornare a casa e invece si ritrovano questa situazione in stazione: arrabbiarsi è comprensibile» valuta il sindaco.

A giorni il rapporto sullo sgombero dell'ex Macello

E sebbene secondo le fonti municipali non tutti i partecipanti alla manifestazioni risulterebbero riconducibili al Centro sociale autogestito (Csoa) Il Molino, una parte dei giovani identificati lo sarebbero. «La convivenza con il Csoa è un problema, lo sappiamo – osserva Borradori –. È chiaro che quanto accaduto non migliora la loro situazione. Negli ultimi mesi non ci sono state provocazioni da parte dell'ente pubblico, invece questa manifestazione mi sembra un atto polemico e violento gratuito. Sono cose che non devono succedere. Mi riallaccio a quanto successo a fine ottobre, quando una giornalista (una nostra collega, ndr) era stata presa a testate. Un atto che sta a significare la mancanza di spirito democratico. Già allora il filo si era spezzato. Come Municipio avevamo commissionato un rapporto alla polizia riguardo a tutti gli scenari di un eventuale sgombero dell'ex Macello. Adesso questo rapporto è quasi pronto e ci verrà presentato a breve». 

Nell'attesa, Borradori e Bertini sottolineano che nei prossimi giorni la Città «terrà alta la guardia» per evitare che si manifestano vandalismo o «altri episodi che possano turbare l'ordine pubblico».

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved