Luganese
Lugano, affitti -30% per commerci in stabili della Città
La riduzione delle pigioni è valida per i mesi compresi fra giugno e dicembre, mentre per marzo, aprile e maggio è stato deciso di non riscuoterli
Il sindaco di Lugano Marco Borradori sui tagli agli affitti delle attività commerciali: 'Sarebbe bello se lo facessero anche i privati'. (Foto: Ti-Press)
16 luglio 2020
|

Ulteriori buone notizie per gli inquilini titolari di attività commerciali negli stabili di proprietà della Città di Lugano. ll Municipio di Lugano ha infatti deciso significative misure a loro sostegno per questo 2020, dal profilo immobiliare. Nello specifico, le pigioni di marzo, aprile e maggio non verranno riscosse – dopo che una prima sospensione era già stata stabilita in marzo –, mentre per quanto riguarda la seconda parte dell'anno gli affitti costeranno il 30% in meno.

Borradori: 'Sarebbe bello se anche i privati andassero in questa direzione'

«La pandemia ha dato una mazzata importante a determinate categorie – osserva il sindaco Marco Borradori –, è importante sostenerle nell'interesse comune a lungo termine. Come ente pubblico non possiamo imporre nulla, ma possiamo dare l'esempio di quel che secondo noi è giusto: sarebbe bello che anche i privati andassero in questa direzione».

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE