ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Atti sessuali con fanciulli, in carcere istruttore di yoga

L’uomo, sulla sessantina, lavorava in un centro del Luganese. Si trova in carcere da quest’estate su denuncia di almeno tre vittime
Luganese
1 ora

La Croce Rossa cerca persone che si dedichino agli anziani

La pandemia ha dimezzato la disponibilità di volontari e si fatica a trovare nuove leve. Pronta risposta, invece, per l’emergenza migranti dall’Ucraina.
Mendrisiotto
5 ore

Da Sciaffusa a Castel San Pietro per la Masseria di Vigino

Una coppia d’Oltralpe ha dichiarato il suo interesse per l’antico complesso rurale. Effettuato un sopralluogo con l’Ufficio dei beni culturali
Bellinzonese
6 ore

Tragedia in montagna, monitori indagati per omicidio colposo

Inchiesta sui due 14enni varesini morti sopra Ghirone: gli accompagnatori respingono le accuse riguardo alla scelta del sentiero impervio non ufficiale
Bellinzonese
10 ore

Incendio nel grottino di un’abitazione a Gnosca

Fortunatamente nessuna persona è rimasta ferita. Sul posto sono giunti polizia e pompieri, per spegnere le fiamme
Ticino
13 ore

Nicola Klainguti nuovo capo della Sezione sviluppo territoriale

Lo ha nominato il Consiglio di Stato. Il Laureato in scienze della terra al Politecnico federale di Zurigo entrerà in carica il 1. gennaio
Ticino
14 ore

Responsabilità sociale, da Comuni e imprese c’è interesse

Oltre 200 persone hanno seguito una giornata su questo tema organizzata dai consiglieri di Stato Christian Vitta e Norman Gobbi
Ticino
14 ore

‘Il Servizio violenza domestica della Cantonale va potenziato’

Tamara Merlo e Maura Nembrini Mossi: ‘250mila franchi in più per raddoppiare le unità’. Più Donne propone un emendamento al Preventivo 2023
Ticino
15 ore

Previdenza, ‘scendiamo in piazza contro la tattica del salame’

‘E perché la fetta è ampia ma la torta inconsistente’. La Rete a difesa delle pensioni lancia la seconda mobilitazione per opporsi ‘ai tagli alle rendite’
Bellinzonese
15 ore

A Bellinzona terza serata di dialogo tra musulmani e cristiani

Sabato 10 dicembre al Centro Spazio Aperto confronto sulla fraternità tra Ismaele e Isacco e le rispettive discendenze
Ticino
15 ore

Parte il treno rossoverde, ‘sui livelli giochi politici’

Partito socialista e Verdi lanciano la campagna elettorale. Noi: ‘Saremo la novità’. Riget: ‘Il Mendrisiotto incarna le emergenze da affrontare’
Bellinzonese
15 ore

A Giubiasco e Bodio mercatini benefici pro associazione Alessia

Ecco gli orari e i giorni di apertura
Bellinzonese
15 ore

Panettonata a Pollegio con l’Atte Blenio-Riviera

Martedì 13 dicembre
Mendrisiotto
16 ore

Chiasso, Gestione favorevole al progetto per l’Ufficio tecnico

La maggior parte della commissione invita il Consiglio comunale ad approvare il credito di 5,2 milioni di franchi
04.06.2020 - 17:38

Lugano, i parcheggi all'ex Pestalozzi? 'Tali e quali'

Angelo Jelmini, a titolo personale, si esprime sul rinvio della variante di Pr StazLu2. Il numero di posti auto deve essere giustificato o salta la ratifica cantonale.

lugano-i-parcheggi-all-ex-pestalozzi-tali-e-quali
Il posteggio ex Pestalozzi accanto alla stazione Ffs (Ti-Press)

«Personalmente, sono orientato a riproporre al Consiglio comunale lo stesso messaggio con qualche considerazione aggiuntiva. Mi leggerò bene il verbale della seduta di mercoledì e cercheremo di capire le motivazioni dietro alle indicazioni emerse incontrando alcuni membri del legislativo e valuteremo come si potranno eventualmente prendere in considerazione». Angelo Jelmini, titolare del Dicastero dello sviluppo territoriale di Lugano reagisce così al rinvio al Municipio della variante di Piano regolatore StazLu2. Un rinvio a sorpresa. La maggioranza è scaturita, per almeno tre ragioni diverse e ben distinte, da uno schieramento trasversale e variegato composto dal gruppo Lega dei ticinesi (un astenuto), da quello dell'Udc, da una parte del Plr (tre voti e un astenuto), dai Verdi e da tre membri dell'area di sinistra. Ora ci sarà la pubblicazione della risoluzione del Consiglio comunale, bisognerà attendere la crescita in giudicato, dopodiché il Municipio dovrà decidere come procedere. Però non si potrà sottoporre al cantone una variante che indica un fabbisogno di posti auto troppo elevato rispetto agli studi fin qui eseguiti.

Il ribaltone frutto di un'alleanza variegata

Visto che si tratta formalmente di un rinvio, prosegue Jelmini, «occorre riesaminare il messaggio alla luce delle considerazioni emerse, diverse l'una dall'altra. Un fronte si è concentrato sul numero di posteggi all'ex Pestalozzi ritenendolo troppo basso, poi c'è chi ha criticato la scomparsa dei giardinetti presso il sottopasso della stazione mentre altri hanno puntato il dito contro le volumetrie ritenute eccessive degli stabili ammessi dal Pr». Come rimediare? «Sono convinto che abbiamo fatto bene i compiti richiesti dalla Consiglio comunale nel febbraio del 2019 di rivalutare la questione posteggi facendo allestire un altro studio allargato su tutto il comprensorio (per il quartiere di Besso e del centro) che ha stabilito il fabbisogno - osserva il municipale -. Ci torneremo sopra anche se la decisione del Consiglio comunale è frutto di un approccio poco serio. Sappiamo infatti che quando si pone un vincolo a piano regolatore bisogna giustificarlo. E la giustificazione è un presupposto indispensabile per consentire al Cantone di ratificare la variante di Pr». E la Città coinvolgerà probabilmente anche le Ffs, visto che viene rimessa in discussione pure l'area a sud della stazione.

Le conseguenze? 'Ritardi che frenano la variante'

Quali sono le conseguenze del voto di mercoledì sera? «Sicuramente ci sarà un ritardo, c'era molta attesa di tutti i partner pubblici e privati - risponde il titolare del Dicastero dello sviluppo territoriale di Lugano -. Speriamo che la variante non resti bloccata per troppo tempo». Bisognerà inoltre tener conto che ogni stabile che verrà costruito in base al Pr nuovo dovrà soddisfare il proprio fabbisogno di parcheggi privati. Ricapitolando fra qualche mese il messaggio tornerà in Consiglio comunale con lo stesso numero di parcheggi, oppure con aggiustamenti su alcuni aspetti e magari informazioni supplementari per convincere il legiislativo. Il municipale esclude invece conseguenze sull'altro messaggio pianificatorio che riguarda il comparto votato mercoledì: «Sono due messaggi coordinati ma tecnicamente non interdipendenti. Il Comune di Massagno ha già fatto la sua parte e, salvo ricorsi, la procedura per il Trima (Piano regolatore intercomunale Campus universitario/Parco e Trincea ferroviaria) può continuare autonomamente».

E si pianifica anche la piazza Molino nuovo 

In Consiglio comunale, giunge un altro messaggio pianificatorio che riguarda piazza Molino Nuovo con un credito di 325'000 franchi per il mandato di studi paralleli per la riqualifica urbanistica del comparto e la successiva modifica del Piano regolatore. La procedura consentirà di identificare un nuovo concetto urbanistico per la riqualifica dell'area, disciplinata dal Pr particolareggiato del 1991. L’area oggetto di riqualifica è quella centrale, racchiusa tra via Trevano e la chiesa della Madonnetta, che comprende Piazza Molino Nuovo e gli isolati fino a via Zurigo. L’esecutivo ha identificato alcuni orientamenti urbanistici per la riqualifica, come l’importanza di garantire la presenza del verde e dell’elemento acqua - anche nell’ottica di evitare isole di calore - oltre alla creazione di spazi di aggregazione. Il 15 giugno partirà una nuova fase di cantiere presso la pensilina, che prevede la riqualifica stradale e il riordino delle sottostrutture di via Pretorio e via Magatti. La durata dei lavori sarà di circa un anno. Il progetto prevede il completamento delle infrastrutture nella Contrada di Verla, lungo via Pretorio e via Magatti. L’opera rappresenta un passo importante di riqualifica dello spazio pubblico e della valorizzazione della mobilità lenta, con benefici sociali, economici e turistici per la cittadinanza e i visitatori.

Leggi anche:

Lugano, da rifare i conti sui posteggi all'ex Pestalozzi

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved