Locarnese
Losone, firme contro il traffico parassitario
Gli abitanti della Caraa Servetta, oggetto di lavori di riqualifica e abbellimento, si lamentano per il viavai di auto che causa rischi e disturbo
(Losone.ch)
13 Settembre 2022
|

Firmata da 59 abitanti una petizione per chiedere al Municipio di Losone di limitare la circolazione ai soli residenti o dimoranti (e a coloro tenuti ad accedere per motivate esigenze di lavoro oltre, naturalmente, a tutti i mezzi adibiti a soccorso pubblico) in Caraa Servetta, impedendo così al traffico parassitario di attraversarla. Un passo necessario – a detta dei promotori – per evitare problemi di sicurezza e garantire una migliore qualità di vita nel comparto.

Le firme sono state consegnate al Municipio nelle scorse settimane e si spera servano a convincere l’autorità della necessità d’intervenire al più presto. "Questa via, o meglio Caraa, è situata nel nucleo di S. Lorenzo, zona molto tranquilla ma purtroppo sempre meno tranquilla – spiega Riccardo Mondini, primo firmatario –. Da ormai quasi tre mesi il Municipio ha deciso di realizzare degli apprezzati lavori di miglioria sulla strada rifacendo le canalizzazioni, le condotte dell’acqua potabile, dell’elettricità e via dicendo. È pure prevista la pavimentazione in ciottoli al posto di asfalto, ciò che apporterà il giusto valore estetico al nucleo. Opere significative, anche onerose, delle quali siamo tutti riconoscenti all’esecutivo".

Purtroppo, però, questi sforzi di abbellimento contrastano con il traffico parassitario che grava sulla via. "La strada è da molti anni vietata al traffico per coloro che non sono confinanti autorizzati come da segnaletica esposta all’inizio e alla fine della stessa. Purtroppo negli ultimi anni tale divieto viene regolarmente ignorato e violato da sempre più veicoli motorizzati, per cui ho pensato di lanciare una petizione". La soluzione ventilata, in pratica, sarebbe semplice e per nulla onerosa. Basterebbe procedere, nell’ambito dei lavori attualmente in corso, alla posa di un paletto (o altro) all’altezza dell’arco all’entrata della zona nucleo, al numero civico 36. "Un provvedimento – si legge nel testo – finalizzato all’effettiva chiusura a titolo risolutivo della strada al traffico non autorizzato, allo scopo di tutelare soprattutto gli abitanti del quartiere, fornendo adeguate condizioni di mobilità, una migliore qualità di vita e maggior protezione dagli incidenti".

Fausto Fornera, municipale e capodicastero Viabilità, conferma intanto che il Municipio ha ricevuto la petizione e già iniziato una prima valutazione. Verranno ovviamente approfonditi e presi in considerazione i molteplici aspetti della richiesta per poter rispondere, si spera in tempi assai brevi, ai cittadini firmatari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE