ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
2 ore

Lavori forestali, nelle selve degli appalti

Per decidere su un concorso nel Basso Distretto ci sono voluti due bandi e tre sentenze. E (forse) non è ancora finita
Ticino
2 ore

Cantonali ‘23, Marchesi: ’Mi candido per entrare in governo’

Il presidente Udc, in un‘intervista a ‘laRegione’, ufficializza la discesa in campo: ’In Consiglio di Stato meno famiglia Mulino Bianco e più dinamismo’
Luganese
8 ore

Lugano, Lalia non slega il legislativo

I prelievi dovuti per legge ottengono la maggioranza assoluta, malgrado il teatrino in salsa leghista, con Bignasca contro il suo sindaco
Locarnese
8 ore

Il Museo di Storia naturale è ancorato alla pianificazione

Approvata dal legislativo di Locarno la variante per l’insediamento della struttura nel complesso conventuale di Santa Caterina
Ticino
10 ore

Detenuti e misure terapeutiche, il parlamento accelera

Presto una mozione delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’. Durisch: ora il trattamento in carcere non funziona, urge un reparto di psichiatria forense
Bellinzonese
10 ore

In arrivo sei aule prefabbricate per i bambini della Gerretta

Bellinzona: accolta la clausola d’urgenza e bocciato l’emendamento che chiedeva di riattivare le vecchie scuole di Molinazzo e Daro
Bellinzonese
11 ore

Daro, ecco i soldi: parte la ricostruzione di via ai Ronchi

Il Cc ha votato l’anticipo di 2,45 milioni. La Città pretende il risarcimento dal proprietario del cantiere edile all’origine del crollo
Luganese
11 ore

AlpTransit verso sud, Lugano picchia i pugni contro Berna

Votata all’unanimità la risoluzione extra-Loc che critica il progetto di Berna di tagliare la Neat e chiede di proseguire il tracciato fino al confine
Bellinzonese
11 ore

Giubiasco, 14 anni dopo luce verde alla centrale a biogas

Il Cc di Bellinzona ha avallato l’operazione lanciata dall’Amb con la Sopracenerina per un impianto che costerà quasi 27 milioni
Mendrisiotto
12 ore

Clinica psichiatrica, alla sbarra un 18enne accusato di stupro

La vicenda si sarebbe consumata a Mendrisio tra due pazienti, entrambi sotto l’influsso dei medicamenti. Il processo è previsto per ottobre
11.05.2022 - 20:09
Aggiornamento: 21:27

Verzasca, il negozio ‘un progetto faro per la valle’

Il Municipio chiede un credito di 95mila franchi per la progettazione definitiva dello stabile commerciale a Brione

verzasca-il-negozio-un-progetto-faro-per-la-valle
Lo studio preliminare

Non chiamatelo solo negozio, perché è ben di più. Il Municipio del Comune di Verzasca ne è convinto e chiederà al Consiglio comunale, nel corso di una prossima seduta, un credito di 95mila franchi per la progettazione definitiva dello stabile, che sarà realizzato a Brione. Più avanti, una volta che i disegni (firmati dallo studio d’architettura Guidotti e Guidotti di Sementina) saranno pronti, arriverà sui tavoli del Legislativo anche l’investimento per la realizzazione, che ammonta a quasi due milioni e mezzo di franchi.

L’edificio sorgerà a Brione Verzasca, su un sedime che confina con la strada cantonale, il cimitero e una proprietà privata. Già definiti, in linea di massima, i contenuti. Al piano terreno ci sarà un negozio Coop, con 320 metri quadri per la vendita e 80 per uffici e magazzini. Il gigante della distribuzione ha già manifestato in più occasioni il proprio interesse a insediarsi in valle. Al primo piano sono invece previste sale sociali, amministrative e depositi: altri 130 metri quadri interrati fungeranno da locali accessori (anche per le attrezzature tecniche). Non mancheranno 11 posteggi per i clienti.

Va detto, come ricorda il sindaco Ivo Bordoli, che a Brione esiste attualmente il negozio della Cooperativa di Alta Valle: «Sarà conglobato in quello che prevediamo di realizzare e i posti di lavoro del personale saranno garantiti». Più in generale: «Per la valle si tratta di un progetto faro – aggiunge –. Un’operazione che infonderà nuovi "input", con la creazione di impieghi, servizi per la popolazione e indotto finanziario». Il sindaco ricorda che al momento dell’aggregazione, oltre agli 11 milioni di franchi per il risanamento finanziario e ai 2,4 milioni per la costruzione di una palestra al Centro scolastico di Brione V., il Gran Consiglio aveva concesso due milioni quale contributo per il sostegno finanziario a progetti di sviluppo socioeconomico e territoriale di valenza regionale. Parte di questa cifra potrebbe andare proprio per la nuova realizzazione.

Tempi di realizzazione

L’inizio della progettazione è previsto per il prossimo mese di luglio: la tabella di marcia (ideale) prevede la domanda di licenza edilizia in novembre; seguirà la richiesta del credito di costruzione e, a giugno 2023, la posa della prima pietra. La consegna dell’opera terminata è per l’estate del 2024.

"Siamo oltremodo convinti della bontà di questa iniziativa", scrive il Municipio nel testo che accompagna la richiesta del credito di progettazione. "Si avverte tra la popolazione il sentimento di avere un negozio, oltremodo importante quale servizio diretto ai residenti e non, ma anche quale punto d’incontro sociale e comunitario di scambio intergenerazionale".

L’Esecutivo non trascura neppure la questione dell’inserimento e dell’aspetto architettonico: "Il nuovo stabile è sicuramente valido e bene si integra nel contesto paesaggistico generale del comparto locale. In aggiunta, secondo il parere del nostro consulente tecnico esterno, architetto Armando Züllig, è utile sapere già a questo stadio che il progetto preliminare risulterebbe conforme al diritto edificatorio e pianificatorio".

Il mandato per l’elaborazione di un primo progetto di fattibilità era stato affidato allo studio Guidotti e Guidotti direttamente dalla società Coop, che si era pure fatta carico della spesa: un manovra che garantisce un risultato confacente alle necessità del futuro inquilino, non solo per quanto riguarda la metratura della superficie di vendita, ma anche per le necessità tecniche dell’attività commerciale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved