svelata-la-forma-della-futura-ala-sud-dell-ospedale-di-locarno
Il progetto dello studio di architettura di Firenze
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
53 min

Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti

I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
Ticino
3 ore

Premi cassa malati +10%, Dss: ‘Nel campo delle speculazioni’

La cifra dell’aumento indicata da uno studio di Accenture è ancora solo un’ipotesi, secondo Paolo Bianchi: ‘Indicazioni precise arriveranno prossimamente’
Luganese
3 ore

Tentato assassinio ad Agno: 49enne ha sparato a un 22enne

In pericolo di vita il giovane. È accaduto stamane in via Aeroporto. Arrestato l’autore. Gli inquirenti indagano sul movente.
Luganese
5 ore

Alla Biblioteca di Lugano, letteratura e colazione offerta

Domani doppio incontro sul tema del viaggio. Matinée sulla cronaca locale di prossimità
Luganese
5 ore

StraLugano, seconda edizione per il trofeo dedicato a Borradori

La 10 chilometri CityRun in programma il 10 settembre aggiudicherà il titolo speciale in memoria del sindaco scomparso un anno fa
Locarnese
6 ore

Muralto, prosegue la rassegna Jazz al lago

Giovedì 11 agosto alla Palma au Lac si esibisce il ‘Cool guitar trio’; musica dalle 19 alle 22
Bellinzonese
6 ore

PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona

La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
6 ore

L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’

Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Mendrisiotto
6 ore

Otr Mendrisiotto forma altri due selvicoltori

L’Organizzazione turistica regionale dà anche il benvenuto alle nuove leve. Ci sarà per la prima volta anche una donna
Bellinzonese
7 ore

La musica di montagna al lavatoio di Mascengo

Appuntamento giovedì 11 agosto col folclore ticinese e italiano
Luganese
7 ore

Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo

Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
8 ore

Ascona, Campionato ticinese di lancio del sasso

Uomini e donne in gara sabato prossimo, sulla pedana allestita presso l’autosilo comunale
laR
 
22.02.2022 - 05:15
Aggiornamento: 17:31

Svelata la forma della futura ala sud dell’Ospedale di Locarno

Ecco il progetto che ha vinto il concorso: oltre 3’400 metri quadrati di superficie utile lorda per un costo dai 15 ai 20 milioni di franchi

Crescerà ancora l‘ospedale regionale "La Carità" di Locarno. L’ala sud, che completerà il perimetro rettangolare della struttura, porterà la firma dell’Ipostudio architetti Srl di Firenze, vincitore del concorso internazionale indetto dall’Eoc. La giuria si è espressa e per mostrare al pubblico il risultato di questa fase progettuale è stata aperta un‘esposizione nel salone al primo piano del Palazzo dei Borghesi. Sarà visitabile fino al 4 marzo, dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 18, e sabato 26 febbraio dalle 14 alle 17.

Una delle sfide per i partecipanti al concorso era l’inserimento della nuova palazzina in un contesto pianificatorio complesso, nel cuore della città e a due passi dal nucleo storico e da diversi monumenti. Il futuro edificio rispetta le condizioni poste dal Piano regolatore, sia per quanto riguarda l’indice di sfruttamento, sia per la percentuale di occupazione del sedime, sia per le aree verdi. Ma anche in termini di altezza è inserito a dovere nella zona: infatti, con i suoi 15,6 metri, la quota massima sarà uguale a quella dello stabile scolastico del Dipartimento formazione e apprendimento della Supsi, al quale sarà "appoggiato".

Dialogo con le parti esistenti

"L’ospedale esistente si presenta come struttura da una forte connotazione architettonica, con la quale il progetto dell’ampliamento cerca di dialogare, reinterpretandone la serialità", indicano gli architetti toscani nella relazione che accompagna i disegni. La soluzione adottata vuole realizzare "una struttura all’avanguardia, caratterizzata dall’equilibrio tra tecnologie avanzate e comfort, tra efficienza del sistema funzionale e umanizzazione degli spazi". Il riferimento è alla continua ricerca dell’obiettivo di "una ‘qualità’ architettonica capace di attribuire un carattere ‘domestico’ agli ambienti destinati ai pazienti e ai loro parenti, al fine di annullare ogni percezione della struttura assistenziale come un luogo ostile".

L’edificio che si sfoglia come un libro

Una delle riflessioni degli architetti riguarda il concetto d’introspezione: quindi la garanzia di un livello di privacy adeguato al paziente viene abbinata alla necessità di portare luce negli ambienti interni. "Tale riflessione si esplicita nell’architettura dell’involucro edilizio, che si sfoglia come le pagine di un libro", con infissi perpendicolari al piano della facciata. I tagli orizzontali, invece, consentono di mantenere la visuale verso l’esterno e soprattutto verso la corte-giardino, che diventa così il fulcro anche del nuovo stabile. Il tutto proponendo, nel contempo, spazi interni modulabili.

La crescita del nosocomio

Accanto all’ala nord (ristrutturata nel ’93), all’ala ovest (l’ospedale nuovo) e all’ala est, si edificherà la nuova palazzina sopra l’attuale piazzale dei fornitori; l’edificio è denominato "ala sud". Quest’ala, con circa 3’400 metri quadrati di superficie utile lorda (da sommarsi ai 270 metri quadrati di uno stabile già esistente) avrà la funzione di rendere possibile una scissione dei percorsi di ricovero, di degenza e ambulatoriali. Infatti offrirà spazi dedicati all’attività specialistica ambulatoriale, sia nel campo medico sia in quello chirurgico. Spazi oggi inseriti nel resto della struttura del nosocomio locarnese. Ricordiamo che alla Carità nel corso degli anni si sono aggiunti studi medici specialistici, che hanno occupato locali dei reparti di cura. Essendo preziosi per l’attività dell’ospedale, questi studi medici verranno mantenuti, ma convogliati nel futuro stabile, dove si concentreranno le attività ambulatoriali e di cure diurne. La manovra permetterà di fare posto nelle altre sezioni alle cure in regime stazionario.

Obiettivo: inaugurazione entro tre-cinque anni

Ora che la giuria ha emesso il suo verdetto, la proposta dello studio d‘architettura fiorentino dovrà essere affinata, per giungere quindi alla progettazione definitiva di dettaglio. Inizierà quindi l’iter edilizio, con la domanda di costruzione, e quello relativo alle richieste di credito. L’obiettivo è quello di riuscire a inaugurare la nuova ala sud entro tre-cinque anni. L’investimento previsto si situa tra i quindici e i venti milioni di franchi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ala sud locarno ospedale
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved