nuova-ala-sud-dell-ospedale-la-carita-scelto-il-vincitore
21.02.2022 - 05:00

Nuova ala sud dell’Ospedale La Carità, scelto il vincitore

L’Eoc aveva lanciato un concorso di progettazione a tale scopo. Premiato È lo studio di architettura Ipostudio Architetti Srl di Firenze

È lo studio di architettura Ipostudio Architetti Srl di Firenze il vincitore del concorso internazionale indetto dall’Ente ospedaliero cantonale (Eoc) per la realizzazione della nuova ala sud dell’Ospedale La Carità di Locarno, che avrà in particolare nuovi spazi dedicati all’attività specialistica ambulatoriale. La giuria, presieduta dalla vicepresidente del Consiglio di amministrazione dell’Eoc, Valeria Canova Masina, è stata coordinata dall’architetto Claudio F. Pellegrini.

Le soluzioni contenute nel progetto vincitore, intitolato "Il cielo in una stanza", hanno convinto la giuria poiché rispettano al meglio gli obiettivi definiti dal committente, in particolare nel contesto del percorso intrapreso dall’Ospedale cittadino per adeguare la propria struttura in linea con gli sviluppi della medicina del futuro, portando il più possibile la specialità in prossimità, anche grazie a una sempre maggiore offerta specialistica ambulatoriale.

Il concorso di architettura ha posto una serie di sfide ai partecipanti, in primo luogo per la ricerca della migliore soluzione possibile nel contesto di un ospedale situato nel cuore della città. La giuria ha assegnato il secondo premio allo studio Remo Leuzinger Architetto Sagl di Lugano, il terzo premio allo studio Baumschlager Eberle Architekten Ag, di San Gallo e il quarto premio e menzione speciale (detto "acquisto") allo studio Baserga Mozzetti Architetti, di Muralto.

I progetti saranno esposti al pubblico nel Palazzo dei Borghesi a Locarno dal 21 febbraio al 4 marzo 2022, e sarà possibile visitare l’esposizione dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 18 e sabato 26 febbraio dalle 14 alle 17.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
architettura concorso eoc locarno nuova ala ospedale
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved