23.12.2021 - 15:37

Ciminiera ex Cartiera, ‘no’ (blindato) alla demolizione

Inevitabile diniego del Municipio alla domanda di Coop: c’è una variante di Pr che obbliga al mantenimento dell’elemento simbolico per il Comune

ciminiera-ex-cartiera-no-blindato-alla-demolizione
Una testimonianza storico-industriale da salvare

‘“Niet” del Municipio di Tenero-Contra alla domanda di demolizione della ciminiera ex Cartiera a Tenero da parte di Coop. La decisione è stata presa nonostante il preavviso favorevole del Cantone. Questo, spiega il sindaco Marco Radaelli alla “Regione”, poiché «esiste un vincolo pianificatorio che non permette al Municipio di decidere diversamente. In effetti la variante di Pr concernente l’ex Cartiera prevede l’obbligo di mantenimento della vecchia ciminiera quale elemento simbolico di grande importanza per il Comune di Tenero-Contra». Qualora il Municipio avesse rilasciato la licenza edilizia, prosegue Radaelli, «sarebbe andato in contrasto con quanto deciso dal Consiglio comunale. L’eventuale demolizione della ciminiera necessiterebbe quindi, anzitutto, dell’avallo da parte del legislativo».

Strettamente legato – almeno in teoria – alla permanenza della ciminiera sull’ampio sedime a nord del Centro Coop v’è il progetto di Velodromo Ticino promosso da Ticino Cycling, di cui si parla da tempo e per il quale rimarrebbe in lizza, oltre a Tenero (strafavorito),, anche Losone. A questo proposito il sindaco di Tenero-Contra ha poco da dire, nel senso che «il nostro Municipio non è stato formalmente coinvolto nel progetto». L’opera costerebbe circa 17 milioni di franchi, di cui 5 appena votati dal Consiglio nazionale nell’ambito della Concezione degli impianti sportivi di importanza nazionale. Oltre al ciclismo, vi troverebbero spazio l’atletica e probabilmente altre attività sportive (si parla ad esempio del tiro).

Rimanendo a Tenero e alla seduta di Consiglio comunale tenutasi il 20 dicembre, vanno rilevate le dimissioni dal legislativo di Carlo De Marchi, che mette così fine alla sua pluriennale carriera politica. De Marchi, che il Gruppo LUI (Lega-Udc-Indipendenti) ha voluto ringraziare per l’impegno profuso nella cosa pubblica, è stato sia municipale (1996-2000, 2000-2005, 2012-2016 e 2016-2021) sia consigliere comunale (1972-1976, 1992-1996, 2008-2012 e nel 2021).

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved