Seattle Kraken
2
NAS Predators
4
fine
(1-1 : 1-2 : 0-1)
VAN Canucks
2
EDM Oilers
3
fine
(0-0 : 2-0 : 0-2 : 0-1)
conciliabilita-lavoro-figli-tre-realta-territoriali-si-aiutano
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 ora

In mountain bike sul San Giorgio. Ma l’idea non piace a tutti

Da un anno il progetto è fermo. Tra la decina di opposizioni vi sono anche le censure di Pro Natura e della Stan
Luganese
1 ora

Melide entra nella videosorveglianza di Lugano

Sottoscritta una convenzione fra i due Comuni. L’accordo è provvisorio: l’adeguamento della base legale è in corso. Telecamere posate in primavera
Ticino
8 ore

Livelli e sperimentazione, domani il giorno del giudizio

Oggi in Gran Consiglio i gruppi hanno anticipato quanto andrà in scena con l’emendamento del governo: sarà tirata, con possibili sorprese
Luganese
9 ore

Parlamento dei giovani di Lugano, eppur qualcosa si muove

Inattivo dal 2017, giovedì quattro ‘aspiranti politici’ incontreranno la responsabile delle politiche giovanili: ‘Si sono proposti loro’
Bellinzonese
10 ore

A Castione idee alternative per la ciclopista intercantonale

Il co-fondatore dell’Amica, Fabrizio Falconi, nella propria opposizione suggerisce un tracciato più sicuro e l’inserimento di strutture per la popolazione
Luganese
10 ore

Bedano, Stella Maris in rete con la struttura di Mezzovico

Pronto il preventivo 2022 della casa per anziani consorziata. Piace la proposta di accogliere una ventina di utenti per i lavori in Al Vedeggio
Ticino
10 ore

‘La pianificazione ospedaliera non dipende dalla pandemia’

Il consigliere di Stato Raffaele De Rosa conferma il ruolino di marcia: entro la fine dell’estate arriverà il messaggio e per il 2023 i mandati
Ticino
11 ore

‘Carcere, nell’autunno 2023 l’apertura della sezione femminile’

Così Norman Gobbi in Gran Consiglio. Undici celle, di cui una per detenuta con bambino, per le donne in espiazione di pena o in esecuzione anticipata
Luganese
11 ore

Agno-Magliaso, nuotata popolare nella Festa nazionale

I due Comuni ripongono la traversata del golfo che diventa pure benefico con la collaborazione con Greenhope
Luganese
11 ore

Giovani indipendenti, ‘un contributo per tenerli a Lugano’

Il consigliere comunale leghista, Andrea Sanvido, propone in un’interrogazione versamenti di 2500 franchi una tantum
Ticino
11 ore

La lunga marcia dei senzapartito (soprattutto a destra)

Lo studio dell’Osservatorio della vita politica regionale riflette sul numero crescente di astenuti e schede senza intestazione
Mendrisiotto
11 ore

Custode cercasi per lo stand della Rovagina

Pubblicato un bando di concorso con l’obiettivo di assegnare l’incarico a partire da marzo
Mendrisiotto
12 ore

Luci sopra Meride e Tremona, ‘è il mio omaggio alle lucciole’

L’istallazione luminosa è opera dell’artista Lothar Drack e sarà visibile fino a fine febbraio. È stata realizzato con pannelli solari.
03.12.2021 - 17:410
Aggiornamento : 18:23

Conciliabilità lavoro-figli, tre realtà territoriali si aiutano

Nel Pedemonte il Municipio risponde a un’interrogazione del Ppd e rende noti i dati di un questionario sul tema. Scarsa la rispondenza

La conciliabilità tra famiglia e lavoro condiziona oggi più che mai la vita sociale. L’assenza, sul territorio, di servizi di cura per l’infanzia, l’impossibilità, non di rado, di ricorrere al part-time e di usare in modo flessibile l’orario di lavoro, si ripercuotono negativamente sul benessere dei genitori, costretti a rocambolesche imprese per incastrare tutti gli impegni della giornata. Per questo da anni le autorità si sforzano di attuare politiche di conciliazione lavoro-famiglia. Un tema, questo, che ha spinto il gruppo Ppd delle Terre di Pedemonte a presentare, al Municipio, la scorsa estate, un’interrogazione. Atto parlamentare che si rifà a un questionario inviato dal Municipio un anno prima, nell’estate 2020, ai genitori con figli tra gli 0 e i 15 anni, intitolato “Indagine sui bisogni delle famiglie con figli dai 0 ai 15 anni in cui i genitori lavorano - concilibilità tra tempo di cura e tempo di lavoro/formazione”. Secondo il gruppo Ppd, “si tratta di un’iniziativa lodevole, perché anche nelle Tre Terre sempre più giovani famiglie sono confrontate con le difficoltà di assicurare un’adeguata cura dei figli durante il tempo di lavoro”. Purtroppo, però, i risultati di questa indagine sono arrivati solo in queste settimane. Un ritardo che ha dunque spinto la formazione politica pipidina a chiedere spiegazioni all’Esecutivo. In particolare su quelli che sono ritenuti gli interventi più utili da attuare (refezione scolastica, orario scolastico continuato, dopo scuola, asilo nido ecc.).

Pochi i questionari rientrati, il problema non è dunque così presente?

Nella sua risposta, il Municipio, a mo’ di premessa richiama l’attenzione su quello che è un progetto allo studio da un po’ di tempo con i vicini delle Centovalli e dell’Onsernone, dove un’analoga indagine tra le famiglie è stata condotta. Come già riferito su questa testata, si stanno gettando le basi per creare un istituto scolastico unico che raggruppi i tre attuali, così da trovare soluzioni concordate al problema. Nel Pedemonte, purtroppo, la rispondenza al questionario è stata bassa (su 221 formulari solo 67 sono rientrati, vale a dire il 30%). Le famiglie che riscontrano difficoltà nel conciliare lavoro e tempo da dedicare alla cura dei figli sono 19 su 67, nemmeno il 30% quindi. Le maggiori criticità sollevate dalle coppie riguardano, in egual misura, gli orari incompatibili, l’offerta di servizi sul territorio limitata, la lontananza dal luogo di lavoro, la mancanza di posti in strutture apposite. A livello di servizi comunali offerti alle famiglie, dal sondaggio spiccano la refezione scolastica, il trasporto degli alunni, l’orario continuato (7-18), il dopo-scuola e pure l’attività durante le ferie.

Alla precisa domanda del Ppd su come il Municipio valuta la situazione nel comprensorio, l’Esecutivo fa sapere di aver chiesto informazioni pure alla direzione dell’Istituto scolastico. “L’esiguo numero di risposte pervenute da parte di mamme e papà lascia comunque intendere che quella della conciliabilità lavoro-famiglia sia una difficoltà poco presente”. D’intesa con Decs, ispettorato scolastico e Comuni vicini, l’Amministrazione pedemontana guarda comunque con fiducia all’Istituto unificato, dal quale nei prossimi anni potrebbero emergere soluzioni condivise per migliorare l’offerta di servizi alle famiglie.

Una risposta che non soddisfa affatto i firmatari pipidini

Non è assolutamente soddisfatto della risposta del Municipio il gruppo Ppd autore dell’interrogazione, il quale ritiene che ai problemi delle famiglie andassero riservati ben altro riguardo e attenzione, ancora di più nella delicata situazione derivante dalla pandemia Covid.

“Affermare che 19 segnalazioni di necessità su 67 formulari rientrati non meritano si affronti e approfondisca meglio il tema sembra un segno di scarsa sensibilità sociale: quella che viene tanto proclamata nelle campagne elettorali ma poi subito dimenticata nell’agire reale. Sostenere che le famiglie dovrebbero rivolgersi alla direzione delle scuole ci sembra pure un’affermazione poco accorta: non si tratta infatti dei problemi scolastici, ma di quelli sociali. Il nostro gruppo non si arrende qui e continuerà a promuovere i valori della famiglia e il sostegno di quelle meno abbienti”, concludono i firmatari.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved