centovalli-dai-sentieri-alla-zipline-il-turismo-passa-da-qui
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
5 min

Malvaglia, nuova pavimentazione della strada cantonale

Da lunedì 30 maggio a venerdì 16 settembre previste lievi perturbazioni alla circolazione nella tratta fra zona Orino e zona Brugaio
Bellinzonese
35 min

Acquarossa, grigliata della sezione Atte Blenio e Riviera

Domenica 12 giugno alle ore 12 al ristorante Rubino pranzo in compagnia; iscrizioni da effettuare entro il 4 giugno
Bellinzonese
51 min

Sementina, accademia di fine stagione della Sfg

Dopo due anni di assenza, sabato 28 maggio ritorna la manifestazione nella palestra del Centro Ciossetto
Ticino
1 ora

Nessun paziente Covid nei reparti di cure intense in Ticino

Non si registrano decessi da una settimana. Domani l’ultimo report quotidiano: i dati pandemici cantonali saranno successivamente diffusi ogni mercoledi
Locarnese
1 ora

Rivapiana Rivasana a Minusio, e l’ambiente ringrazia

Un’ottantina di partecipanti all’operazione di ripulitura organizzata dall’Agis in collaborazione con l’Istituto scolastico e il Comune
Bellinzonese
3 ore

Sarà abbattuto il cedro secolare della Chiesa evangelica

Bellinzona: una malattia ha compromesso la stabilità della pianta secolare divenuta negli anni simbolo per i fedeli. Il pastore: ‘Non facile convincerli’
Mendrisiotto
6 ore

I momò si preparano al Tour de Suisse e aspettano il ‘loro’ Gino

Nel Distretto è presente l’unico fans club di Gino Mäder. ‘Siamo nati per caso a Innsbruck’. E per il 16 giungo si pensa a una ‘Casa Gino’.
Gallery
Locarnese
6 ore

Tegna: quel tesoro verde da valorizzare

Il querceto nei pressi del campo sportivo, un unicum dal profilo naturalistico, è al centro di un progetto selvicolturale di recupero e sfruttamento
Luganese
6 ore

Polizia del Vedeggio: un terzo degli agenti sotto inchiesta

Aperta un’indagine amministrativa, coinvolto il vicecomandante, ora sospeso. Si parla di violazioni ai regolamenti di servizio.
Mendrisiotto
12 ore

Corsia per i Tir, ‘non si accettano compromessi’

Il Consiglio comunale di Novazzano mette nero su bianco la sua ‘ferma opposizione’ al progetto firmato dall’Ustra
Ticino
14 ore

Refezione scuola infanzia, facoltativa per alcuni allievi

La maggioranza commissionale con il rapporto di Ghisletta
Ticino
15 ore

Ermotti-Lepori: ‘Calcoli fuorvianti’. Filippini: ‘No, legittimi’

È polemica per il rapporto sull’iniziativa che chiede al Cantone un abbonamento Arcobaleno per i deputati che rinunciano al rimborso spese per trasferte
Ticino
15 ore

Preture di protezione, sì al voto preliminare dei cittadini

Riorganizzazione tutorie: la commissione parlamentare firma il rapporto stilato da Luca Pagani e Sabrina Aldi. Sei i correlatori
15.11.2021 - 16:36
Aggiornamento : 17:00

Centovalli: dai sentieri alla zipline, il turismo passa da qui

Un credito quadro per la cura dei sentieri di 150mila franchi; sull’attrattiva ‘adrenalinica’ Municipio concorde ma occorre pianificare il finanziamento

Assicurare la manutenzione della rete sentieristica esistente, che conta oggi 150 km, garantendone la fruibilità in tutta sicurezza e individuando, al contempo, iniziative per la valorizzazione dei principali cammini che attraversano il comprensorio, de sempre punto di riferimento per gli escursionisti. A tale scopo il Municipio di Centovalli si appresta a sottoporre al legislativo un credito quadro di 150mila franchi che andrà a coprire queste spese da qui al 2024. Della cura della rete ufficiale delle vie di montagna (nello specifico 107 km) come noto si occupa l’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli. La parte restante (come i collegamenti tra le frazioni), non ufficiale, è invece a carico del Comune (i Patriziati non dispongono infatti dei fondi necessari). Grazie alla buona collaborazione creatasi con i proprietari di cascinali, molto dell’impegnativo lavoro di pulizia e sfalcio è assunto dai privati, che costituiscono dunque una risorsa importante. A questi volontari l’ente pubblico versa comunque un rimborso per le spese sostenute. Sulla scorta di questa esperienza positiva che va avanti dal 2016, l’esecutivo ha ora ritenuto opportuno creare un credito quadro di 150mila franchi dal quale attingere, a tappe, per opere infrastrutturali necessarie e pianificate in un programma d’interventi generale. Naturalmente i progetti e la loro esecuzione vengono valutati con la Squadra sentieri dell’ente turistico e, se del caso, anche con la Protezione civile. Le commissioni Gestione ed Edilizia/Opere pubbliche saranno comunque chiamate a esaminare le singole proposte di ripristino, snellendo così le pratiche (niente più messaggi al Consiglio comunale) e accelerando i tempi d’esecuzione delle opere.

Preventivo 2022, leggero utile

Nel corso della prossima seduta di legislativo, sul tavolo dei consiglieri ci sarà anche il preventivo 2022 del Comune. Stime di spesa che, come per ogni altro Comune ticinese, sono ora allestite basandosi su un nuovo modello contabile; ciò che rende difficile un confronto con gli esercizi finanziari del passato, anche recente. Stando alle considerazioni formulate dall’autorità municipale, il 2022 dovrebbe portare a un graduale ritorno alla normalità dopo gli effetti nefasti della pandemia. Le risorse di Centovalli rimangono limitate, ma l’esecutivo punta su creatività e innovazione per poterle sfruttare al meglio, in modo da garantire l’erogazione di quei servizi alla cittadinanza oggi offerti. Le spese previste dal preventivo raggiungeranno i 5,75 milioni, compensati da introiti per 3,43 milioni di franchi e un fabbisogno d’imposta di 2,28 milioni. Se non vi saranno cambiamenti, il risultato d’esercizio complessivo, con un moltiplicatore al 95%, si attesterà sui 15mila franchi di utile. Buone indicazioni giungono dal gettito d’imposta, aumentato del 17,5% rispetto al 2017 (incremento dovuto al ricalcolo dello stesso degli anni precedenti per circa 300mila franchi). Per quel che riguarda le singole voci, si registra un leggero incremento delle spese per il personale e una contrazione di circa 30mila franchi del contributo di livellamento. Nel piano investimenti l’esecutivo ha inserito, tra le altre cose, l’aggiornamento del progetto di rinnovo della Casa comunale, l’ammodernamento dei parchi giochi, vari contributi al restauro delle chiese (Rasa, Palagnedra e Intragna), il nuovo posteggio Golino rifiuti come pure il rinnovo delle funivie. Al riguardo di quest’ultimo, il Consiglio comunale dovrà pronunciarsi sulla proposta di revoca del Contratto di prestazioni con l’Ente autonomo comunale Centovalli (EACe) per la gestione delle funivie di Verdasio-Rasa e Intragna-Pila-Costa. I due impianti citati sono infatti vetusti e l’EACe non intende farsene carico. Sarà dunque ancora il Comune ad assicurarne il funzionamento per ulteriori due anni. Si eviteranno così anche “pasticci” a livello di coordinamento e decisionale.

L’esecutivo ‘si lancia’ lungo la fune

Dagli impianti via fune alla zipline il passo è breve. Come qualcuno forse ricorderà, il consigliere comunale Matteo Pellanda (e cofirmatari) lo scorso mese di giugno ha inoltrato una mozione per chiedere di valutare la creazione di questa attrattiva turistica in valle. Mozione che l’esecutivo ha trasformato in messaggio municipale (con richiesta di credito di 15mila franchi per lo studio di fattibilità) per dar modo al legislativo di dire la sua. Pur condividendo i principi della mozione, il Municipio non nasconde qualche timore. Primo perché la zipline dovrà viaggiare di pari passo con la messa a disposizione dell’utenza delle nuove cabine (ciò che non è il caso al momento). Secondo, spaventa un tantino l’autorità anche il costo preventivato dell’opera, tra i 600 e i 900mila franchi. A detta dell’esecutivo sarà perciò opportuno allestire un piano di finanziamento esaustivo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
centovalli sentieri zipline
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved