velodromo-losone-dovrebbe-tornare-in-sella
Ti-Press
Lo spazio non manca
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
14 min

Galleria del San Gottardo chiusa causa incidente

Giornata particolarmente ‘calda’ sulla A2: oltre ai disagi sull’asse sud-nord nel Sottoceneri, anche a nord sono da mettere in conto problemi viari
Gallery
Luganese
1 ora

Incidente con feriti all’altezza di Collina d’Oro. A2 in tilt

Urto fra un’auto e un camioncino poco dopo la galleria. In direzione nord code fino a Mendrisio
Ticino
1 ora

Lettura, un problema per quasi un quindicenne su cinque

L’Associzaione leggere e scrivere: il nostro cantone supera comunque la media svizzera e si situa in quella dei paesi più performanti
Ticino
2 ore

Giornate da ‘bollino rosso’ in arrivo sulle strade ticinesi

Ascensione, Pentecoste e Corpus Domini porteranno con sé un considerevole aumento del traffico sulla rete viaria cantonale
Bellinzonese
3 ore

Giubiasco, Piazza Grande sarà presto zona d’incontro a 20 km/h

Il progetto è in pubblicazione al Dicastero territorio e mobilità a Sementina. Il 16 settembre prevista una festa di inaugurazione
Ticino
3 ore

Contagi, ospedalizzati e pazienti in cure intensive in calo

Buone nuove nelle ultime 24 ore sul fronte coronavirus in Ticino. Dove per il terzo giorno consecutivo non si registrano decessi
Luganese
3 ore

‘La massa critica per riportare i tifosi a Cornaredo c’è’

Con Roberto Badaracco, vicesindaco di Lugano, ripercorriamo le vicissitudini che hanno caratterizzato l’ultimo anno dell’Fc Lugano
Bellinzonese
4 ore

Il Social Truck cerca nuovi partner per aiutare ancora i giovani

Il servizio offerto ai ragazzi di Bellinzona necessita di nuovi fondi visto che a settembre finiranno i sussidi della Confederazione
Gallery
Locarnese
5 ore

Violento incendio in un appartamento in via San Jorio

Vasto dispiegamento di pompieri a Locarno: palazzina evacuata. Due persone intossicate e un ferito portati all’ospedale per le cure del caso
Locarnese
8 ore

‘Non rissa, ma aggressione. Dobbiamo dire basta tutti insieme’

Festa liceale interrotta, parla la vittima: ‘Quei violenti venivano da fuori. Cercavano solo un pretesto per attaccar briga. Le istituzioni reagiscano’
Ticino
8 ore

Un Arcobaleno per ogni deputato? ‘Il santo non vale la candela’

L’iniziativa di Ermotti-Lepori e Berardi (Ppd) per favorire l’uso del trasporto pubblico non convince a Commissione parlamentare ‘Costituzione e leggi’
Ticino
8 ore

‘Chi propone la polizia unica non conosce la realtà ticinese’

Felice Dafond, Associazione dei comuni: non ci sono motivi per rivedere l’organizzazione attuale, le polcom garantiscono la sicurezza di prossimità
Grigioni
16 ore

San Vittore: audit esterno e querele archiviate dalla Procura

Coira ha firmato due Decreti d’abbandono per la sindaca e un membro della Gestione denunciatisi a vicenda. Istituto analizzerà l’Amministrazione comunale
Mendrisiotto
17 ore

Eventi a Mendrisio, la Lista civica vuole la distinta

Il gruppo interroga la Città in nome della trasparenza. Alla lente società e contributi a fronte dell’ipotesi di tagliare mezzo milione
Ticino
17 ore

Il Conservatorio: ‘Formazione musicale, la politica ora agisca’

Nel Rapporto 2021 il direttore Brenner a 10 anni dal voto popolare ‘bacchetta’ per i ritardi. Medici: ‘Offriamo un’educazione di alta valenza formativa’
Mendrisiotto
18 ore

Uno scippo e poche rapine, ma più sfratti e atti giudiziari

La sicurezza tiene nella Regione I di Polizia nel Sud del Mendrisiotto. A mettere a dura prova i cittadini sono le difficoltà effetto della pandemia
Mendrisiotto
18 ore

Mendrisio, 45 consiglieri comunali bastano

Il gruppo Lega-Udc rilancia, per la terza volta, la mozione che chiede di abbattere il numero di membri del legislativo e delle commissioni
28.09.2021 - 15:28
Aggiornamento : 15:50

‘Velodromo, Losone dovrebbe tornare in sella’

Il Consiglio comunale chiede al Municipio di riprendere i contatti con i promotori del progetto (ora orientati su Tenero), nonostante restino nodi pianificatori per l’ex caserma

Il Municipio di Losone riallacci i contatti con i promotori del Velodromo Ticino. A chiedere all’Esecutivo di provare a tornare in sella a un progetto, che a suo tempo ha avuto quale possibile ubicazione l’ex caserma (ma che ora sembra concentrato unicamente sul sedime dell’ex cartiera a Tenero), è stato il Consiglio comunale losonese. Nella seduta di lunedì sera, il tema è stato inserito all’ordine del giorno quale trattanda “extra Loc” su richiesta di Mario Tramèr del Ppd e di Gianluigi Daldoss del Plr.

Lo stesso Tramèr ha ricordato che lo scorso 23 settembre il Consiglio degli Stati ha approvato i crediti Cisin e fra questi sono indicati cinque milioni di franchi per il velodromo, «che rientra quindi fra gli impianti sportivi d’importanza nazionale. La struttura ospiterà pure contenuti per la pratica dell’atletica e forse addirittura per il tiro, con uno stand a 50 metri. A Losone esistono le premesse ideali, con ampi terreni a disposizione e senza l’ostacolo della ciminiera, presente all’ex cartiera e che è tutelata quale monumento. Noi abbiamo anche il golf e la prospettiva di un nuovo albergo nella zona. Non è forse il caso che il Municipio coinvolga il Patriziato per far insediare il velodromo sulla piana d’Arbigo, nell’ambito della nuova pianificazione? Nel progetto sono notoriamente coinvolti Rocco Cattaneo, Fabio Schnellmann e Bixio Caprara, tutti di area liberale radicale. Invito il nostro sindaco (Ivan Catarin, pure lui Plr) a lavorare in tale direzione. Perché le infrastrutture sportive devono andare tutte a Tenero? Il Municipio si attivi con forza e convinzione a vari livelli affinché il velodromo rientri tra i contenuti futuri del sedime ex caserma».

Pronta la risposta di Catarin: «Settimana prossima abbiamo un incontro con il Patriziato e il tema potrebbe entrare nella discussione. L’ultimo nostro contatto con i promotori del velodromo risale a due anni fa, poi non siamo più stati interpellati. Allora, quando ci avevano presentato la bozza del progetto, avevamo chiesto garanzie finanziarie, perché quello ci sembrava l’unico nodo da sciogliere. Da quel momento non li abbiamo più sentiti. Il nostro interesse c’era e la pianificazione andava in quella direzione. Sicuramente, ora, il Municipio può discutere se richiamare i diretti interessati. Va detto che a Tenero il Centro sportivo nazionale raggruppa molti contenuti e questo è un obiettivo chiaro. La quarta tappa prevede una pioggia di milioni da Berna... Noi, dopo una prima discussione con il Patriziato losonese, possiamo solo rilanciare la discussione e vedere quali risposte otterremo dai promotori del progetto».

Tramèr ha insistito: «Ma il Municipio ne vede l’utilità?». A dargli manforte è intervenuto Daldoss: «Vale la pena o no proseguire in questa direzione? Due anni fa era un tema caldo: poi si è raffreddato. Ora torna a galla in maniera quasi inaspettata. Da noi è ancora in ballo la pianificazione dell’ex caserma. Qual è l’intenzione? È opportuno ridiscutere il tutto? O è meglio lasciar perdere?». Il sindaco: «A dire il vero, noi avevamo un po’ accantonato questa ipotesi, privilegiando altre priorità». Davide Fabbri (Lista della sinistra) ha invece messo il dito nella piaga della pianificazione del sedime ex caserma: «Chi porta avanti tali progetti non può assumersi il rischio di scontrarsi con un ostacolo di questa portata. Non siamo in grado di dare garanzie di fattibilità».

E c’è chi annuncia i bastoni fra le ruote

Nel corso della discussione si è poi manifestato un fronte di dubbiosi e contrari. Leonardo Pinoja dell’Udc: «Il nostro gruppo aveva approvato la pianificazione, ma parte dell’Udc è scettica sul velodromo: alcuni sono possibilisti, altri non lo vedono di buon occhio. A Losone ne abbiamo bisogno? Cosa vogliamo portare nel nostro comune, a prescindere dall’investimento? Il discorso per noi non è maturo».
La Lega, dal canto suo, è sempre stata contraria all’insediamento di un velodromo all’ex caserma, come specificato da Michele Grünenfelder: «Alle famiglie di Losone non serve e genera traffico su strade che sono già sotto pressione. A Tenero, invece, i collegamenti viari e con i trasporti pubblici sono ottimi. C’è già la pianificazione e sono previste sinergie con il Cst. Unico inconveniente è la ciminiera che può essere spostata. Tenero è il sito migliore. A Losone possiamo portare altri contenuti: ma prima vanno studiati, ponderati e condivisi con la popolazione».
Infine, è intervenuto il vicesindaco Fausto Fornera: «La sollecitazione del legislativo ci dà lo spunto di discuterne in Municipio e di aggiornare la questione. Il Consiglio comunale ha già dato indicazioni sui contenuti per l’ex caserma. Siamo in grosso svantaggio perché non abbiamo una pianificazione approvata; una lacuna che ci mette in una posizione di debolezza e di estrema incertezza. La nostra priorità è pianificare l’area. Nel messaggio del Consiglio federale si cita anche Losone fra i luoghi scelti per il velodromo e ciò ci impone di riprendere il filo del discorso».

Passano consuntivi e crediti

Nel corso della seduta, il Consiglio comunale ha approvato i consuntivi 2020 e ha concesso alcuni crediti: 103mila franchi per l’acquisto di due veicoli elettrici per i Servizi urbani; 70mila per un’auto, sempre elettrica, per la Polizia comunale; 225mila franchi per la sistemazione dei posteggi comunali e del muro di contenimento in via Vigna Francesconi; 851mila per la sistemazione idraulica del fiume Melezza nella zona della passerella ciclopedonale.

Leggi anche:

Velodromo Ticino a Tenero, con i soldi arrivano più certezze

Dal Consiglio nazionale ‘ok’ al credito per il Cst Tenero

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ex caserma losone tenero velodromo
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved