ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
56 min

‘I detenuti con misure terapeutiche vanno adeguatamente seguiti’

La richiesta al governo delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’ è ora nero su bianco. La mozione firmata da tutti i gruppi parlamentari
Ticino
1 ora

‘Avanti’, la porta è aperta a tutti

Presentato il nuovo movimento fondato da Mirante e Roncelli dopo le dimissioni dal Partito socialista. ‘Una forza di centro sinistra, moderna e aperta’
Luganese
2 ore

Pura, condannata a 4 anni la donna che accoltellò l’ex marito

La Corte ha accolto integralmente le richieste di pubblica accusa e accusatore privato, sostenendo che l’imputato abbia mentito per costruirsi un alibi
Ticino
3 ore

Primo incontro fra partiti sul dopo Carobbio agli Stati

Domani rendez-vous tra i vertici cantonali delle forze politiche rappresentate a Berna. Per scongiurare un ‘bel pasticcio’, Farinelli dixit
Ticino
3 ore

Tirocinio, ‘i contratti sciolti non allungano la formazione’

Lo fa sapere il Dipartimento dell’educazione cultura e sport (Decs), che ha anche aperto il concorso per la nomina dei docenti per il prossimo anno
Grigioni
3 ore

Val Calanca, strada forse riaperta prima del weekend

Nella migliore delle ipotesi i lavori di sgombero inizieranno domani. Anche oggi il meteo ha ostacolato la valutazione dei rischi di nuovi scoscendimenti
Luganese
3 ore

Il Convento del Bigorio apre le sue porte per una giornata

L’8 dicembre sarà possibile visitare gli spazi di un monumento cantonale protetto, dal coro dei frati alla cappella Botta
Luganese
3 ore

Sottrasse mezzo milione a un conoscente, ma non fu riciclaggio

Appropriazione indebita: inflitti 15 mesi di carcere, sospesi con la condizionale, a un 39enne comparso di fronte alle Assise criminali di Lugano
20.09.2021 - 10:41
Aggiornamento: 15:30

Terre di Pedemonte, ‘più aiuti in campo ambientale’

Lo chiede una mozione di Paolo Monotti che lamenta l’assenza d’incentivi in vari ambiti, in barba al label ‘Città dell’energia’ ottenuto dall’ente

terre-di-pedemonte-piu-aiuti-in-campo-ambientale

Un impegno, quello del Comune di Terre di Pedemonte verso l’ambiente, che non basta. A dirlo, in modo assai critico, è Paolo Monotti, esponente del gruppo Lui (Lega-Udc/Svp-Indipendenti), che al tema degli incentivi comunali in questo campo dedica una mozione. Confrontato, a livello personale, con due investimenti, il consigliere comunale ha voluto “valutare/approfondire anche gli incentivi offerti dal nostro Comune in questo ambito: ebbene, con non poca sorpresa ho constatato che, pur avvalendoci di uno “pseudo-label” (per il quale tra l’altro paghiamo profumatamente la certificazione) e di un cospicuo contributo di fondi FER (puntualmente utilizzati per altri scopi) non viene fatto assolutamente nulla per il privato cittadino, fatta eccezione per degli aiuti all’acquisto di un “abbonamento Arcobaleno”. Ben poca cosa visto l’importanza della tematica”– osserva il mozionante – “Il medesimo discorso vale nell’ambito degli stabili Comunali, per i quali è però in essere una valida mozione presentata dal collega del Gruppo LiSA, Giovanni Lepori”.
Nel suo scritto, Monotti si interroga anche sulla base dei criteri che hanno portato il Comune a ottenere il label “città dell’energia”? (“probabilmente le maniche larghe degli “esperti” sono proprio dovute al fatto che per ottenerlo si deve pagare…”).

Seguire gli esempi di Maggia e Brissago

Nel caso degli incentivi auspicati, l’esponente del gruppo LUI porta l’esempio dei Comuni di Maggia e Brissago; ebbene, “ho notato, con un po’ d’invidia, che sono distanti anni luce da noi. A Maggia per esempio è in vigore uno specifico regolamento con incentivi per il risanamento e costruzione di nuovi edifici, la conversione di generatori di calore, l’installazione di pannelli solari o impianti a legna, l’acquisto di elettrodomestici, acquisto di benzina alchilata, acquisto di veicoli e biciclette elettriche. E mi sembra anche di aver capito che loro dei label ne fanno volentieri a meno”.
Fatte queste considerazioni, il mozionante chiede “che venga elaborato un nuovo “Regolamento comunale concernente l’erogazione d’incentivi per l’efficienza e il risparmio energetico e a favore dell’uso di energie rinnovabili” sulla base anche dello strumento PECO (approvato nel lontano 2016) e dei fondi FER a disposizione”. Inoltre vuole sapere se sono ancora attive la commissione Municipale “Energia” e la Commissione “Ambiente”, dal momento che dal sito web del Comune non appaiono i nomi dei rappresentanti. Infine segnala che l’unica colonnina pubblica per ricarica di veicoli elettrici è situata nei nuovi posteggi della frazione di Tegna, mentre Verscio e Cavigliano ne sono completamente privi.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved