menouno-la-galleria-di-muralto-dove-c-erano-le-saline
Stefano Lappe nel nuovo locale per esposizioni a Muralto
Locarnese
04.08.2021 - 10:480
Aggiornamento : 15:42

‘Menouno’, la galleria di Muralto dove c'erano le saline

Un nuovo spazio espositivo ricavato nel seminterrato di uno storico edificio in zona stazione. Al via la prima mostra, con le opere di Jürg Stamm

Si apre con la mostra delle opere di un medico lo spazio espositivo “Menouno” ricavato da Stefano Lappe e Stefano Specht nel sottosuolo dello stabile in Piazza Stazione 2 a Muralto. Da domani, giovedì 5 agosto (inaugurazione alle 18) potranno infatti essere ammirate le opere di Jürg Stamm: una selezione di disegni e grandi tele dai colori sgargianti.

Classe '55, Stamm ha studiato arte all'Ecole Supérieur d'Arts di Ginevra e si è poi dedicato alla medicina, specializzandosi in ginecologia. Dall'88 lavora come medico a Locarno, dove ha creato il Centro di fertilità e dove è tutt'ora attivo alla Santa Chiara. Pittura e disegno rimangono nella sua vita occupando buona parte del tempo libero.

Almeno altrettanto interessante della prima mostra è la genesi del “Menouno”, (ri)nato da un'intuizione di Lappe e Specht nell'ambito della recente ristrutturazione conservativa dell'immobile muraltese d'inizio 900 (condotto dalla loro Immobiliare SL Sa) situato fra la Banca Raiffeisen e l'Ottica Reichmuth. La denominazione – “Menouno” – si riferisce ovviamente all'ubicazione dello spazio espositivo, ricavato nel piano interrato che fino ai primi anni del '900 era una bottega a livello strada nella zona cosiddetta delle saline. Ritrova così aria e funzione un locale dal forte valore simbolico e storico, testimoniato da alcune foto d'epoca (archivio Foto Garbani) che ricordano il passato.

Intenzione dei promotori è mettere a disposizione la “galleria” ad artisti locali. 

Il vernissage della mostra di Stamm è come detto previsto domani, giovedì 5 agosto, a partire dalle 18. Poi l'esposizione potrà essere visitata tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle 14 alle 17. Entrata libera.

archivio Foto Garbani
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved