07.07.2021 - 11:58
Aggiornamento: 15:52

A2-A13, dalla Lega un assist alla variante Panoramica

Interpellanza urgente del deputato Giancarlo Seitz dopo le pesanti resistenze bernesi alla “bozza verde” presentata dal Cantone

a2-a13-dalla-lega-un-assist-alla-variante-panoramica
Ti-Press
Seitz

Il Cantone crede veramente al collegamento fra il Locarnese ed il resto del Ticino? È la prima domanda posta dal deputato della Lega Giancarlo Seitz in un'interpellanza urgente al Consiglio di Stato sul tema dell'allacciamento A2-A13 dopo le notizie poco rassicuranti che giungono da Berna.

Seitz ricorda che “i media in questi giorni trattano nuovamente il tema riguardante il collegamento viario A2-A13, ovvero la “Bozza verde” voluta dal governo, ma bocciato dall’Ustra. Sarebbe il caso di riprendere quanto anche la gente aveva votato favorevolmente a suo tempo contro la V95/V98. Ossia: scegliere definitivamente la Panoramica 51/73”. Seppur deputato del Luganese, ma “sostenendo la causa locarnese”, Seitz nota di aver già presentato degli atti parlamentari riguardanti questo tema fra il 2011 e il 2014. Ora però “i costi e le pretese sono aumentati. Però indicativamente la Panoramica rappresenta 1/5 del costo rispetto alla “bozza verde”. Ha inoltre un miglior indirizzamento: nessuna intromissione sul piano di Magadino; meno interventi “compensatori” e costosi; minor tempo di esecuzione e ipotetici ricorsi e infine minor impatto a livello fonico”.

Il granconsigliere aggiunge che la variante Panoramica “è già conosciuta e depositata sia a Bellinzona che all'Ustra a Berna” e che “il progetto è stato oggetto di valutazione di uno studio della Scuola superiore di architettura di Rapperswil, su incarico del Cantone”.

Leggi anche:

A2-A13, la ‘bozza verde’ impallinata da Berna

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved