navigazione-l-accordo-slitta-il-progetto-di-sviluppo-pure
Trattative in corso (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
6 min

‘Caspar e lo gnomo’ per la ripartenza dei MiniSpettacoli

Moira Dellatorre della Compagnia Tiraccontounastoria di Avegno in scena domenica 23 gennaio dalle 16 al Teatro Oratorio di Minusio
Ticino
55 min

Calano i nuovi contagi in Ticino. Ma altri quattro decessi

Nelle ultime 24 ore segnalate 1’004 persone positive. Diminuiscono pure le persone ricoverate in ospedale (-8)
Ticino
1 ora

Procuratori pubblici, non è solo una questione di numeri

‘L’indipendenza è oggi insidiata da quello che qualcuno ha già descritto come il rischio della “socializzazione dei procedimenti”
Mendrisiotto
5 ore

A caccia di Pfos nella falda idrica. Fuori norma? Il Prà Tiro

Tracce dei composti della famiglia delle sostanze perfluoroalchiliche emerse nel 19% dei campioni nel cantone. A Chiasso si continua a investigare
Ticino
5 ore

Scuola, superamento dei livelli: l’emendamento domani in governo

Giorni cruciali per il destino della sperimentazione proposta dal Decs dopo il rapporto sulla consultazione. La politica discute. Il Ppd apre la porta
Locarnese
5 ore

Il (nuovo) Fevi pubblico-privato e l’ente autonomo Eventi

Grandi manovre attorno alla futura struttura, che sarà ricostruita e gestita in rete assieme agli altri spazi per il segmento congressuale (e non solo)
Bellinzonese
12 ore

Antenna 5G nel camping? A Gudo opposizione collettiva e firme

I vicini chiedono alla Città di Bellinzona e al Cantone di evitare lo ‘sfregio’. Intanto le tre compagnie hanno impugnato la variante di Pr con un ricorso
Locarnese
14 ore

Locarno, ‘non vedevo mia figlia da mesi’

Un papà in attesa di un appuntamento a Casa Santa Elisabetta. ‘Tantissime richieste in tutto il cantone. Ci siamo adoperati per migliorare il servizio’
Ticino
14 ore

Eruzione Tonga, il ‘suono’ dell’esplosione anche in Ticino

Non solo i barometri hanno registrato un’oscillazione importante, anche i sensori infrasuoni hanno captato le onde causate dal vulcano
Luganese
15 ore

Barbengo: al voto la nuova palestra delle Medie

Il Gran Consiglio si esprimerà settimana prossima sul prefabbricato che sostituirà quella provvisoria eretta nel 2011, dopo l’incendio doloso del 2010
Ticino
15 ore

Videogiochi, la Global Game Jam torna in Ticino

L’evento è dedicato in particolare a programmatori, illustratori, grafici e musicisti e in generale a tutti gli appassionati
Luganese
16 ore

Medio Vedeggio, ‘nessuna pressione sul personale per il vaccino’

Il direttore della casa anziani Stella Maris risponde alle accuse. ‘Non sono vaccinato ma non sto facendo nulla di illegale’
Bellinzonese
16 ore

La Scuola moderna di musica suona per il villaggio Neve Shalom

Evento a Bellinzona in occasione della Giornata della memoria organizzato in collaborazione con la Fondazione Federica Spitzer
Ticino
16 ore

Parco veicoli più efficiente grazie al sistema bonus-malus

Il gettito delle imposte di circolazione è previsto stabile per quest’anno. In costante e rapida crescita i mezzi elettrici o ibridi plug-in
26.02.2021 - 16:330
Aggiornamento : 17:38

Navigazione: l'accordo slitta. Il progetto di sviluppo pure

Resta aperta anche la questione della ri-assunzione del personale licenziato

Fumata nera per la revisione degli accordi sulla navigazione nel bacino svizzero del Lago Maggiore. Il termine, con scadenza a fine febbraio, sarà prorogato di un mese, fino al prossimo 31 marzo.

Ne ha dato notizia la Società navigazione del Lago di Lugano (Snl), che è in trattative con la Gestione governativa navigazione laghi (Ggnl). Quest'ultima detiene una concessione federale, che scadrà nel 2026, per la parte svizzera del Verbano.

L'accordo siglato due anni or sono, quando era stato costituto il consorzio ad hoc formato da Snl e Ggnl, scadeva a fine 2020. Ma le trattative per il rinnovo si sono arenate e da inizio anno si procede di mese in mese, con tutti i rischi del caso. Per quanto riguarda la gestione del servizio, la Ggnl rassicura, ricordando che l'accordo prevede che il trasporto regolare e professionale di persone tramite battello è effettuato da Snl. Mentre rimane di esclusiva competenza di Ggnl l’esercizio dei collegamenti di linea internazionali. “Essendo ancora in corso le trattative tra le parti per giungere quanto prima all’individuazione di una soluzione che contemperi gli interessi di tutti i soggetti coinvolti – indica la Ggnl in una nota stampa –, al fine di continuare a garantire e assicurare alla clientela lo svolgimento regolare ed efficiente del servizio di trasporto pubblico di navigazione, le procedure di proroga dei contratti in essere si sono perfezionate in data odierna e saranno efficaci fino al 31 marzo”.

Resta l'incertezza per il personale, come evidenzia Angelo Stroppini, segretario del sindacato del personale dei trasporti (Sev): ««Negli scorsi mesi c'erano stati otto licenziamenti tra gli impiegati Snl sul Verbano. Queste persone attendono la sigla dell'accordo per essere nuovamente riassunti. Ora, la riassunzione è posticipata ancora di un mese e le trattative, alle porte di Pasqua, possono e devono concludersi positivamente. È necessaria una maggiore stabilità, per il personale, per il servizio pubblico e per il turismo. Da parte nostra, ovviamente, ci auspichiamo che il nuovo accordo abbia una durata di più anni; meglio ancora, fino al 2026, quando scadrà anche la concessione federale per la Ggnl».».

Prosegue il dialogo per ‘definire nuove intese’

Le due società consorziate proseguiranno il dialogo anche per il mese di marzo “con l’intento di definire nuove intese atte a garantire la continuità del servizio di navigazione”, aggiunge la Snl. La stessa società ha un suo preciso progetto per lo sviluppo del settore. Prevede, tra le altre cose, un ammodernamento tecnologico con l'adozione di natanti elettrici. Ma anche la promozione del trasporto pubblico integrato lago-ferro-gomma, con l'inserimento dell'intero bacino svizzero del Verbano nella comunità tariffale Arcobaleno. Infine, si pensa a uno sviluppo della navigazione turistica.

Il Municipio di Locarno: ‘Occorre un salto di qualità’

Capisaldi condivisi anche dalla Città di Locarno, che ieri ha risposto a un'interrogazione del consigliere comunale Fabrizio Sirica (Ps) proprio sul tema della navigazione e degli impieghi sui battelli. Una risposta articolata in cui il Municipio si pronuncia senza esitazioni: “L'offerta sul Lago Maggiore dovrebbe fare una sorta di salto di qualità, non limitandosi a operare con i natanti ora presenti e per questa ragione esprimiamo in nostro sostegno alle grandi linee di progetto della Snl. Tuttavia va precisato in modo chiaro che Snl, in base agli accordi attuali, non è nella condizione giuridica di poter realizzare quanto proposto”. Per questo, ricorda l'esecutivo, per il Consorzio sono necessari nuovi accordi “in maniera da permettere tali sviluppi a beneficio di tutta la regione”. In altre parole, allo stato attuale delle cose la Snl deve limitarsi a noleggiare i battelli di proprietà della Ggnl e non può effettuare corse turistiche in acque italiane. “Una riuscita positiva delle trattative in corso permetterebbe di dotarsi di natanti battenti bandiera svizzera, completare la Comunità tariffale e operare corse turistiche anche sul bacino italiano del lago”. Per queste ragioni la Città appoggia l'avanzamento delle attività consortili “in maniera tale da permettere lo sviluppo del potenziale turistico”.

In conclusione il Municipio di Locarno ricorda che tutti gli enti del territorio del Locarnese (dal turismo alla politica, passando per l'Ente regionale di sviluppo) hanno intrapreso i passi necessari per sostenere la navigazione. Restano però diversi nodi da sciogliere in vista di un rinnovo dell'accordo, che slitta a fine marzo. Per ora, oltre alle incertezze sulla riassunzione dei licenziati, restano vaghi i contorni di uno sviluppo del servizio. Sviluppo tanto atteso nel Locarnese, che nel turismo ha il suo pilastro economico.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved