navigazione-l-accordo-slitta-il-progetto-di-sviluppo-pure
Trattative in corso (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

Coronavirus in Ticino, 46 contagi e un decesso

Nel bilancio delle ultime 24 ore si contano 7 dimissioni (a fronte di un nuovo ricovero). Le persone in ospedale sono 80
Grigioni
1 ora

Una cinquantina i lupi nei Grigioni, aumentati del doppio

È nel rapporto dell'Ufficio grigionese caccia e la pesca: malgrado l'alta mortalità dei piccoli, la popolazione dei predatori dovrebbe continuare a crescere
Gallery
Bellinzonese
3 ore

Biasca, fiamme in un appartamento: un intossicato

Incendio domato, cause al vaglio della Polizia scientifica. È accaduto ieri poco prima delle 23. Le condizioni della persona non desterebbero preoccupazioni.
Mendrisiotto
19 ore

Chiasso, videosorveglianza regionale come fiore all'occhiello

Sono una sessantina le postazioni che controllano il territorio convenzionato con la Polizia Regione 1. Parola alla capodicastero Sonia Colombo-Regazzoni
ELEZIONI COMUNALI
20 ore

Politica al femminile, per fare la differenza

Tra i candidati al Consiglio comunale dei Comuni del Mendrisiotto le donne rappresentano solo il 31,45%: intervista a due sindache e a una municipale
Mendrisiotto
22 ore

Destino di Valera a Mendrisio, siamo (quasi) al dunque

La bozza del rapporto della Commissione parlamentare è annunciato a 'breve'. L'obiettivo? 'Trovare l'adesione di tutte le forze politiche'
Gallery
Mendrisiotto
1 gior

Liceali di Mendrisio al microfono a caccia di record

Dal 12 al 14 aprile, in occasione dell'autogestione, diretta live su Radio LiMe di ben venticinque ore
Locarnese
1 gior

La nuova tassa sui lampioni non piace

Gambarogno vorrebbe introdurla (minimo 25, massimo 60 franchi annui, per tutti). Ma c'è chi contesta
Bellinzonese
1 gior

In Ticino 74 nuovi contagi e nessun decesso

Nelle ultime 24 ore nel Cantone altri sette ricoveri. In undici hanno potuto lasciare le strutture sanitarie
Bellinzonese
1 gior

Metadone letale per una giovane a Giubiasco

Il piccolo quartiere residenziale di via Sasso Grande s’interroga dopo il decesso di una 22enne
Mendrisiotto
1 gior

A Chiasso giocando a tennis senza l'assillo del Covid-19

Taglio del nastro volto all'inaugurazione dell'impianto di sanificazione del Centro Tennis Club di Seseglio
Ticino
1 gior

Poche le segnalazioni di autotest positivi

Zanini: ‘Non sapremo mai la percentuale di persone che farà il proprio dovere chiamando l'hotline’
Ticino
1 gior

In piazza contro la violenza sessuale

Il collettivo ‘Io l’8 ogni giorno’ invita a manifestare lunedì prossimo. Sotto accusa la riforma blanda dei reati di natura sessuale
Luganese
1 gior

Poligono di tiro a Monteceneri, vince 'Fuoco e centro'

Fra i 23 partecipanti al concorso, la spunta il Consorzio Mons Ceneris. L'investimento totale è stimato in 60 milioni di franchi
Locarnese
26.02.2021 - 16:330
Aggiornamento : 17:38

Navigazione: l'accordo slitta. Il progetto di sviluppo pure

Resta aperta anche la questione della ri-assunzione del personale licenziato

Fumata nera per la revisione degli accordi sulla navigazione nel bacino svizzero del Lago Maggiore. Il termine, con scadenza a fine febbraio, sarà prorogato di un mese, fino al prossimo 31 marzo.

Ne ha dato notizia la Società navigazione del Lago di Lugano (Snl), che è in trattative con la Gestione governativa navigazione laghi (Ggnl). Quest'ultima detiene una concessione federale, che scadrà nel 2026, per la parte svizzera del Verbano.

L'accordo siglato due anni or sono, quando era stato costituto il consorzio ad hoc formato da Snl e Ggnl, scadeva a fine 2020. Ma le trattative per il rinnovo si sono arenate e da inizio anno si procede di mese in mese, con tutti i rischi del caso. Per quanto riguarda la gestione del servizio, la Ggnl rassicura, ricordando che l'accordo prevede che il trasporto regolare e professionale di persone tramite battello è effettuato da Snl. Mentre rimane di esclusiva competenza di Ggnl l’esercizio dei collegamenti di linea internazionali. “Essendo ancora in corso le trattative tra le parti per giungere quanto prima all’individuazione di una soluzione che contemperi gli interessi di tutti i soggetti coinvolti – indica la Ggnl in una nota stampa –, al fine di continuare a garantire e assicurare alla clientela lo svolgimento regolare ed efficiente del servizio di trasporto pubblico di navigazione, le procedure di proroga dei contratti in essere si sono perfezionate in data odierna e saranno efficaci fino al 31 marzo”.

Resta l'incertezza per il personale, come evidenzia Angelo Stroppini, segretario del sindacato del personale dei trasporti (Sev): ««Negli scorsi mesi c'erano stati otto licenziamenti tra gli impiegati Snl sul Verbano. Queste persone attendono la sigla dell'accordo per essere nuovamente riassunti. Ora, la riassunzione è posticipata ancora di un mese e le trattative, alle porte di Pasqua, possono e devono concludersi positivamente. È necessaria una maggiore stabilità, per il personale, per il servizio pubblico e per il turismo. Da parte nostra, ovviamente, ci auspichiamo che il nuovo accordo abbia una durata di più anni; meglio ancora, fino al 2026, quando scadrà anche la concessione federale per la Ggnl».».

Prosegue il dialogo per ‘definire nuove intese’

Le due società consorziate proseguiranno il dialogo anche per il mese di marzo “con l’intento di definire nuove intese atte a garantire la continuità del servizio di navigazione”, aggiunge la Snl. La stessa società ha un suo preciso progetto per lo sviluppo del settore. Prevede, tra le altre cose, un ammodernamento tecnologico con l'adozione di natanti elettrici. Ma anche la promozione del trasporto pubblico integrato lago-ferro-gomma, con l'inserimento dell'intero bacino svizzero del Verbano nella comunità tariffale Arcobaleno. Infine, si pensa a uno sviluppo della navigazione turistica.

Il Municipio di Locarno: ‘Occorre un salto di qualità’

Capisaldi condivisi anche dalla Città di Locarno, che ieri ha risposto a un'interrogazione del consigliere comunale Fabrizio Sirica (Ps) proprio sul tema della navigazione e degli impieghi sui battelli. Una risposta articolata in cui il Municipio si pronuncia senza esitazioni: “L'offerta sul Lago Maggiore dovrebbe fare una sorta di salto di qualità, non limitandosi a operare con i natanti ora presenti e per questa ragione esprimiamo in nostro sostegno alle grandi linee di progetto della Snl. Tuttavia va precisato in modo chiaro che Snl, in base agli accordi attuali, non è nella condizione giuridica di poter realizzare quanto proposto”. Per questo, ricorda l'esecutivo, per il Consorzio sono necessari nuovi accordi “in maniera da permettere tali sviluppi a beneficio di tutta la regione”. In altre parole, allo stato attuale delle cose la Snl deve limitarsi a noleggiare i battelli di proprietà della Ggnl e non può effettuare corse turistiche in acque italiane. “Una riuscita positiva delle trattative in corso permetterebbe di dotarsi di natanti battenti bandiera svizzera, completare la Comunità tariffale e operare corse turistiche anche sul bacino italiano del lago”. Per queste ragioni la Città appoggia l'avanzamento delle attività consortili “in maniera tale da permettere lo sviluppo del potenziale turistico”.

In conclusione il Municipio di Locarno ricorda che tutti gli enti del territorio del Locarnese (dal turismo alla politica, passando per l'Ente regionale di sviluppo) hanno intrapreso i passi necessari per sostenere la navigazione. Restano però diversi nodi da sciogliere in vista di un rinnovo dell'accordo, che slitta a fine marzo. Per ora, oltre alle incertezze sulla riassunzione dei licenziati, restano vaghi i contorni di uno sviluppo del servizio. Sviluppo tanto atteso nel Locarnese, che nel turismo ha il suo pilastro economico.

© Regiopress, All rights reserved