locarno-e-partita-la-campagna-vaccinale
Una priorità per l'Amministrazione comunale
Locarnese
22.01.2021 - 11:240
Aggiornamento : 13:46

Locarno, è partita la campagna vaccinale

Compatibilmente con la disponibilità delle dosi, in questi giorni si procederà con le iniezioni a tutti i 470 ultraottantenni che si sono annunciati

Ha avuto inizio ieri, presso il Palazzetto Fevi, la campagna vaccinale comunale anti-Covid della Città di Locarno. Per il sindaco Alain Scherrer al centro restano le persone, e la necessaria ripresa delle relazioni affettive e sociali. “Per questo – ha dichiarato – la campagna vaccinale è diventata uno dei compiti prioritari dell’Amministrazione, e ci stiamo impegnando molto per eseguirlo nel modo più umano, semplice e sicuro possibile”.

Negli ultimi giorni i servizi dell’Amministrazione comunale di Locarno, in collaborazione con la Protezione civile e le maestranze, hanno lavorato intensamente per rendere gli spazi del Fevi pronti ad accogliere le prime persone che si sono annunciate per ricevere il vaccino. L’obiettivo – comunica la Città – è “fare in modo che chiunque giunga per la vaccinazione (nella fattispecie, le fasce d’età dagli 80 anni in su) si senta accolto e accompagnato con sensibilità e attenzione verso i suoi bisogni”.

La prima vaccinata

La campagna ha preso il via ieri pomeriggio attorno alle 14. La prima persona a ricevere il vaccino è stata la signora Silene Fasnacht, che ha commentato: “È un periodo triste, forse così ne usciremo tutti prima”.

In totale, durante la prima mezza giornata, sono state somministrate circa 20 dosi del vaccino. In questi giorni si procederà, compatibilmente con la disponibilità delle dosi e le decisioni dell’Autorità cantonale, per tentare di rispondere a tutti i circa 470 ultraottantenni residenti a Locarno che si sono annunciati, e poi proseguire con il resto della popolazione.

Per tutti gli abitanti di almeno 80 anni che hanno annunciato la propria disponibilità a ricevere il vaccino ma non hanno si sono ancora visti assegnare una data per la prima somministrazione, gli appuntamenti saranno confermati in relazione alla sicurezza di ottenere il vaccino da parte delle autorità cantonali.

I servizi della Città

Intanto proseguono pure le attività della Cellula comunale Covid per la gestione delle problematiche sorte sul territorio comunale, il lavoro del centralino per le prenotazioni del vaccino (091 756 34 92), il servizio per la spesa (091 756 34 91) e le regolari chiamate agli anziani soli.

Guarda le 3 immagini
© Regiopress, All rights reserved