ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarno
3 ore

Affittacamere, nei Comuni la verifica è diventata una ‘gimcana’

La Città risponde ad Angelini Piva e cofirmatari sull’introduzione della nuova procedura per gli alloggi ad uso turistico messi sulle piattaforme online
Ticino
4 ore

‘L’uso dell’automobile privata per i frontalieri va agevolato’

A chiederlo è la Commissione dell’economia e tributi. La misura riguarda l’uso per lavoro: ‘Non si deve per forza dover usare quella aziendale’
Mendrisiotto
5 ore

Monte Generoso, si chiude un capitolo lungo 130 anni

Con la posa degli ultimi elementi delle rotaie e della cremagliera si è concluso oggi il risanamento del binario, risalente al 1890
Bellinzonese
5 ore

Bellinzona: chiesto un progetto sociale nell’ex vivaio comunale

Lorenza Röhrenbach, Ronald David e Giulia Petralli chiedono al Municipio se intende valutare di realizzare un orto comunale sul sedime in via San Biagio
gallery
Mendrisiotto
5 ore

Il Nebiopoli incontra i bambini delle Elementari di Chiasso

L’obiettivo è trasmettere il vero spirito del Carnevale e mostrarne l’organizzazione. Un modo, anche, per prevenire atti di violenza futuri
Luganese
5 ore

Sottopasso Genzana, luce verde unanime dalla Gestione

Firmato il rapporto per la realizzazione di un’opera che rappresenta un tassello del riordino di tutto il comparto della stazione
Luganese
5 ore

Caslano, ciclista colto da malore sulla cantonale: è grave

L’uomo, un 54enne svizzero domiciliato nel Luganese, si è accasciato a terra ed è stato soccorso dalla Croce Verde di Lugano. Traffico molto perturbato
Luganese
6 ore

Un ‘Incontro’ per la nuova casa anziani a Melano

La giuria ha premiato il progetto dell’architetto Lorenzo Orsi per la realizzazione della struttura geriatrica che sorgerà al posto del vecchio posteggio
Bellinzonese
6 ore

‘La Resistenza in 100 Canti’ al Circolo Carlo Vanza a Bellinzona

Sabato 4 febbraio alle 16.15 è prevista la presentazione dell’opera da parte dell’autore e curatore Alessio Lega
Locarnese
6 ore

Giovani e finanze, una conferenza di Cosimo Massaro

Sabato al Palexpo Fevi l’intervento dello scrittore ed esperto di questioni finanziarie, invitato da ‘GenitorInformaTI’
Bellinzonese
6 ore

A Campo Blenio torna la passeggiata enogastronomica  

‘A Scpass in Sorasosct’ in agenda domenica 5 marzo. Iscrizioni aperte a partire dal 1° febbraio
Ticino
6 ore

Fotovoltaico su autostrada e ferrovia: ‘L’interesse è forte’

Il primo lotto messo a concorso dall’Ustra ha avuto un grande interesse, con oltre 300 richieste da 35 aziende. Il potenziale resta però limitato
Bellinzonese
6 ore

EspaceSuisse, assemblea e conferenza a Bellinzona

Giovedì 9 febbraio nella sala del Consiglio comunale è prevista una serata pubblica sul tema ‘La pianificazione del territorio di fronte alle nuove sfide’
Locarnese
7 ore

Gordola fa Carnevale al Centro manifestazioni e nei bar

Da giovedì a sabato con Re e Regina Zeca animazioni per tutte le età, abbondanti libagioni e dj set con entrata gratuita
laR
 
11.01.2021 - 14:28
Aggiornamento: 15:00

Bosco Gurin costretta a ridurre l'offerta

Ristorazione che non funziona e assenza delle scolaresche spingono a un'apertura degli impianti limitata ad alcuni giorni la settimana. Arriva la nuova App

bosco-gurin-costretta-a-ridurre-l-offerta

Dopo Airolo anche la stazione sciistica di valmaggese di Bosco Gurin è costretta a rivedere le proprie strategie operative. A causa delle drastiche restrizioni legate all'emergenza sanitaria, non è infatti purtroppo possibile tenere gli impianti di risalita aperti giornalmente, come inizialmente previsto. Il fatto di non poter garantire la ristorazione come si pensava (malgrado tutti gli sforzi fatti per distanziare i tavoli e assicurare le dovute precauzioni), costituisce un grande deterrente e freno alla pratica dello sci, specie in questi giorni dalle temperature fredde (con la colonnina del mercurio che scende anche sotto i -10 gradi a 2000 metri di quota). Giovanni Frapolli, proprietario degli impianti di risalita della località della Rovana, così commenta la decisione: «Si tratta di un provvedimento inevitabile, in attesa di sapere cosa il Consiglio federale deciderà al riguardo delle stazioni sciistiche. Aspettiamo la conferenza stampa di mercoledì, poi ci regoleremo di conseguenza. Negli ultimi giorni abbiamo osservato un calo degli sciatori sulle nostre piste (fenomeno riscontrato anche altrove). Fa molto freddo e la ristorazione, con la gente costretta a mangiare fuori, sulla neve, non funziona assolutamente. Mi sembra a dir poco ridicolo, oltre che inopportuno, obbligare le famiglie con bambini piccoli a sostare al freddo durante la pausa pranzo. Dal punto di vista della salute non è certo indicato. Domenica abbiamo registrato circa 800 passaggi e questa situazione, dal punto di vista logistico, non è più assolutamente sostenibile. Molti potenziali sciatori, già preoccupati dalla chiusura di ristoranti e bar, rinunciano bellamente al fine settimana sugli sci. Basti pensare alle vacanze natalizie dove sono venute a mancare almeno l'80% delle famiglie».

“Gestire un comprensorio sciistico – si legge in un comunicato stampa della Direzione – comporta notevoli costi di gestione, dal personale a tutta l'infrastruttura per quanto concerne la preparazione delle piste. Fintantoché non si potrà riaprire la ristorazione garantendo tutte le norme igieniche di sicurezza, la pratica dello sci è estremamente limitata. Fino a fine febbraio sia il Ristorante Rossoboda che la Capanna Grossalp continueranno a offrire il servizio di cibo da asporto (piatti caldi e piatti freddi)”.

Impianti in funzione, l'informazione corre sui social e la nuova APP

A far pendere l'ago della bilancia dalla parte della riduzione dell'offerta vi è anche l'assenza delle scolaresche: «Le settimane bianche delle scuole, cancellate, portavano a Bosco Gurin tanti ragazzi e questo ci spronava a tenere aperti gli impianti tutti i giorni. Ma così non ha assolutamente senso» – conclude l'imprenditore bellinzonese.
Questa settimana, la stazione turistica della Valle Rovana aprirà dunque gli impianti di risalita unicamente nella seconda parte, vale a dire da giovedì a domenica. Per le settimane a seguire verranno forniti puntuali aggiornamenti. Farà stato anche l'evoluzione della situazione meteo. La Direzione comunicherà attaverso il sito e i canali social, di settimana in settimana, l'apertura del comprensorio. Nel corso dei prossimi giorni verrà rilasciata la nuova versione dell'APP di Bosco Gurin per smartphone, grazie alla quale si sarà sempre aggiornati in merito all'apertura degli impianti, delle piste e di tutte le infrastrutture legate alla pratica dello sci (noleggio, scuola sci ecc.). Grazie a questa nuova applicazione sarà possibile ricevere importanti aggiornamenti tramite messaggi PUSH (eventuale contingente raggiunto, stazione al completo).

 Il Weltu Schnee Tåg avrà una veste diversa

Era programmato per domenica 7 febbraio l’annuale appuntamento del Weltu Schnee-Tåg, purtroppo però il Comitato d’organizzazione ha dovuto, a malincuore, prendere la decisione di annullare la quarta edizione. La missione del Weltu Schnee-Tåg è mettere al centro dell’evento la famiglia e assicurare un’indimenticabile giornata da trascorrere in compagnia sulle piste. La situazione pandemica incerta non dà attualmente la possibilità di confermare il programma come da tradizione. Tuttavia grazie all’ottima collaborazione con la Centri Turistici Montani, il Comitato è riuscito a trovare un accordo per offrire comunque un weekend per le famiglie a un prezzo vantaggioso esclusivamente il 6-7 febbraio. Niente gara e animazione, ma l’occasione di allenarsi per l’edizione 2022. L’offerta è valida esclusivamente per le famiglie che hanno partecipato a una delle passate edizioni. Informazioni e prenotazioni giornaliere di sabato e domenica, consultando il seguente link www.sssboscogurin.ch/weltu oppure direttamente allo sportello dell'Ufficio Turistico Vallemaggia ad Avegno, telefono 091 759 77 26; weltu@sssboscogurin.ch, www.facebook.com/ WeltuSchneeTag. Termine mercoledì 3 febbraio.

 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved