ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
30 min

Daro, ecco i soldi: parte la ricostruzione di via ai Ronchi

Il Cc ha votato l’anticipo di 2,45 milioni. La Città pretende il risarcimento dal proprietario del cantiere edile all’origine del crollo
Luganese
38 min

AlpTransit verso sud, Lugano picchia i pugni contro Berna

Votata all’unanimità la risoluzione extra-Loc che critica il progetto di Berna di tagliare la Neat e chiede di proseguire il tracciato fino al confine
Bellinzonese
48 min

Giubiasco, 14 anni dopo luce verde alla centrale a biogas

Il Cc di Bellinzona ha avallato l’operazione lanciata dall’Amb con la Sopracenerina per un impianto che costerà quasi 27 milioni
Mendrisiotto
53 min

Clinica psichiatrica, alla sbarra un 18enne accusato di stupro

La vicenda si sarebbe consumata a Mendrisio tra due pazienti, entrambi sotto l’influsso dei medicamenti. Il processo è previsto per ottobre
Bellinzonese
1 ora

Ex sindaco condannato per impiego di stranieri senza permesso

Pena pecuniaria sospesa per un 68enne, già alla guida di un Municipio leventinese, reo di aver ingaggiato un cittadino serbo non autorizzato a lavorare
Bellinzonese
1 ora

Una giornata di festa a Personico il 1° ottobre

La organizzano il Patriziato e la Pro con pranzo e bancarelle
Bellinzonese
2 ore

Le donne nella polizia, esercito, protezione civile e pompieri

Soroptimist organizza una tavola rotonda martedì 4 ottobre dalle 18.30 alle 20 nell’auditorium della Scuola cantonale di commercio a Bellinzona
Ticino
2 ore

‘C’è un problema di mobbing all’Ufficio del sostegno sociale?’

Lo chiede in un’interpellanza il deputato leghista Massimiliano Robbiani. ‘La capoufficio è all’altezza del compito di conduzione attribuitole?’
Mendrisiotto
2 ore

Chiasso, la Smac offre nuovi corsi per tutte le età

Dalle lezioni di fumetto al teatro, dallo yoga alla musica in gruppo. Per ogni attività la prima lezione è gratuita.
Ticino
2 ore

Falegnami, una serata sulle possibilità di formazione

Una professione molto diffusa in Ticino, ma che soffre per mancanza di personale altamente qualificato
27.11.2020 - 15:49
Aggiornamento: 16:14

Onsernone, le trasformazioni del '900, atto secondo

Illustrati ai soci, in vista dell'assemblea, i contenuti del programma espositivo 2021. Con il manuale digitale l'accesso ai documenti risulta facilitato

onsernone-le-trasformazioni-del-900-atto-secondo

“Onsernone ieri e oggi-trasformazioni del Novecento”. Sarà ancora questo importante progetto “in itinere” – ormai proiettato nella sua seconda fase – a tener banco tra le proposte del Museo Onsernonese di Loco. Tre nuove sale espositive saranno predisposte per accogliere l'argomento e consentire, ai visitatori, una miglior fruizione di questa proposta didattica. Del tema si parla nell'81esima assemblea dell'Associazione Museo Onsernonese che, vista la pandemia, avrà luogo non in presenza bensì per corrispondenza. Maria Rosaria Regolati Duppenthaler (presidente) e Ilario Garbani-Marcantini (vice), nella lettera inviata ai soci, ricordano che l'attività di questa storica realtà, ben inserita nel territorio, scrigno del patrimonio culturale della Valle (aperto al confronto e alle contaminazioni), sta puntando molto su un processo di maggiore divulgazione delle proprie offerte. Solo così è possibile dare migliore visibilità alla struttura e favorire una rete di relazioni attorno a essa che, piano piano, si attivano.

La moderna tecnologia consente visite “virtuali”

Collegato alle varie iniziative vi è anche il restauro di alcune tele dell'artista C.A. Meletta e, grazie ai nuovi aiuti esterni, pure il lavoro di catalogazione di documenti e oggetti. Grazie a un manuale digitale, ad esempio, i frutti della ricerca sull'Onsernone ieri e oggi saranno comodamente fruibili e in maniera flessibile, in base agli interessi dei vari fruitori. Andrà ad affiancare i 5 tablet oggi a disposizione del pubblico all'interno del Museo. Inoltre sarà data possibilità di consultare la documentazione anche tramite l'accesso online. Sottoscrivendo un accesso individuale, sarà permesso a chiunque di  “sbirciare” dal proprio computer o tablet e sperimentare questa nuova, pratica, forma di consultazione delle proposte del Museo. E chissà che anche l’obiettivo di arrivare a nuovi pubblici, nello specifico giovanile, normalmente poco attratti dalle esposizioni etnografiche, non tragga beneficio dall'aiuto offerto dalle nuove tecnologie...
Fermo restando che la visita, fisica, agli spazi della struttura etnografica resta sempre la cosa più apprezzata.
Naturalmente l'allestimento del programma 2021, con tutto il suo corollario di collaborazioni, mostre, eventi mirati, pubblicazioni, richiede un considerevole sforzo anche a livello finanziario. Il preventivo sottoposto ai soci prevede uscite per 153mila franchi e introiti per 150mila. In pratica vi sarà una chiusura con un leggero disavanzo. A far la parte del leone, alla voce spese, sarà proprio il progetto sul Novecento Onsernonese, che lascerà maggiori costi di 60mila franchi; importo che comunque verrà coperto tramite contributi già incassati, accantonamenti e tramite il fondo di riserva.

Un nuovo volto in seno al Consiglio direttivo

Accanto all'impegno finanziario, vi è - aspetto non certo meno importante - quello delle risorse umane. Da anni, il Museo fatica a trovare collaboratori disposti a dare una mano e i ripetuti appelli, fino a ora, non avevano sortito l'effetto sperato. Stavolta, per fortuna, una nuova collaboratrice andrà a supportare il lavoro del Consiglio direttivo. Si tratta di Marina Sartoris Blaise, esperta di natura, che potrà portare le sue competenze in seno a uno staff che, con determinazione, si sforza di mantenere vivo un patrimonio fondamentale che molto, moltissimo ha da dare e da dire alla contemporaneità. I soci avranno tempo fino al 14 dicembre per inoltrare eventuali osservazioni ed esprimere un eventuale voto contrario sulle trattande. 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved