11.09.2020 - 15:55

Locarno, azioni del Porto regionale alla Città: i conti non tornano

Il pacchetto azionario della Kursaal Sa sarebbe stato sottostimato di circa 250mila franchi. Nell'errore di calcolo è incappato un perito

locarno-azioni-del-porto-regionale-alla-citta-i-conti-non-tornano
(foto Ti-Press)

I conti non tornavano e al bilancio mancavano circa 250mila franchi. La considerevole somma, come anticipato dal portale tio.ch, riguarda un errore di calcolo che sarebbe stato commesso nella cessione delle azioni della Porto regionale di Locarno Sa; detenute dalla Kursaal Sa e date alla Città, circa un anno fa. Ne è risultato che il pacchetto azionario è stato sottostimato per la cifra di cui sopra, soldi che la Kursaal Locarno Sa di fatto non ha incassato dal Comune.

L'errore di calcolo è emerso grazie a controlli approfonditi. Il pasticciaccio sembrerebbe avvenuto in uno studio fiduciario di Ascona, cui era stata affidata la consulenza. Secondo quanto dichiarato informalmente dalla Kursaal, i soldi non sono andati persi, infatti il loro legale sta adoperandosi per il recupero: o tramite l'assicurazione del perito o attraverso egli stesso. La questione quindi dovrebbe poter essere sistemata.

Alla società anonima - come la stessa ricorda - non spetta il controllo delle perizie, altrimenti non avrebbe ragion d'essere la richiesta di un professionista. In ultima battuta, la società anonima tiene ancora a sottolineare che sia la Kursaal, sia il Municipio si sono fidati.

Poco più di un anno fa, lo ricordiamo, la "penosa vertenza" fra Kursaal Sa e Casinò di Locarno Sa era stata risolta con la proposta della Città di Locarno: una semplice operazione finanziaria che ha visto 'acquisto del pacchetto di maggioranza della Kursaal (allora detenuto dall'Organizzazione turistica Lago maggiore e Valli) da parte del Comune. Così facendo, la Città di Locarno, da azionista di minoranza, lo è diventata di maggioranza; balzando di fatto al timone di controllo della società.

Leggi anche:

Vertenza Kursaal-Casinò, Locarno ha la soluzione

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved