si-apre-la-corsa-al-dopo-moon-and-stars
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
16 min

Telefonate dai falsi poliziotti: una vittima nel Mendrisiotto

La Polizia cantonale riporta numerose segnalazioni di tentate truffe telefoniche volte ad estorcere o sottrarre con l’inganno grosse somme alle vittime
Locarnese
48 min

L’ambasciatrice di Polonia in visita a Losone

le autorità comunali hanno accolto Iwona Kozłowska, per discutere delle celebrazioni degli 80 anni dalla costruzione della Strada dei polacchi
Locarnese
53 min

Il semaforo del CO²: col rosso ‘scatta’ la ventilazione

In tutte le aule delle scuole comunali di Locarno posati i sensori che registrano il tenore dell’anidride carbonica
Locarnese
1 ora

Premio Dalcol 2021 all’associazione ‘Nella Casa del Padre mio’

L’associazione opera a favore della gioventù bisognosa in Ghana. A ritirare il riconoscimento è stato il medico dentista Luca Cheda con la moglie Adelia.
Ticino
1 ora

In Ticino +14 pazienti Covid e nessun decesso. Contagi in calo

Continua per il quinto giorno di fila la diminuzione dei casi giornalieri. Due persone in meno in cure intense. 25 i positivi in casa anziani in 72 ore
Mendrisiotto
1 ora

Ente turistico e Football club Chiasso assieme per la regione

Collaborazione tra Ort Mendrisiotto e Basso Ceresio e la squadra di calcio per incrementare la promozione del territorio
Locarnese
6 ore

Verzasca, fiume e foce limacciosi: si aspetta la pioggia

Sono visibili le prime e inevitabili conseguenze ambientali dello svuotamento della diga lungo il greto del fiume, fino alla foce.
Mendrisiotto
6 ore

A Stabio i giovani aiutano a trovare casa al loro Spazio

Il Municipio ha convocato una Commissione. Da 19 anni il Centro condivide con i ragazzi attività ed esperienze
Ticino
6 ore

‘Specialisti utili alla ricerca e all’economia elvetiche’

Il Consiglio di Stato: sì all’ammissione agevolata sul mercato del lavoro degli stranieri di Stati terzi con master o dottorato conseguito in Svizzera
Ticino
13 ore

Trenord, il Covid continua a colpire il personale

I dati forniti da Regione Lombardia dopo le proteste dei pendolari
Locarnese
16 ore

Cevio, lieve calo demografico nel 2021

La diminuzione della popolazione nel capoluogo distrettuale è dovuta soprattutto alle partenze
Locarnese
16 ore

Locarno, quest’anno non si scaccia gennaio

La Pro Città Vecchia ha annullato l’edizione della tradizione che da tempo immemore coinvolge i bambini alla fine di questo mese
08.01.2020 - 06:000
Aggiornamento : 07:22

Si apre la corsa al 'dopo Moon and Stars'

Dopo la prossima edizione contratto a scadenza. La Città apre anche ad altri il periodo 2021-25 e fissa i paletti per entrare

Un concetto dei concerti (genere e target di pubblico), uno di promozione a livello svizzero e internazionale, un altro per le eventuali animazioni collaterali dentro e fuori dal perimetro di Piazza Grande. E poi un piano delle infrastrutture, uno riguardante i concetti di mobilità, sicurezza, igiene e impatto ambientale, nonché – elemento importante – un “quadro” di collaborazione con l’Organizzazione turistica regionale e con gli operatori economici locali e non (alberghi, esercizi pubblici, commercianti, agenzie di viaggio eccetera).

Sono gli elementi che la Città ha messo nero su bianco – e richiederà a chi metterà fuori il naso proponendosi – per il “dopo Moon and Stars”, ovverosia per quella che sarà l’animazione musicale a Locarno nelle prime tre settimane di luglio, a partire dal 2021. Dal prossimo anno, infatti, non per forza sarà “Moon and Stars” ad occupare luoghi, proporre idee in musica e allestire eventuali villaggi vari nel periodo estivo pre-festivaliero. Giunta a scadenza di contratto con il Comune, infatti, la Msf Moon and Stars Festival Sa con sede a Locarno (ma parte della galassia zurighese di Energy Gruppe Schweiz) potrebbe rilanciare. Ma anche no. Se lo facesse, non si ritroverebbe come finora in una sorta di regime di monopolio. Questo perché altri due imprenditori hanno chiesto nel 2019 di poter entrare in linea di conto per organizzare i loro concerti dal 2021. Inevitabile quindi, per il Comune, aprire la possibilità anche a loro secondo la logica della “concorrenza corretta e reale”. Fissando, per definirla, “criteri oggettivi” di valutazione di quanto proposto.

50’000 di base più 5’000 a serata

Di conseguenza, dal 2021 al 2025 Piazza Grande, più eventualmente Largo Zorzi, spazio Magnolia, la Città Vecchia e la Rotonda verranno assegnate a chi presenterà la “la proposta più vantaggiosa per il Comune”, in base ai concetti elencati in apertura. Questa visione ricalca un po’ quella già emersa per l’attribuzione degli spazi pubblici in rotonda per il periodo festivaliero d’agosto, prima che ad accasarsi fosse il Pardo stesso con la Festival Services Sagl. Anche in quel caso, a concorso, era stato richiesto un concetto d’utilizzo (addirittura spalmato sull’intero anno solare), poi però la promozione in rotonda del marchio festivaliero era bastata per mettere d’accordo tutti e accettare una limitazione d’uso della rotonda unicamente durante la rassegna cinematografica.

Quello che si vuol fare per gli altri spazi pubblici in centro, durante le prime fatidiche tre settimane di luglio che per definizione sono riservate ai concerti, va dunque oltre e dovrà abbracciare certamente l’aspetto prettamente musicale – che è quanto più interessa al pubblico – ma non solo. Fra le richieste d’impegno certamente più interessanti v’è quella riguardante la collaborazione con l’ente turistico e con quegli operatori economici locali che spesso si erano lamentati per il modo in cui “Moon and Stars” accentrava i benefici generati dal suo pubblico, creando un cortile privato – anche in Largo Zorzi – e lasciando le briciole a chi sul territorio lavora e suda durante tutto l’anno. Tassa d’uso e remunerazione dei servizi resi dal Comune costeranno 50mila franchi di cifra base più 5’000 franchi per ogni serata (di concerto o intrattenimento collaterale). Per fare la sua scelta fra le candidature il Municipio valuterà concetti espressi, competenze organizzative, tipo di promozione dell’immagine della Città di Locarno a livello nazionale e internazionale, appunto “coinvolgimento dell’economia locale” e solidità finanziaria del gruppo (“documentata e verificabile”). «I concerti di luglio sono un appuntamento irrinunciabile per Locarno – commenta il sindaco Alain Scherrer – e per la Città è importante insistere sulla qualità dell’evento e delle proposte. Con questo prontuario si fissano dei paletti. Ciò che mi sta particolarmente a cuore è la collaborazione richiesta con gli attori economici locali. Lì si può senz’altro fare meglio».

Ti-Press
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved