ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
7 ore

‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’

Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
10 ore

‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’

Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
12 ore

‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’

Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
16 ore

Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci

Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
22 ore

Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti

Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Luganese
1 gior

‘Spetta agli organizzatori gestire i propri rifiuti’

Il Municipio risponde a un’interrogazione in cui si questionava sull’impatto ambientale delle manifestazioni pubbliche
Luganese
1 gior

Lac, bilancio condizionato dalla pandemia del Covid

L’ente culturale fa segnare un leggero utile d’esercizio, i conti in Consiglio comunale
Bellinzonese
1 gior

Bodio: riprendono i mercatini benefici dell’Associazione Alessia

A partire da mercoledì 1 febbraio nello stabile ex Monteforno
laR
 
30.11.2022 - 16:05
Aggiornamento: 18:03

Cima Piazza, più sicurezza grazie a una staccionata più lunga

Il Municipio di Bellinzona ha deciso di aderire parzialmente alle preoccupazioni delle famiglie in merito al parco di Giubiasco

cima-piazza-piu-sicurezza-grazie-a-una-staccionata-piu-lunga
Ti-Press
Arriverà fino all’altezza dell’ex palazzo comunale

Il parco di Cima Piazza a Giubiasco sarà più sicuro. Il Municipio di Bellinzona ha infatti deciso di «prolungare la staccionata» che separa la zona verde dalla strada «fino all’altezza dell’ex palazzo comunale», conferma a ‘laRegione’ Giorgio Soldini, capodicastero Anziani e ambiente di cui fanno parte anche i Servizi urbani della Città. E questo «malgrado le attuali norme di sicurezza non imponessero alcuna ulteriore misura in questo senso, tenendo inoltre conto che è stata recentemente introdotta la velocità massima di 20 km/h con precedenza ai pedoni attorno a tutto il parco».

‘Un passo nella giusta direzione’

Non sono dunque rimaste inascoltate le richieste degli oltre 250 cittadini che avevano firmato una petizione, poi inviata al Comune, nella quale si chiedeva di recintare completamente il parco giochi presente nella parte alta di Piazza Grande. Per Romina Fenaroli-Schera – residente, mamma, assistente sociale e, in particolare, una delle promotrici del testo – si tratta di «un passo nella giusta direzione. Potevano anche non fare nulla, invece, in parte, ci hanno ascoltato, prendendo la questione seriamente». La speranza ora è che questa misura serva effettivamente a rendere più sicura l’area molto frequentata da famiglie e in particolare da bambini.

Infatti, la questione della sicurezza è malauguratamente emersa lo scorso 29 settembre, quando un bambino di sette anni della regione è stato investito da un’automobile, con al volante un 66enne domiciliato nel Bellinzonese, riportando ferite di media gravità. Bambino che stava rincorrendo un pallone rotolato dal prato, dove stava giocando, in strada proprio all’altezza dell’ex palazzo comunale di Giubiasco. Un punto nel quale finora non vi era alcuna protezione a separare la carreggiata dal parco.

Ascoltate le preoccupazioni delle famiglie

Soldini tiene a ribadire e ricordare che «formalmente la sicurezza è garantita: in base alle normative in materia non sarebbero necessarie ulteriori misure. Inoltre con l’introduzione della Zona d’incontro, gli automobilisti dovranno prestare molta più attenzione, lasciando la precedenza ai pedoni». In ogni caso, dopo le segnalazioni ricevute e la conseguente petizione inoltrata «il Municipio ne ha discusso. È così stato deciso di aderire parzialmente alle preoccupazioni delle famiglie, allungando la staccionata». Una soluzione «basata sul buon senso» che non soddisfa completamente le richieste dei petenti, ma che mostra come l’esecutivo sia pronto ad ascoltare e agire nel caso lo ritenesse necessario, nonostante non fosse obbligatorio farlo.

Leggi anche:

Giubiasco, il Municipio affronterà la sicurezza del parco giochi

Bambino investito a Giubiasco inseguendo un pallone

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved