ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
12 min

‘Il ‘caso Cerutti’? Per la Sezione Plr la crisi è superata’

Il gruppo di Mendrisio incassa la ‘piena fiducia’ dei vertici cantonali. Alla Direttiva il municipale non c’era. ‘Non ritenevo fosse necessario’
Bellinzonese
13 min

Incidente d’auto a Gnosca: esce di strada e cozza contro un muro

Da una prima valutazione medica l’uomo avrebbe riportato ferite tali da metterne in pericolo la vita. La tratta rimarrà bloccata almeno fino alle 22
Ticino
2 ore

‘Il nostro sistema democratico sta vivendo un momento di crisi’

La capacità di affrontare i cambiamenti e coinvolgere la popolazione è stato il tema del quarto Simposio tra Cantone e comuni
Bellinzonese
2 ore

La valorizzazione della Sponda Sinistra si fa professionale

La Fondazione Valle Morobbia ha assunto Sabrina Bornatico per stimolare e coordinare progetti e iniziative della zona collinare del Comune di Bellinzona
Luganese
3 ore

‘Vogliamo San Martino e San Provino iscritti all’Unesco’

Una petizione chiede che le due manifestazioni rurali siano riconosciute come beni immateriali. Un’iniziativa che parte dal basso, una prima in Svizzera
Locarnese
3 ore

‘Sfruttare la luce per illuminare anche le zone d’ombra’

È l’obiettivo che la Città di Locarno vuole raggiungere grazie alle indicazioni evidenziate nel rapporto della speciale Commissione municipale economia
Mendrisiotto
3 ore

No alla violenza, il Nebiopoli incontra gli allievi di 4ª media

‘È stato interessante. Ora faremo più attenzione’. Con la visita, i giovani hanno potuto scoprire l’apparato organizzativo e di sicurezza del Carnevale
Locarnese
5 ore

Luce verde per il semaforo alla Pergola: obiettivi raggiunti

Lo indica il Consiglio federale, rispondendo a un’interrogazione di Piero Marchesi: ‘Sull’arco di una giornata risparmiate complessivamente 51 ore’
Grigioni
5 ore

Verso un miglior sostegno ai familiari curanti nei Grigioni

Individuati tre punti centrali: sensibilizzazione della popolazione e dei datori di lavoro, così come migliori condizioni per le persone che prestano cure
Bellinzonese
6 ore

Successo per il Raiffeisen Kids Ski Day a Campo Blenio

Circa 130 bambini e bambine si sono lanciati nei percorsi dello sci alpino e dello sci freestyle preparati dallo Sci Club Greina e dall’Adula Snow Team
Bellinzonese
6 ore

Col Rabadan tornano i tradizionali appuntamenti culinari

Venerdì 17 pranzo degli anziani, lunedì 20 fondue e martedì 21 febbraio ‘risott e lüganig’ del Re. Gli eventi si terranno nel capannone in Piazza del Sole
Locarnese
6 ore

Gordola, ‘la presenza della Posta è di interesse pubblico’

Plr e Verdi liberali giustificano la loro interpellanza anche sul negozio di alimentari e criticano il vicesindaco per essersi esposto
Bellinzonese
6 ore

Il Soccorso alpino fra i banchi delle Scuole Nord di Bellinzona

Un centinaio di allievi sono stati informati sul ruolo dei soccorritori, sull’attrezzatura che viene utilizzata e sui rischi degli sporti invernali
Ticino
6 ore

Sedicenni in discoteca, ‘ci adeguiamo al resto della Svizzera’

La reazione a caldo di Daniel Perri, gerente di varie discoteche del Locarnese, come il Vanilla, la Rotonda e il Pix: ‘È importante per il turismo’
Mendrisiotto
7 ore

Il Plr ticinese è con la Sezione di Mendrisio

Il partito cantonale prende atto del ‘caso Cerutti’ e dichiara ‘piena fiducia’ ai suoi esponenti locali. Si ‘guarda avanti’
Grigioni
7 ore

Sci alpino di notte e nordico di giorno a San Bernardino

Sabato 4 febbraio a Pian Cales sarà possibile sciare anche dalle 19 alle 22. Domenica 5 prova gratuita del materiale per lo sci di fondo
laR
 
15.04.2022 - 05:30
Aggiornamento: 25.10.2022 - 14:02

L’albergo San Martino di Olivone diventerà un aparthotel

La società Ribos Sa (di Luciano Cattaneo) ha ceduto lo stabile a un imprenditore svizzero tedesco. Una volta approvati i progetti, inizieranno i lavori

l-albergo-san-martino-di-olivone-diventera-un-aparthotel
Ti-Press
Chiuso da una decina di anni

Chiuso ormai da una decina di anni, l’albergo San Martino a Olivone potrebbe presto tornare a ospitare visitatori. Recentemente la Ribos Sa di Mezzovico ha infatti ceduto lo stabile «a un brillante e affidabile imprenditore svizzero tedesco che intende realizzare un aparthotel», spiega a ‘laRegione’ Luciano Cattaneo, amministratore della società immobiliare che aveva rilevato lo stabile nel 2014 dalla banca Raiffeisen che lo aveva ritirato all’asta nel 2013. «Sono da un lato sollevato e dall’altro fiducioso che questo progetto possa contribuire ad avvalorare l’immagine e la vocazione turistica dell’intera Valle di Blenio, alla quale sono molto affezionato», afferma l’avvocato il cui studio si trova a Lugano. A breve saranno quindi allestiti i progetti e, una volta approvati, sarà dato avvio ai lavori.

Tra sci di fondo e mountain bike

Negli anni si sono susseguite diverse idee su come rendere di nuovo attivo lo storico albergo San Martino. Quella più recente contemplava l’idea di realizzare uno «Ski & Bike Hotel», sottolinea Cattaneo. «Per la stagione invernale Olivone si trova a due passi dal Centro sci nordico di Campra (dove, tra l’altro, è stato fatto un ottimo lavoro), mentre d’estate la valle offre diversi percorsi per la mountain bike. Era tutto pronto, ma nel frattempo, probabilmente anche a causa dei progetti non andati in porto (come il Parc Adula) e di ulteriori chiusure (come quella dell’albergo Posta e dell’osteria al centro del paese), non abbiamo percepito l’entusiasmo necessario per procedere con questo progetto». In questo contesto, ricordiamo che anche a Ronco Bedretto lo storico albergo e ristorante Stella Alpina chiuderà, visto che non è stato trovato nessuno che volesse portare avanti l’attività. D’altra parte proprio a Olivone, invece, qualcosa si sta muovendo: tre anni fa ha aperto il B&B Cuore Alpino e recentemente la famiglia Sassella ha deciso di rinnovare l’albergo Arcobaleno.

‘Persona affidabile e già legata al territorio’

Infatti Cattaneo aveva ricevuto qualche offerta, ma i progetti sottopostigli non andavano nella direzione che auspicava, ovvero quella di realizzare un struttura che conservasse i tratti di quella attuale, mantenendo ad esempio le facciate esterne e il tetto in piode. Ora, invece, la svolta: «Recentemente si è presentato un imprenditore svizzero tedesco con un’idea solida: ovvero quella di ristrutturare l’intero complesso e di trasformarlo in un moderno e funzionale aparthotel». Concretamente si tratta di una via di mezzo tra un appartamento di vacanza e un albergo: le stanze sono solitamente attrezzate anche con una cucina, oltre che ovviamente di un bagno. Oltre che aver destato una buona impressione, questa persona è già da tempo attiva nel settore alberghiero: «Oltralpe ha già fatto operazioni simili, ritirando alberghi dismessi e trasformandoli in aparthotel. Inoltre è una persona che apprezza e già legata al territorio, visto che possiede un’abitazione di pregio proprio in Valle di Blenio». A rendere la struttura attrattiva vi è anche il fatto che vicino all’ex albergo «il Comune ha realizzato un grande posteggio che permetterà un accesso diretto all’edificio».

‘Non credevo più che si potesse fare un passo avanti’

«Avessi avuto una ventina di anni in meno, mi sarei occupato personalmente dei lavori di ristrutturazione e della gestione della struttura», afferma l’avvocato, oggi 83enne. «Ma oggi è un po’ tardi per pensarci». Per questo motivo è decisamente «contento» di aver trovato qualcuno che possa far rinascere l’ex albergo San Martino, al quale è «sentimentalmente legato». A dimostrare che Cattaneo è convinto della bontà dell’operazione, vi è il fatto che il comparto è stato ceduto «a molto meno» del valore stimato di 1,245 milioni di franchi. «Probabilmente l’avrei anche ceduto gratuitamente a qualche ente o associazione, se fosse stato previsto un progetto che mantenesse il valore storico di questo stabile». Insomma, «mi sono tolto un peso, perché malgrado l’impegno e la disponibilità, ultimamente non credevo più che si potesse fare un passo avanti». Evidentemente si sbagliava e ora è «molto soddisfatto dell’accordo raggiunto».

La passione per la Valle del Sole

Come detto, Luciano Cattaneo è molto legato alla Valle del Sole: oltre ad aver creduto nel rilancio dell’albergo San Martino, ha spesso frequentato le piste da sci di fondo di Campra che sono «una meraviglia» e ha percorso più volte la strada del Lucomagno in bicicletta, che reputa «il più bel passo del Ticino». Essendo anche appassionato di alpinismo, si è recato più volte sull’Adula e sul Sosto, il pizzo che sovrasta Olivone. Una passione per la Valle di Blenio che sembrerebbe essere di famiglia, visto che il fratello Egidio negli anni 90 rilevò gli impianti di risalita di Leontica, dando nuova vita al comparto del Nara, oggi molto apprezzato: «Quando era ormai destinato a fallire, mio fratello ebbe il coraggio di investire, ampliando l’offerta invernale e salvando così il comparto. Ancora oggi funziona molto bene e questo ci fa molto piacere».

Leggi anche:

Chiusura Stella Alpina: ‘Un passo indietro per tutta la regione’

L’hotel Arcobaleno cambia pelle e porta il Base Camp Ticino

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved