claro-500-firme-per-il-ripristino-del-selciato-della-casa-comunale
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
22 min

Acquarossa, grigliata della sezione Atte Blenio e Riviera

Domenica 12 giugno alle ore 12 al ristorante Rubino pranzo in compagnia; iscrizioni da effettuare entro il 4 giugno
Bellinzonese
38 min

Sementina, accademia di fine stagione della Sfg

Dopo due anni di assenza, sabato 28 maggio ritorna la manifestazione nella palestra del Centro Ciossetto
Ticino
1 ora

Nessun paziente Covid nei reparti di cure intense in Ticino

Non si registrano decessi da una settimana. Quello odierno è l’ultimo report quotidiano: i dati pandemici cantonali saranno ora diffusi ogni mercoledi
Locarnese
1 ora

Rivapiana Rivasana a Minusio, e l’ambiente ringrazia

Un’ottantina di partecipanti all’operazione di ripulitura organizzata dall’Agis in collaborazione con l’Istituto scolastico e il Comune
Bellinzonese
3 ore

Sarà abbattuto il cedro secolare della Chiesa evangelica

Bellinzona: una malattia ha compromesso la stabilità della pianta secolare divenuta negli anni simbolo per i fedeli. Il pastore: ‘Non facile convincerli’
Mendrisiotto
6 ore

I momò si preparano al Tour de Suisse e aspettano il ‘loro’ Gino

Nel Distretto è presente l’unico fans club di Gino Mäder. ‘Siamo nati per caso a Innsbruck’. E per il 16 giungo si pensa a una ‘Casa Gino’.
Gallery
Locarnese
6 ore

Tegna: quel tesoro verde da valorizzare

Il querceto nei pressi del campo sportivo, un unicum dal profilo naturalistico, è al centro di un progetto selvicolturale di recupero e sfruttamento
Luganese
6 ore

Polizia del Vedeggio: un terzo degli agenti sotto inchiesta

Aperta un’indagine amministrativa, coinvolto il vicecomandante, ora sospeso. Si parla di violazioni ai regolamenti di servizio.
19.03.2021 - 15:37
Aggiornamento : 16:55

Claro, 500 firme per il ripristino del selciato della casa comunale

Oltre alla ricostruzione del mosaico con la data di costruzione della stabile, i firmatari chiedono anche la realizzazione di un paio di posteggi di prossimità

Quasi 500 cittadini (nello specifico 453), in maggioranza abitanti del quartiere di Claro, ma anche claresi “espatriati” e simpatizzanti, chiedono una revisione dei lavori eseguiti dalla Città sul piazzale dell’ex casa comunale di Claro, lavori che hanno portato alla rimozione dell’acciottolato storico esistente, compreso un grande mosaico di pietre naturali colorate che recava la data di costruzione dello stabile, il 1926. A pochi anni dal secolo di vita, questo selciato e questo mosaico va ricostruito com’era, chiedono i firmatari della petizione, guidati dall’ex municipale e vicesindaco del comune, Tarcisio Bullo che ha personalmente consegnato le firme alla cancelleria della città giovedì 18 marzo.

Per i promotori della petizione non si tratta solo di ripristinare il selciato (a questo proposito, ricordiamo, rispondendo a un'interpellanza di Bixio Gianini il Municipio di Bellinzona ha annunciato che il mosaico sarà ricreato). La petizione chiede infatti anche la realizzazione di un paio di posteggi di breve durata sul piazzale dello stabile al servizio degli utenti dell'ufficio postale che da qualche settimana si è inserito nell'ex casa comunale.  “La nuova viabilità, progettata a seguito della chiusura della Posta e al trasferimento presso lo sportello comunale dei servizi postali – si legge nel comunicato diramato dai promotori della petizione – non convince tutti, in particolare perché penalizza le persone anziane e con ridotta mobilità, che non possono usufruire del posteggio appositamente destinato agli invalidi a ridosso dell’entrata dello stabile, ma sono costrette a posteggiare a monte o a valle dell’ex-casa comunale, dovendo poi affrontare delle scalinate per recarsi all’ufficio postale“. 

“La raccolta delle firme è stata un bell’esercizio di democrazia, avvenuto al di fuori degli schemi di partito e senza nessun appoggio da parte di nessuna organizzazione o associazione”, fanno notare i promotori della petizione. I quali, pur riconoscendo che le battaglie fondamentali nella vita sono altre, affermano che ci sono anche cose piccole che meritano attenzione. “Avere rispetto per quanto ci è stato tramandato dalle generazioni passate è un esercizio che dimostra attenzione, passione e amore verso un Paese a cui vogliamo bene anche oggi che si è vestito da quartiere” sottolinea Tarcisio Bullo, primo firmatario della petizione.

 

 

 

Leggi anche:

Dove sono finiti i ciottoli dell'ex casa comunale di Claro?

Ex casa comunale di Claro, il mosaico sarà ricreato

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
claro ex casa comunale petizione selciato
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved