ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
3 ore

Lugano agevola l’accesso alla cultura ai 18enni

Il pass per i giovani è stato accolto dal Consiglio comunale che ha dato luce verde al concorso per il piazzale ex Scuole (senza mercato)
Luganese
6 ore

In Appello i tre ventenni accusati di stupro di una coetanea

Sono comparsi alla sbarra i due fratelli e l’amico, tutti già condannati, che nel 2021 hanno approfittato di una ragazza: secondo loro era consenziente
Luganese
6 ore

Troppe zanzare tigre, Magliaso corre ai ripari

Nel 2022 è stata registrata un’importante espansione. L’istituto di microbiologia ha suggerito al Comune ulteriori misure
Luganese
6 ore

Carnevale in arrivo nei quartieri di Lugano

Da Villa Luganese a Davesco-Soragno, nei prossimi giorni si festeggerà in vari luoghi
Mendrisiotto
6 ore

Un’esplosione di colore in mostra al Parco San Rocco

Nella sede di Morbio Inferiore verranno esposte le opere dell’artista Vera Segre
Ticino
7 ore

La fiducia dei consumatori è bassa, ma gli acquisti non calano

È il dato, per certi versi sorprendente, che emerge dai dati della Seco. Stephani (Ustat): ‘Più preoccupazione per i rincari che per la disoccupazione’
Bellinzonese
7 ore

Al Nara c’è una fune da sostituire

Il Municipio chiede di concedere 240mila franchi per rimpiazzare, dopo 26 anni di servizio, il cavo portante-traente della seggiovia Leontica-Cancorì
Mendrisiotto
7 ore

Giornata mondiale contro il cancro infantile alla Filanda

Tre ore di incontri ed eventi sul tema, in programma il 15 febbraio al centro culturale di Mendrisio
Bellinzonese
7 ore

Raccolta di beni di prima necessità per la Turchia

La merce si potrà portare all’ingresso dell’Espocentro da domani a mezzogiorno. I primi furgoni partiranno già giovedì
07.03.2021 - 15:39
Aggiornamento: 16:44

Medie di Castione, Lumino condivide le preoccupazioni

Il Cantone ha confermato al Municipio che sta valutando due varianti alternative per il progetto di ristrutturazione dell'istituto scolastico.

medie-di-castione-lumino-condivide-le-preoccupazioni
Tuttora pendenti i ricorsi contro il progetto originale (Ti-Press)

 

Il Municipio di Lumino “condivide le preoccupazioni” contenute nell’interrogazione presentata dai consiglieri comunali per il Ppd Enea Monticelli e Damiano Della Bruna “e il principio secondo il quale gli allievi di Lumino devono continuare a frequentare le Scuole medie a Castione senza andare altrove”. Il testo era stato depositato lo scorso dicembre facendo emergere una questione di cui il Municipio era all’oscuro: le due varianti studiate dalla Sezione cantonale della logistica in merito all’ampliamento del comparto scolastico di Castione. Varianti elaborate a causa dei ricorsi tuttora pendenti contro il progetto originale, che prevede l’ampliamento della Scuola media esistente per permetterle di ospitare fino a 500 allievi e porre così rimedio ai limiti di capacità. Come dichiarato alla ’Regione’ lo scorso 18 gennaio, la Sezione della logistica attende che i ricorsi contro la modifica di Piano regolatore e il credito di progettazione votato dal Consiglio comunale siano evasi. “Nel frattempo – chiariva il Cantone – com’è normale che sia, si stanno verificando eventuali ipotesi alternative, che potrebbero essere utili nel caso in cui i ricorsi venissero accettati”. Una variante prevede la costruzione di una nuova Scuola media in un luogo imprecisato fra Bellinzona e Claro e la demolizione dell’attuale edificio a Castione. L’altra ipotesi presa in considerazione è il risanamento della vecchia struttura con la demolizione e la ricostruzione di un nuovo blocco sportivo, tuttavia con una diminuzione della capacità di studenti (ci sarebbe spazio solo per 350). In entrambi i casi, alcuni o tutti i ragazzi di Arbedo-Castione e Lumino che attualmente frequentano le Medie di Castione dovrebbero dunque recarsi in una sede più lontana. Rispondendo all’interrogazione di Monticelli e Della Bruna, il Municipio di Lumino (che negli ultimi mesi ha richiesto degli incontri con l'Esecutivo di Arbedo-Castione e con la Sezione della logistica per avere chiarezza) conferma in sostanza quanto già affermato dal Cantone: “Al momento – si legge nella risposta all'interrogazione – non ci è dato sapere se il progetto della nuova scuola potrà partire a Castione. Siamo in attesa dell’evasione dei ricorsi”. Nonostante questi ultimi paragrafi non soddisfino l’Esecutivo, “si rimane fiduciosi che le domande sollevate dall’interrogazione possano al più presto trovare rassicurazioni concrete”.

Per quanto invece attiene alla nuova scuola dell’infanzia comunale, “l’emergenza che aveva dato origine al progetto, è rientrata a seguito di un approntamento di nuove aule presso l’ex accantonamento di Castione”, le quali sono state realizzate e sono pronte ad ospitare una maggior capienza di bambini presso I’attuale scuola dell’infanzia”.

 

Leggi anche:

Il Ppd di Lumino chiede chiarezza sulle scuole di Castione

Per le Medie di Castione ‘si valutano soluzioni alternative’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved