classe-in-quarantena-alle-elementari-nord-di-bellinzona
Può colpire anche i bambini (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
55 min

Polo sportivo, dalla Curva Nord intimidazioni ai contrari

Mentre a Lugano la politica si spacca e il Pse diventa il tema principale della campagna elettorale, sale alle stelle la tensione sui social
Locarnese
55 min

Locarnese, nella marea delle richieste di aiuto

L’elenco dei sostegni elargiti come salvagenti nelle acque alte della pandemia è ampio, ma a lungo andare in molti rischiano di affondare
Locarnese
9 ore

‘Insicura’. ‘No, conforme’. La ciclopista è un saliscendi

Per la nuova corsia cantonale Mappo-Verbanella a Minusio il Municipio auspica da mesi ulteriori interventi del Cantone. Che però non ci sente
Ticino
9 ore

'Formazione teorica e gratuita per i detentori di cani'

Dopo la decisione del 2016 delle Camere federali ('un errore'), la maggioranza della Costituzione e leggi chiede al Consiglio di Stato di (re)introdurre in Ticino il corso
Luganese
10 ore

Fiamme all'esterno di un magazzino in via Stazione a Cadro

L'incendio è divampato oggi verso le 17. I pompieri di Lugano hanno domato il rogo prima si propagasse agli stabili adiacenti. I danni sarebbero contenuti
Ticino
10 ore

Vaccinazioni: Modello inglese? Non in Ticino

Il farmacista cantonale: ‘Non ci sono studi che dimostrano l'efficacia di questo schema’
Ticino
10 ore

Aiuti alla stampa, per il governo bastano quelli di Berna

Secondo il Consiglio di Stato la mozione Jelmini ‘per un’informazione a km 0’ sarebbe di fatto evasa. Delusa l’Associazione ticinese dei giornalisti
Bellinzonese
10 ore

Riapre i battenti, con Vicari, la Casa Rotonda di Corzoneso

Dal 6 marzo e fino al 13 giugno prolungata la mostra con immagini scattate dal celebre fotografo luganese
Ticino
10 ore

'L'Ufficio di statistica rimanga nel Dfe'. Ma il Ps non ci sta

La maggioranza della commissione respinge la proposta di Simona Arigoni Zürcher (Mps-Pop-Indipendenti). I socialisti annunciano un rapporto di minoranza
Mendrisiotto
10 ore

Palazzo Turconi ha fatto spazio alla biblioteca

Il servizio ha traslocato nell'edificio. A disposizione di un patrimonio di libri e documenti ci sono 1'800 metri quadri
Bellinzonese
11 ore

Bellinzona e progetto Chiè d’Lena: ‘Sia abbandonato’

Dal Consiglio comunale la voce critica di Luigi Calanca, che chiede lumi sul previsto investimento milionario e sull'utilizzo come scuola montana
Ticino
11 ore

Covid, ‘In Ticino scuola in presenza finché sarà possibile’

Nel frattempo alcune zone italiane confinanti con la Svizzera hanno reintrodotto la didattica a distanza a causa dell'aumento dei contagi
Luganese
11 ore

Caslano, nuova perizia psichiatrica sull'omicida

Secondo un nuovo referto il giovane che uccise sua nonna può beneficiare di una scemata imputabilità di grado medio. Il caso torna in Appello
Ticino
12 ore

‘Annunci su Airbnb solo con un numero identificativo’

Cambia la procedura per affittare online gli alloggi ad uso turistico. La commissione ‘Economia’ firma il rapporto di Pini (Plr): ‘Snella e digitale’
Luganese
12 ore

Campione d'Italia da domani zona arancione rafforzata

Le scuole saranno chiuse almeno fino al 10 marzo. Intanto nell'enclave è anche iniziata la vaccinazione
Luganese
12 ore

Monteceneri, la lista rossoverde è compatta

Obiettivo: confermare il seggio in Municipio e rafforzarsi a livello di Consiglio comunale in modo da proporsi come forza di cambiamento
Locarnese
12 ore

Giallo di Muralto, il processo dal 1° luglio

Previsti tre giorni di dibattimento a carico del germanico accusato dell'assassinio delle 22enne inglese all'albergo La Palma
Bellinzonese
22.01.2021 - 15:220
Aggiornamento : 19:52

Classe in quarantena alle Elementari Nord di Bellinzona

L'Ufficio del medico cantonale lo ha deciso dopo la terza positività. Iniziata nell'aula magna la vaccinazione degli over 80

Tre compagni di classe alle Scuole elementari Nord di Bellinzona sono risultati positivi al Covid-19. Fino a questa mattina, venerdì, le valutazioni effettuate negli ultimi giorni dall’Ufficio del medico cantonale non indicavano la necessità d’istituire una quarantena di classe (si tratta di una quarta). Motivo, riferitoci dal Decs: «I primi due bambini risultati positivi da inizio settimana hanno contratto il virus non svolgendo attività comuni scolastiche o extra-scolastiche, bensì nell’ambito dei rispettivi nuclei familiari». In una delle due famiglie, tuttavia, non risultano esserci altri contagi. Nel frattempo il bilancio in classe si è aggravato con la terza positività confermata nella tarda serata di giovedì. Seguita, oggi pomeriggio verso le 15, dall’ordine del medico cantonale di mettere subito l’intera classe in quarantena per la durata di dieci giorni.

Ciò che sta creando apprensione fra taluni genitori per le possibili ripercussioni nei rispettivi nuclei familiari, visto anche il tempo trascorso (più giorni) fra le prime due positività e la decisione di mettere tutti in quarantena. Per ora non viene confermata, invece, la positività di almeno un altro alunno di quinta. La quarantena di classe può essere istituita partendo da due casi di positività ma a precise condizioni, fra cui quella di avere svolto attività comuni di vario genere (sia interne, sia esterne all’istituto) senza rispettare le norme di distanziamento previste e coinvolgendo altri compagni.

La Lega interpella: ‘Informazione lacunosa alle famiglie’

Intanto il caso diventa anche politico, con una serie di domande che la Lega pone sotto forma d'interpellanza al Municipio partendo da “diverse” testimonianze raccolte presso genitori preoccupati. Riguardo alle decisioni relative alle quarantene, “sono state ordinate in tempo utile?”. Spesso – viene rimarcato – le famiglie chiedono informazioni, ma altrettanto sovente si trovano rimbalzate da un muro di gomma. Ciò che fa concludere per una “trasparenza volutamente lacunosa”. Da qui la richiesta di dati precisi su tutti i casi di positività riscontrati fino ad oggi nelle scuole comunali. La Lega vuole anche sapere come mai a specifiche richieste d'informazione i genitori non hanno potuto ottenere spiegazioni: “Dipende tutto dalla privacy oppure si sarebbe potuto, soprattutto in ottica preventiva, informare più puntualmente?”. Quanto alle Scuole Nord, “la direzione ha messo in atto tutte le misure preventive?”.

I Verdi chiedono lumi sull'insegnamento a distanza

Anche i Verdi colgono l'occasione per rivolgere alcune domande al Municipio. Tema, l'insegnamento a distanza che secondo i consiglieri comunali Ronald David e Marco Noi ha mostrato dei limiti durante la prima ondata, anche nel côté tecnico. Da qui una serie di domande: “Il Municipio ha predisposto la possibilità di ricevere, in caso di necessità, il materiale tecnico necessario (hardware) per permettere agli allievi di seguire le lezioni a distanza per le scuole comunali? Ha contemplato anche la possibilità di ricevere delle connessioni internet, limitata al solo uso scolastico, a quelle famiglie che ne sono sprovviste? Come si svolge l'insegnamento nel caso in cui la quarantena disposta dalle autorità sanitarie riguarda unicamente uno o comunque pochi allievi? Quali strategie adotta il Municipio per permettere a questi allievi di ricevere il diritto fondamentale all'insegnamento?”.

Piazzale transennato

Da notare che proprio nell’aula magna delle Scuole Nord la Città ha istituito il centro di vaccinazione in funzione da ieri e fino a lunedì/martedì prossimi per la prima fase riservata agli anziani con più di 80 anni e loro conviventi over  75. Una vicinanza logistica anziani-bambini risolta dalle autorità con la creazione di due percorsi d'entrata differenti per ‘vaccinandi’ e alunni, così da evitare l’incrocio. «Ciò che ha però obbligato a concentrare in un solo lato del complesso l'entrata e l'uscita degli allievi, prima meglio distribuita, limitando anche l'uso a scopo ludico del piazzale per consentire il posteggio dei veicoli», annota, con tanto di foto alla mano, Matteo Pronzini dell'Mps che aveva già sollevato la questione della vicinanza all'indirizzo del governo.

Prima giornata ‘senza intoppi’

Intanto il Comune di Bellinzona informa alle 9 di stamattina l’aula magna ha accolto i primi cittadini over 80 che erano in possesso di un appuntamento per vaccinarsi. In questa prima fase il Centro regionale organizzato dalla Città rimarrà aperto fino a lunedì 25. La prima giornata si è svolta senza intoppi né ritardi. Con 150 cittadini vaccinati al giorno, verranno accolte 600 persone da qui fino a lunedi 25. Dopo aver ricevuto il preparato di tipo Moderna, sul posto viene fornito l’appuntamento per il richiamo previsto a 28 giorni di distanza. Una volta rese note le tempistiche per le ulteriori dosi disponibili del vaccino, la Città prenderà contatto anche con il centinaio di over 80 che ha aderito all’appello ma che non ha finora ricevuto un appuntamento. Al momento la raccomandazione a vaccinarsi da parte delle autorità è stata ben accolta, con oltre due terzi degli anziani in questa fascia d’età che hanno mostrato interesse. Chi non lo avesse ancora fatto, può ancora annunciarsi agli sportelli di quartiere per essere iscritto sulla lista d’attesa. Successivamente verranno aperte le iscrizioni per gli over 75. A livello logistico l’aula magna è stata adibita in modo da poter garantire tre linee di vaccinazione. Il tutto senza interagire con gli allievi e il corpo insegnanti. Oltre al medico che supervisiona le operazioni ed effettua le anamnesi, agli infermieri della Croce Verde di Bellinzona e ai collaboratori della Città, anche alcuni militi della Protezione civile stanno collaborando per l’organizzazione del centro.

Guarda le 2 immagini
© Regiopress, All rights reserved