pellegrinaggio-a-re
Re
01.07.2021 - 01:00

Pellegrinaggio a Re

Una combinazione perfetta per chi desidera unire il proprio percorso spirituale e introspettivo alla tranquillità del viaggio in treno godendo le bellezze di un paesaggio splendido in ogni stagione.

Il comune di Re è noto per la presenza del celebre santuario della Madonna del Sangue. Le montagne circostanti, ricoperte da boschi di faggi e pini, si tingono nelle diverse stagioni, regalando paesaggi incantati. Un piccolo parco giochi, ai piedi del santuario, offre un’occasione di svago per i più piccoli.

Il Santuario

Il Santuario della Madonna del Sangue di Re, ben visibile dal treno, spicca in tutta la sua imponenza dominando la piana sottostante. Si narra che, nel 1494, un piccolo affresco della Madonna del Latte, colpito da una pietra, iniziò a sanguinare, dando origine alla devozione della Madonna ferita, oggi venerata nella cattedrale di Santa Croce.

Il complesso del Santuario è costituito da due edifici, incorporati tra loro: la piccola Chiesa di San Maurizio e la Basilica, le cui 30 vetrate colorate regalano suggestivi giochi di luce lungo l’intera giornata. L’ampia Cripta, con una capienza di 200 posti, è stata adibita a Cappella della Riconciliazione.

Nel Santuario e nel Museo adiacente sono conservati gli oltre 300 ex-voto dipinti su tela che dal 1658 ad oggi documentano le grazie ricevute dai fedeli.

Il viaggio

Re può essere comodamente raggiunta con i treni della Ferrovia Vigezzina-Centovalli.

Il biglietto può essere acquistato online o presso La Biglietteria FART di Locarno.

Maggiori informazioni cliccando qui

Tenta la fortuna

Inviando una foto di un paesaggio della Valle Vigezzo a marketing@centovalli.ch entro il 31.07.2021 si partecipa all’estrazione di 4 biglietti per viaggiare a bordo della nostra ferrovia tra Locarno e Domodossola.

 

¯¯¯¯¯¯

Profilo Facebook

Profilo Instagram  -  #vigezzinacentovalli

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
centovalli fart santuario viaggio
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved