Svizzera

A Palazzo federale zuffa fra Thomas Aeschi e la polizia

Scontro fisico tra il capogruppo Udc e gli agenti che bloccavano le scale per il servizio fotografico con il presidente del parlamento ucraino

Un fotogramma del video
(Nau.ch)
12 giugno 2024
|

Il consigliere nazionale e presidente del gruppo parlamentare dell'Udc, Thomas Aeschi, si è azzuffato questa mattina con agenti di polizia armati, di guardia a Palazzo federale. La scena, immortalata in un video da una persona presente all'interno della sede, è stata pubblicata su diversi portali online.

La colluttazione è nata a causa di una postazione di blocco istituita dagli agenti a margine di un servizio fotografico previsto con il presidente del parlamento ucraino Ruslan Stefanchuk – presente a Berna – e il presidente del Consiglio nazionale Eric Nussbaumer. Aeschi si era rifiutato di rispettare le disposizioni dei poliziotti appostati sulle gradinate all'interno del Palazzo federale.

Lo stesso deputato zughese, protagonista dell'accaduto, ha puntualmente postato a sua volta il breve video sulla sua pagina X (ex Twitter) e commentato di persona la scaramuccia avuta con le forze dell'ordine: "Come potete vedere nel video, non mi sono lasciato fermare. Il punto è che durante la sessione i lavori parlamentari hanno la precedenza sulle visite di Stati esteri".

Le immagini mostrano anche un'altra persona che viene spinta via dalle forze dell'ordine. Secondo il portale del quotidiano Tages-Anzeiger, si tratterebbe del consigliere nazionale e compagno di partito di Aeschi Michael Graber.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔