Svizzera

Berna coprirà i costi di vaccinazione Covid fino a metà 2024

Dal primo gennaio, la Confederazione non si assumerà tuttavia più i costi delle vaccinazioni effettuate nelle farmacie

Da campagna a campagna
(Ti-Press)
29 novembre 2023
|

La Confederazione continuerà ad assumersi i costi della vaccinazione anti-Covid-19 almeno fino alla metà del 2024. Lo ha annunciato il Consiglio federale. La normativa vigente scade infatti a fine anno. Il vaccino costituisce ancora un elemento centrale nella prevenzione di decorsi gravi per le persone particolarmente a rischio, scrive il governo in un comunicato. "Affinché l'accesso alla vaccinazione anti-Covid-19 rimanga il più possibile a bassa soglia, le vaccinazioni raccomandate continuano a essere gratuite per la popolazione in Svizzera", aggiunge l'esecutivo, precisando che i costi sono coperti dall'assicurazione sanitaria di base, dalla Confederazione e dai Cantoni.

Dal primo gennaio, Berna non si assumerà tuttavia più i costi delle vaccinazioni effettuate nelle farmacie. Il Consiglio federale ritiene sufficienti le offerte proposte da studi medici, ospedali e centri di vaccinazione.

Nel comunicato il governo annuncia anche che da metà 2024 il sistema centralizzato di acquisto e distribuzione gestiti dallo Stato lascerà il posto alle normali strutture del mercato privato. Secondo il governo il mercato è ora in grado di soddisfare la domanda per quel che concerne i vaccini anti-Covid.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE