Svizzera

‘Tradizionale - Sorprendente - Vario’, lo jodel torna primattore

Ultimi preparativi e poi per tre giorni a Zugo sarà Festa federale. Sei anni dopo l'ultima volta: attesi oltre 150'000 visitatori

L’ultima volta, a Briga nel 2017
(Keystone)
11 giugno 2023
|

Jodel, corni alpini e sventolio di bandiere: dopo una pausa di sei anni legata al Covid, il prossimo fine settimana si terrà nuovamente la Festa federale dello jodel, a Zugo. Nei tre giorni dell'evento gli organizzatori si aspettano oltre 150'000 visitatori.

L'ultima edizione della Festa federale dello jodel avrebbe dovuto svolgersi a Basilea nel 2020; prima è stata rimandata di un anno a causa dell'epidemia, poi, considerato che la situazione nel 2021 non si era attenuata come previsto, il comitato organizzatore ha dovuto cancellare del tutto l'evento che si svolge ogni tre anni.

Ora, a sei anni dall'ultima edizione a Briga (Vs), si svolgerà come previsto a Zugo: si esibiranno circa 15'000 jodler, sbandieratori e suonatori di corno alpino. Parteciperanno anche club provenienti dall'estero. Secondo un comunicato stampa degli organizzatori, il budget per il grande evento è di 5,8 milioni di franchi.

La 31esima edizione – il cui motto è ‘Tradizionale - Sorprendente - Vario’ – prenderà il via venerdì alle 13 con la cerimonia di apertura sulla Landsgemeindeplatz. Diverse formazioni sfileranno e rimetteranno la bandiera svizzera. In seguito inizieranno le prime competizioni. Il villaggio dello jodel con le bancarelle di cibo e il mercato si trovnoa in riva al lago.

Domenica mattina alle 9.30 si terrà la cerimonia ufficiale nella Bossard Arena. A partire dalle 14 è in programma la sfilata per la città di Zugo.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE