ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
59 min

Dopo la pandemia, meno ‘littering’ in Svizzera

Diverse città, fra le quali Lugano, hanno messo in atto misure per contrastare il fenomeno dell’abbandono indiscriminato di rifiuti in terra
Svizzera
1 ora

In Svizzera c’è una grave carenza di personale specializzato

In difficoltà soprattutto i settori della sanità, dell’informatica e delle scienze ingegneristiche. A rilevarlo il relativo indice di Adecco
Svizzera
3 ore

A Berna inizia il dibattito sul preventivo 2023

Pandemia e salvataggio del settore energetico pesano sul budget della Confederazione, previsto in deficit per 4,8 miliardi di franchi
Svizzera
4 ore

Al via la visita in Svizzera del presidente italiano Mattarella

Il Presidente della Repubblica incontrerà il presidente della Confederazione Cassis e i consigliere federali Sommaruga, Amherd e Parmelin
Svizzera
16 ore

Consiglio degli Stati, Brigitte Häberli-Koller eletta presidente

La turgoviese del Centro prende il posto di Thomas Hefti (Plr/Gl) che ha deciso di non presentarsi alle elezioni federali del prossimo ottobre
Svizzera
16 ore

Pirati della strada, pene severe ma eccezioni possibili

Dopo il Nazionale, marcia indietro anche agli Stati sull‘attenuazione delle pene. Si introducono però attenuanti per chi sgarra per la prima volta
Svizzera
17 ore

Saranno quasi 200 i milioni di franchi destinati all’ambiente

Lo ha deciso il Consiglio degli Stati per 29 voti a 16, approvando una proposta di minoranza della verde Adèle Thorens Goumaz
Svizzera
18 ore

Cure infermieristiche, approvato rafforzamento professione

L’iniziativa chiede in particolare che sia disponibile un numero sufficiente di infermieri diplomati per rispondere al fabbisogno crescente di cure
Svizzera
19 ore

Agricoltura: più impiego di erbicidi, insetticidi e fungicidi

Vendute nel 2021 circa 2’259 tonnellate di prodotti fitosanitari, 329 tonnellate in più rispetto al 2020
Svizzera
21 ore

Nessuna sanzione disciplinare contro Roger Köppel

Il consigliere nazionale Udc era sospettato di aver violato il segreto d’ufficio per alcune dichiarazioni sul suo canale video
29.09.2022 - 11:07
Aggiornamento: 22:26

Si incaglia al Nazionale l’abolizione del valore locativo

Il dossier torna in commissione. La maggioranza della Camera del popolo vuole coinvolgere maggiormente i Cantoni

Ats, a cura di Red.Svizzera
si-incaglia-al-nazionale-l-abolizione-del-valore-locativo
Keystone
Meglio pensarci bene, altrimenti si rischia un’altra sconfitta in votazione popolare

Berna – Il sistema d’imposizione del valore locativo va rivisto, ma coinvolgendo maggiormente i Cantoni, che attualmente sono molto critici in merito alla riforma. È quanto ritiene il Consiglio nazionale che ha rinviato in commissione il progetto che mira a riformare il sistema d’imposizione della proprietà immobiliare che risale alla Prima guerra mondiale.

Una minoranza, che avrebbe voluto rimanere allo status quo (la proposta di non entrata in materia è però stata bocciata con 125 voti contro 68), ha sostenuto che l’abolizione del valore locativo – un reddito fittizio da cui il proprietario può dedurre gli interessi passivi e i costi di manutenzione – rafforzerà i privilegi di cui godono i proprietari. Oggi sono gli inquilini ad essere penalizzati e a pagare affitti eccessivi, ha sostenuto Balthasar Glättli (Verdi/ZH).

Samuel Bendahan (PS/VD) si è da parte sua detto molto preoccupato per le perdite fiscali delle casse pubbliche: 3,8 miliardi. "È inaccettabile", ha sostenuto il vodese. Insomma, ha proseguito, con questo progetto la maggioranza vuole "il soldino e il panino".

Per Cédric Wermuth (PS/AG) il valore locativo ha il suo motivo di esistere: rappresenta la tassazione di un beneficio di cui si dispone. Il socialista ha poi sostenuto come sia giuridicamente difficile fare la distinzione tra residenze primarie e secondarie. I Cantoni di montagna, del resto, sono preoccupati, ha detto l’argoviese.

Imposta ingiusta

Il valore locativo, introdotto nel 1915 come imposta di guerra "una tantum", rappresenta un relitto del passato la cui esistenza è all’origine dell’eccessivo indebitamento degli svizzeri, ha replicato Esther Friedli (UDC/SG).

Tassando un reddito fittizio derivante dal vivere in casa propria i proprietari non vengono incoraggiati a ripagare l’ipoteca, ha affermato da parte sua la relatrice commissionale Céline Amaudruz (UDC/GE). Un simile prelievo, inoltre, è un unicum: esiste solo in Svizzera.

Il valore locativo è percepito come un’ingiustizia, soprattutto quando la casa è pagata poiché non possono più dedurre dalle imposte gli interessi passivi, mentre il valore locativo rimane, hanno aggiunto altri oratori. La gente semplicemente non capisce questa tassa. Insomma, come riassunto da Petra Gössi (PLR/SZ): "Dopo anni di discussioni è giunto il momento di prendere posizione chiaramente a favore di un cambiamento di sistema".

Rinvio

L’Alleanza del Centro ha da parte sua chiesto – e ottenuto (con 114 voti contro 77 e 2 astensioni il "sì" è venuto da PS, Verdi, Centro e PVL) – il rinvio del progetto in commissione. I progetti legati alla fiscalità hanno difficoltà ad essere approvati in votazione, lo abbiamo visto domenica scorsa, ha affermato Markus Ritter (Centro/SG). "Siamo favorevoli a un cambiamento di sistema, ma il disegno attuale non ci soddisfa", ha aggiunto Leo Müller (Centro/LU). Serve una riforma che convinca la maggioranza dei Cantoni e della popolazione.

I Cantoni hanno chiaramente fatto sapere di essere contrari alla legge nella versione uscita dal Consiglio degli Stati, ha ricordato da parte sua il consigliere federale Ueli Maurer. Orbene, "una riforma fiscale non può riuscire senza il loro sostegno", ha sostenuto il ministro delle Finanze.

"Dobbiamo prenderci il tempo di coinvolgere maggiormente le autorità cantonali nell’elaborazione della riforma", ha poi detto Ritter. Ciò è possibile con l’istituzione di una sottocommissione, così come chiesto dalla proposta di rinvio, ha riassunto il sangallese.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved