29.08.2022 - 12:28
Aggiornamento: 14:00

Pensioni, ‘troppa differenza tra uomini e donne’

L’Unione sindacale svizzera (Uss) ha fissato a oggi l’‘Equal Pension Day’. Gli uomini hanno già percepito le rendite che le donne ricevono in un anno

Ats, a cura di Red.Web
pensioni-troppa-differenza-tra-uomini-e-donne
Keystone

Dal primo gennaio al 29 agosto gli uomini complessivamente hanno già ricevuto una pensione pari a quella che spetta alle donne nell’intero anno. A rimarcarlo è l’Unione sindacale svizzera (Uss), che per questa ragione ha fissato a oggi l’"Equal Pension Day" per l’anno in corso.

‘Pensioni inferiori di almeno un terzo’

Le rendite di vecchiaia delle donne sono inferiori di almeno un terzo rispetto a quelle degli uomini, scrive l’Uss in un comunicato. Tale differenza "è la conseguenza delle opportunità di lavoro diseguali per le madri".

Esse infatti spesso interrompono l’attività professionale e passano a un lavoro a tempo parziale per occuparsi della casa e della famiglia. A causa di ciò, rischiano poi di avere rendite misere, lamenta il sindacato.

‘La riforma dell’Avs peggiorerebbe la situazione’

Stando all’Uss, l’accettazione della riforma dell’Avs, in votazione il prossimo 25 settembre e che prevede tra le altre cose l’innalzamento dell’età pensionistica delle donne a 65 anni, peggiorerebbe ulteriormente la situazione. Bisognerebbe invece rafforzare l’assicurazione per la vecchiaia e i superstiti, oltre che modernizzare il secondo pilastro.

Si tratta del terzo anno che l’Uss, tramite l’"Equal Pension Day", attira l’attenzione sulla discriminazione fra sessi in materia di pensione. L’iniziativa è stata infatti lanciata nel 2020.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved