10.07.2022 - 12:35
Aggiornamento: 14:20

Stop con gli scatti automatici di stipendio in base all’età

Impieghi poco attrattivi per i giovani e a rischio di ‘sedentarietà’ per i lavoratori di lungo corso: a Berna c’è chi chiede un cambiamento

Ats, a cura di Red.Web
stop-con-gli-scatti-automatici-di-stipendio-in-base-all-eta
Ti-Press
Denaro a volte ‘sprecato’ per gli ultracinquantenni

Basta con gli scatti automatici del salario basati sull’età, che a Berna – come in tanti altri cantoni – vigono ad esempio per molte professioni del settore pubblico, dai docenti agli agenti di polizia: un gruppo di parlamentari borghesi chiede con una mozione in Gran Consiglio di rinunciare a questa tradizione.

"Il Cantone non riesce a tenere il passo con gli altri datori di lavoro in termini di salari per gli specialisti ben qualificati tra i 30 e i 45 anni", afferma il deputato Plr Daniel Arni in dichiarazioni riportate oggi dalla Nzz am Sonntag. A suo avviso il denaro viene infatti ‘sprecato’ per gli ultracinquantenni.

L’esistenza del problema viene confermata al domenicale dal consulente salariale Urs Klingler: un automatismo fisso che lega il reddito all’anzianità di servizio porta all’ingiustizia, sostiene. "I dipendenti di lunga data possono diventare impiegati da poltrona, mentre i giovani non sono abbastanza attratti dall’impiego".

L’ufficio del personale del Canton Berna difende per contro l’attuale scala salariale: gli stipendi riflettono la crescita dell’esperienza e delle prestazioni nel corso degli anni, viene spiegato. Stando alla Nzz am Sonntag, un giovane forestale guadagna tra i 72’000 e i 79’000 franchi, una busta paga che sale a valori fra 110’000 e 127’000 franchi alla soglia della pensione.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved