13.06.2022 - 17:13
Aggiornamento: 17:54

Orizzonte Europa, Berlino tende la mano alla Svizzera

La Germania vorrebbe accelerare l’inizio dei negoziati con Berna sul programma di ricerca dell’Ue

Ats, a cura de laRegione
orizzonte-europa-berlino-tende-la-mano-alla-svizzera
Keystone
Il ministro tedesco dell’economia Robert Habeck

Il ministro tedesco dell’economia, Robert Habeck, e la ministra degli esteri, Annalena Baerbock, hanno recentemente parlato della Svizzera col vicepresidente della Commissione europea e commissario europeo per le relazioni con la Confederazione Maros Sefcovic. Apparentemente Berlino vuole che i negoziati con Berna sul programma di ricerca Orizzonte Europa inizino in tempi brevi.

Contattato dall’agenzia Keystone-Ats, il Dipartimento federale degli affari esteri (Dfae) accoglie con favore questo passo. Secondo la Germania, la Commissione europea dovrebbe anche avviare al più presto negoziati con la Confederazione in merito al programma ‘Erasmus plus’, fa sapere il Dfae.

Secondo il Dipartimento diretto da Ignazio Cassis, Berlino è anche impegnata a trovare una soluzione alle questioni in sospeso nel settore medtech. Poiché l’Ue non aggiorna più l’Accordo sull’abolizione degli ostacoli tecnici al commercio (Mra) a causa delle questioni istituzionali aperte, l’industria svizzera dei dispositivi medici ha perso l’accesso privilegiato al mercato interno dell’Ue.

È auspicabile che gli Stati membri dell’Ue esprimano alla Commissione europea il proprio interesse per una relazione regolamentata tra l’Ue e la Svizzera, afferma il Dfae.

Il Ministero degli esteri tedesco ha motivato all’agenzia Keystone-Ats l’impegno della Germania nei confronti della Svizzera con gli "stretti legami sociali ed economici". Per questo motivo, le relazioni tra i due Paesi sono state particolarmente colpite dalla rottura unilaterale dei negoziati sull’accordo quadro istituzionale con l’Ue, sottolinea Berlino.

Relazioni commerciali ed economiche stabili e giuridicamente sicure tra l’Ue e la Svizzera sono di grande importanza per la Germania, ha concluso il Ministero degli esteri tedesco.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved