ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
3 ore

Migros: in arrivo ‘Teo’, il negozio senza personale

Vi si potrà accedere mediante carta di credito oppure un codice QR Cumulus. La casse automatiche accetteranno anche il pagamento con twint
Svizzera
6 ore

Impressum chiede aumenti salariali nei media

Sollecitato l’adeguamento delle retribuzioni in funzione dell’inflazione. ‘Non concederlo equivarrebbe a una riduzione dello stipendio’
Svizzera
6 ore

‘Io, adolescente e con la fedina penale già macchiata’

Fra i reati più commessi dai giovanissimi ci sono il taccheggio e il porto abusivo di armi, lo indica un’indagine internazionale
Svizzera
7 ore

Crescono i pernottamenti in Svizzera. Ma non in Ticino

In controtendenza rispetto a quella nazionale, nel nostro cantone in agosto la flessione è stata del 16%. Ma nel 2021 cifre ‘dopate’
Svizzera
8 ore

Covid, da lunedì quarta dose in tutta la Svizzera

Come a livello cantonale, la vaccinazione è consigliata soprattutto alle persone a rischio sopra i 65 anni e al personale sanitario
Svizzera
8 ore

Addio ai ‘gioielli di famiglia’ per Credit Suisse

L’istituto di credito ha avviato il processo di vendita dell’albergo di lusso Savoy, ultimo grande immobile ancora di proprietà della banca
Svizzera
9 ore

Sedicenne gravemente ustionato da un arco elettrico

Il giovane, che si trovava accanto a un treno merci fermo alla stazione di Rafz, nel canton Zurigo, è stato elitrasportato all’ospedale
Svizzera
11 ore

Successione di Maurer, anche Rickli e Stamm Hurter si defilano

L’ex consigliera nazionale di Winterthur, tra i favoriti per il posto vacante in governo, non sarà della corsa. Così come l’ex vicepresidente dell’Udc
07.06.2022 - 17:59
Aggiornamento: 18:18

Berset difende l’acquisto di milioni di dosi di vaccino

‘La sicurezza ha il suo prezzo’, ha affermato il consigliere federale. Diciannove milioni di dosi verranno donate tramite Covax, ma la domanda è calata

Ats, a cura de laRegione
berset-difende-l-acquisto-di-milioni-di-dosi-di-vaccino
Keystone

A oggi, in Svizzera sono state somministrate 15,7 milioni di dosi di vaccino contro il Covid-19. Per l’anno in corso sono disponibili 33 milioni di nuove dosi. Secondo il consigliere federale Alain Berset, si tratta di una decisione volta ad una maggiore sicurezza.

Berset ha difeso la decisione del Consiglio federale di riservare così tanti vaccini. "La sicurezza ha il suo prezzo", ha dichiarato martedì durante il ‘question time’ del Consiglio nazionale. Il leader dell’Alleanza del centro Philipp Matthias Bregy (Vs) lo aveva invitato a dare spiegazioni.

Il Consiglio federale non vuole mai più trovarsi nella situazione di dover imporre misure drastiche, ha detto Berset. La vaccinazione è molto importante in questo senso. "Vogliamo essere in grado di fornire alla popolazione svizzera i vaccini più recenti ed efficaci in ogni momento".

Secondo Berset, ordinare diversi milioni di vaccini da diversi fornitori minimizza anche il rischio di fallimento da parte dei singoli produttori. Inoltre, dal punto di vista attuale, non è ancora possibile stabilire quale produttore sarà in grado di fornire il vaccino più efficace in autunno.

Ridurre il credito supplementare

In considerazione dell’eccesso di offerta in Svizzera, il Consiglio degli Stati aveva recentemente deciso di stanziare meno fondi per i vaccini contro il Covid-19 rispetto al Consiglio federale e al Consiglio nazionale. Ha deciso di ridurre il corrispondente credito supplementare da 314 milioni di franchi a 68 milioni di franchi e il credito d’impegno supplementare da 780 milioni di franchi a 300 milioni di franchi.

Invece dei 33 milioni di dosi di vaccino previsti dal Consiglio federale, la maggioranza della Camera alta vuole acquistare 20 milioni di dosi per evitare sprechi. Una differenza con il Consiglio nazionale è opportuna anche perché i consiglieri potrebbero così ricevere chiarezza sugli ultimi obblighi per la consegna dei vaccini.

19 milioni di dosi tramite Covax

Il Consiglio federale ha finora deciso di trasmettere un totale di 19 milioni di dosi di vaccino. La donazione di queste dosi in eccesso avverrà principalmente attraverso l’iniziativa globale Covax. Secondo Alain Berset, tuttavia, la domanda sta diminuendo anche nei Paesi a basso reddito.

Finora erano in preparazione 15 milioni di dosi, che la Confederazione avrebbe trasmesso tramite Covax. Il Consiglio federale sta facendo tutto il possibile per garantire che le dosi in eccesso vengano cedute ad altri Paesi, ha dichiarato martedì Berset durante l’ora delle domande in Consiglio nazionale. Tuttavia, la domanda dall’estero è in calo dall’inizio del 2022, motivo per cui le prime dosi hanno già dovuto essere distrutte.

Come si è saputo alla fine di maggio, circa 620mila dosi di vaccino di Moderna conservate in Svizzera sono scadute a maggio e saranno smaltite. Secondo Berset, è prevedibile che ne verranno distrutte altre.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved