una-maggiore-collaborazione-con-la-nato-e-un-opzione
Keystone
Se ne discute
24.05.2022 - 14:33
Aggiornamento: 15:23
Ats, a cura de laRegione

Una maggiore collaborazione con la Nato è un’opzione

A Davos incontro tra la consigliera federale Viola Amherd e il segretario generale dell’Alleanza atlantica Jens Stoltenberg

La Svizzera e la Nato potrebbero rafforzare la loro cooperazione. Incontrando oggi la consigliera federale Viola Amherd, il segretario generale dell’Alleanza atlantica Jens Stoltenberg ha detto che una forte partnership con Berna sarà mantenuta anche con l’adesione di Finlandia e Svezia.

Il norvegese si è detto "aperto" a una relazione più stretta, ha detto Amherd a Keystone-Ats a Davos, a margine del Forum economico mondiale (Wef). L’iniziativa deve però venire dalla Svizzera. "Stiamo studiando la questione" ha aggiunto la titolare del Dipartimento della difesa (Ddps). Un rapporto in materia è atteso per ottobre. Tra le possibilità, potrebbero esserci esercitazioni comuni supplementari.

D’altra parte, l’adesione non è chiaramente un’opzione, così come la possibilità di consegnare armi o munizioni che sarebbero poi utilizzate in un conflitto, come vorrebbe fare la Germania con l’Ucraina.

La Svizzera fa parte del Partenariato per la pace della Nato. Se Finlandia e Svezia diventassero membri dell’Alleanza atlantica lascerebbero questo dispositivo. Ahmerd non nasconde di essere preoccupata da ciò. Ma Stoltenberg "mi ha rassicurato" su questo punto, ha aggiunto.

Il prossimo vertice della Nato si svolgerà alla fine di giugno a Madrid. La possibilità che la Svizzera venga invitata non è stata discussa, ha precisato la consigliera federale.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
nato viola amherd world economic forum
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved