02.03.2022 - 16:22
Aggiornamento: 16:49

Il Nazionale: sostituire ‘omicidio passionale’ nel codice penale

Accolta una mozione di Greta Gysin a favore dell’utilizzo in italiano e francese di un termine neutro che non richiami l’omicidio tra partner o ex partner

ATS, a cura di Marco Narzisi
il-nazionale-sostituire-omicidio-passionale-nel-codice-penale
Keystone

Nel Codice penale l’espressione "omicidio passionale" va rimpiazzata a favore di un termine neutro. È quando chiede una mozione di Greta Gysin (Verdi/TI) approvata oggi dal Consiglio nazionale con 112 voti a 79 e una astensione.

In base al Codice penale, l’omicidio è detto "passionale" quando è commesso "cedendo a una violenta commozione dell’animo scusabile per le circostanze o in stato di profonda commozione" e prevede per questo crimine una pena minima inferiore a quella dell’omicidio intenzionale.

Per Gysin, il termine utilizzato in italiano e francese ("passionel") è "assai infelice, perché presta il fianco all’equivoco purtroppo diffuso che l’omicidio passionale sia legato al delitto d’onore, agli omicidi di donne per mano dei partner o degli ex partner". L’utilizzo nei media della locuzione "delitto passionale" per riferirsi a omicidi tra partner o ex partner contribuisce inoltre a creare confusione.

Confusione che Gysin definisce "pericolosa", perché giustifica in un qualche modo il reato commesso. Per la ticinese da "passionale" o "passionel" si dovrebbe quindi passare a un termine neutro, come già è il caso nella versione tedesca, in cui il termine è "Totschlag".

L’atto parlamentare passa ora al Consiglio degli Stati, dove non avrà vita facile: un anno fa i "senatori" avevano bocciato – con 24 voti a 20 – una mozione identica presentata da Marina Carobbio (Ps/Ti). Anche per questo motivo la consigliera federale Karin Keller-Sutter oggi ne aveva chiesto la bocciatura.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved