via-la-mascherina-a-scuola-in-alcuni-cantoni-romandi
Mascherine ancora per poco nel Vaud, a Friburog e nel Vallese (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
gallery
Svizzera
24 min

Scontri a Zurigo per una manifestazione contro il Wef

L’appello a scendere in piazza ieri per opporsi al World economic forum era stato lanciato su internet
commercio al dettaglio
6 ore

Princìpi e realtà, la Migros a un bivio

I 2,28 milioni di soci votano fino al 4 giugno sulla revoca del divieto di vendere alcolici. Analisi, contesto e reportage.
Svizzera
18 ore

‘2,2 miliardi in più per ridurre i premi di cassa malati’

È quanto prevede il controprogetto all’iniziativa socialista sui premi di assicurazione malattia adottato dalla Commissione sanità del Nazionale
Svizzera
18 ore

Violenza domestica, si allontani l’autore dal tetto familiare

La Commissione affari giuridici al Nazionale ha approvato due mozioni che estende a livello nazionale il principio già in vigore in diversi cantoni
Svizzera
20 ore

Nell’Alto Vallese i guardiacaccia abbattono un lupo

L’abbattimento del lupo fra i comuni di Ergisch e Unterbäch era stato ordinato questa settimana dal Consiglio di Stato vallesano
Svizzera
20 ore

Pandemia, la Farmacia dell’esercito ha rispettato il mandato

Per il Consiglio federale si è mossa in modo corretto nell’acquisto di un sufficiente numero di mascherine. Ci sono stati errori, ma comprensibili
Svizzera
22 ore

La sfida ora è scolarizzare i 12mila giovani profughi ucraini

Emergenza Ucraina, Karin Keller-Sutter traccia un bilancio dell’accoglienza svizzera. Attese 10mila persone ogni mese
Svizzera
22 ore

Wef, più sicurezza a ‘impatto zero’ sulle finanze federali

Il cambio di stagione del Forum economico di Davos comporta nuove mansioni in fatto di sorveglianza. Ma senza ulteriori aggravi
Svizzera
23 ore

Gestione della pandemia: sia ancora Berna a occuparsene

Contro al parere del Consiglio federale, per i Cantoni a intervenire con misure appropriate in caso di necessità dovrebbe essere la Confederazione
Svizzera
1 gior

Controllo delle finanze, c’è margine per migliorare

Nel suo ultimo rapporto, il direttore Michel Huissoud si toglie qualche sassolino: ‘Berna più presente all’estero che sulle faccende interne’
Svizzera
1 gior

Elettricità, nel 2023 bolletta più salata (almeno) del 20%

Secondo un primo sondaggio, per un alloggio di 5 locali l’anno prossimo si pagheranno all’incirca 180 franchi in più
coronavirus
27.01.2022 - 18:25
Aggiornamento : 19:32

Via la mascherina a scuola in alcuni cantoni romandi

Da lunedì prossimo non sarà più obbligatoria nelle elementari dei cantoni Vallese, Friburgo e Vaud

Ats, a cura de laRegione

Da lunedì prossimo la mascherina non sarà più obbligatoria nelle scuole elementari nei cantoni del Vallese, di Friburgo e Vaud. Nelle settimane successive tale decisione verrà estesa anche al livello di istruzione successivo. Ginevra invece sceglie un’unica data per abolire l’obbligo della protezione naso bocca sia per le scuole elementari che medie, ossia il 21 febbraio. Gli allentamenti delle misure sono stati definiti in seguito a discussioni tenutesi tra i cantoni romandi interessati.

Le misure

In Vallese, dove alle medie l’abbandono della protezione naso bocca scatterà da lunedì 7 febbraio, la decisione è stata presa in considerazione della situazione “sotto controllo” nei reparti di terapia intensiva, ha fatto sapere il capo del Dipartimento vallesano dell’educazione e dell’economia Christophe Darbellay intervenuto sulle onde della radio della Svizzera romanda Rts. “I bambini e i giovani hanno già pagato un prezzo molto alto durante questa crisi. È quindi necessario poter revocare il più rapidamente possibile le misure che hanno un impatto pedagogico e sull’apprendimento degli alunni della scuola dell’obbligo”, ha comunicato la Conferenza intercantonale dell’istruzione pubblica della Svizzera romanda e del Ticino (Ciip).

A Friburgo per gli scolari delle scuole medie l’obbligo di portare la mascherina decadrà una settimana dopo rispetto ai loro compagni vallesani, ossia da lunedì 14 febbraio. Nonostante attualmente si registrino molte infezioni, anche nelle scuole dell’obbligo, le ultime conoscenze sulla pericolosità della variante Omicron hanno reso possibile questo ammorbidimento, hanno comunicato le autorità. Gli insegnanti e il personale amministrativo e tecnico che lavorano nelle scuole continueranno invece a indossare le mascherine, ha precisato la Direzione dell’educazione friburghese. Le decisioni odierne sono state prese in accordo con i cantoni membri della Conferenza dei direttori dell’educazione della Svizzera occidentale.

Dal 19 febbraio

Più tardi, il 19 febbraio, anche gli studenti delle medie nel cantone di Vaud potranno astenersi dal portare la mascherina, sempre che la situazione lo permetta: l’abbandono di tale protezione vale anche per i corsi di sport e di canto. Saranno invece tenuti a portare la mascherina gli insegnanti e tutti gli adulti che lavorano o visitano un edificio scolastico, ha comunicato oggi la responsabile del Dipartimento della formazione, della gioventù e della cultura Cesla Amarelle. La consigliera di Stato socialista ha dichiarato che le ultime conoscenze riguardanti la pericolosità della variante del coronavirus Omicron e l’evoluzione della situazione pandemica permettono “un processo di de-escalation a tappe”. “Ora abbiamo una buona ragione per essere più fiduciosi e ottimisti (...) e siamo felici e sollevati per questo”, ha sottolineato. Amarelle ha inoltre annunciato che dal 7 febbraio saranno nuovamente possibili anche i campi scolastici nella scuola obbligatoria e post obbligatoria: un autotest, fornito dalla scuola, dovrà essere effettuato prima e dopo il campo.

Diversa strategia

Rispetto agli altri cantoni, Ginevra non sceglie due differenti date per mettere fine all’obbligo della mascherina: sia alle elementari che alle medie gli scolari potranno fare a meno di tale protezione a partire da lunedì 21 febbraio, data che segna il rientro dalle vacanze. Il cantone mette inoltre fine alle raccomandazioni di screening e degli autotest nelle scuole e negli asili. Sempre dal 21 febbraio saranno anche nuovamente permessi i campi in Svizzera, è stato comunicato dai Dipartimenti dell’istruzione pubblica e della salute. Data l’evoluzione della situazione sanitaria – viene indicato – il cantone ha deciso di ridurre gradualmente le misure. Ora è stato dimostrato che, anche con Omicron, i bambini fino a 15 anni non sono a rischio. È anche raro che i bambini sviluppino un’infezione grave, precisa il cantone. Infine, i genitori che lo desiderano potranno far vaccinare i loro figli entro le vacanze di febbraio.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cantoni romandi coronavirus friburgo mascherina obbligo scuola vallese vaud
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved