ULTIME NOTIZIE Svizzera
friburgo
3 ore

Tribunale cantonale assolve in appello 27 attivisti per clima

Avevano bloccato l’entrata di un centro commerciale il 29 novembre 2019 in occasione della giornata del Black Friday.
richiedenti asilo
3 ore

Revocata l’attribuzione anticipata ai Cantoni

Nei centri federali è di nuovo disponibile un numero di posti letto sufficiente per accogliere i richiedenti appena arrivati
Svizzera
9 ore

Mattarella auspica Berna in programmi europei di ricerca

Per il presidente italiano ‘una collaborazione che si inserisce nel più ampio contesto europeo e contribuisce allo sviluppo del nostro continente’
Svizzera
14 ore

Sulla protezione della biodiversità la Svizzera è indietro

La Confederazione è all’ultimo posto in Europa: dal 2012 nessuna zona è stata inserita nella rete paneuropea di aree protette ‘Smeraldo’
Svizzera
15 ore

Tetto massimo ai premi di cassa malati, non se ne parla

Il Consiglio degli Stati ha respinto l’entrata in materia sulla proposta socialista di limitare i premi al 10% del reddito disponibile
Svizzera
16 ore

Cercasi mangiatori di plastica nei suoli alpini

L’Istituto federale di ricerca sulla foresta, la neve e il paesaggio ne ha analizzato la possibilità: scoperti organismi sensibili
Successione Sommaruga-Maurer
1 gior

I partiti mantengono un profilo basso

A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
Svizzera
1 gior

Sergio Mattarella accolto con gli onori militari

Il Consiglio federale al completo ha accolto il presidente della Repubblica italiana, il quale resterà nel Paese per una visita di Stato di due giorni
Svizzera
1 gior

Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone

La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
1 gior

Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’

La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
1 gior

Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo

L’esito dei negoziati per il contratto mantello deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
coronavirus
27.01.2022 - 18:25
Aggiornamento: 19:32

Via la mascherina a scuola in alcuni cantoni romandi

Da lunedì prossimo non sarà più obbligatoria nelle elementari dei cantoni Vallese, Friburgo e Vaud

Ats, a cura de laRegione
via-la-mascherina-a-scuola-in-alcuni-cantoni-romandi
Mascherine ancora per poco nel Vaud, a Friburog e nel Vallese (Keystone)

Da lunedì prossimo la mascherina non sarà più obbligatoria nelle scuole elementari nei cantoni del Vallese, di Friburgo e Vaud. Nelle settimane successive tale decisione verrà estesa anche al livello di istruzione successivo. Ginevra invece sceglie un’unica data per abolire l’obbligo della protezione naso bocca sia per le scuole elementari che medie, ossia il 21 febbraio. Gli allentamenti delle misure sono stati definiti in seguito a discussioni tenutesi tra i cantoni romandi interessati.

Le misure

In Vallese, dove alle medie l’abbandono della protezione naso bocca scatterà da lunedì 7 febbraio, la decisione è stata presa in considerazione della situazione “sotto controllo” nei reparti di terapia intensiva, ha fatto sapere il capo del Dipartimento vallesano dell’educazione e dell’economia Christophe Darbellay intervenuto sulle onde della radio della Svizzera romanda Rts. “I bambini e i giovani hanno già pagato un prezzo molto alto durante questa crisi. È quindi necessario poter revocare il più rapidamente possibile le misure che hanno un impatto pedagogico e sull’apprendimento degli alunni della scuola dell’obbligo”, ha comunicato la Conferenza intercantonale dell’istruzione pubblica della Svizzera romanda e del Ticino (Ciip).

A Friburgo per gli scolari delle scuole medie l’obbligo di portare la mascherina decadrà una settimana dopo rispetto ai loro compagni vallesani, ossia da lunedì 14 febbraio. Nonostante attualmente si registrino molte infezioni, anche nelle scuole dell’obbligo, le ultime conoscenze sulla pericolosità della variante Omicron hanno reso possibile questo ammorbidimento, hanno comunicato le autorità. Gli insegnanti e il personale amministrativo e tecnico che lavorano nelle scuole continueranno invece a indossare le mascherine, ha precisato la Direzione dell’educazione friburghese. Le decisioni odierne sono state prese in accordo con i cantoni membri della Conferenza dei direttori dell’educazione della Svizzera occidentale.

Dal 19 febbraio

Più tardi, il 19 febbraio, anche gli studenti delle medie nel cantone di Vaud potranno astenersi dal portare la mascherina, sempre che la situazione lo permetta: l’abbandono di tale protezione vale anche per i corsi di sport e di canto. Saranno invece tenuti a portare la mascherina gli insegnanti e tutti gli adulti che lavorano o visitano un edificio scolastico, ha comunicato oggi la responsabile del Dipartimento della formazione, della gioventù e della cultura Cesla Amarelle. La consigliera di Stato socialista ha dichiarato che le ultime conoscenze riguardanti la pericolosità della variante del coronavirus Omicron e l’evoluzione della situazione pandemica permettono “un processo di de-escalation a tappe”. “Ora abbiamo una buona ragione per essere più fiduciosi e ottimisti (...) e siamo felici e sollevati per questo”, ha sottolineato. Amarelle ha inoltre annunciato che dal 7 febbraio saranno nuovamente possibili anche i campi scolastici nella scuola obbligatoria e post obbligatoria: un autotest, fornito dalla scuola, dovrà essere effettuato prima e dopo il campo.

Diversa strategia

Rispetto agli altri cantoni, Ginevra non sceglie due differenti date per mettere fine all’obbligo della mascherina: sia alle elementari che alle medie gli scolari potranno fare a meno di tale protezione a partire da lunedì 21 febbraio, data che segna il rientro dalle vacanze. Il cantone mette inoltre fine alle raccomandazioni di screening e degli autotest nelle scuole e negli asili. Sempre dal 21 febbraio saranno anche nuovamente permessi i campi in Svizzera, è stato comunicato dai Dipartimenti dell’istruzione pubblica e della salute. Data l’evoluzione della situazione sanitaria – viene indicato – il cantone ha deciso di ridurre gradualmente le misure. Ora è stato dimostrato che, anche con Omicron, i bambini fino a 15 anni non sono a rischio. È anche raro che i bambini sviluppino un’infezione grave, precisa il cantone. Infine, i genitori che lo desiderano potranno far vaccinare i loro figli entro le vacanze di febbraio.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved