verdi-piu-collaborazione-con-l-europa-per-il-clima
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Fuori pericolo il superstite del dramma familiare di Montreux

Il 15enne, tutt’ora ricoverato in ospedale, non ricorda nulla della tragedia. L’ipotesi più accreditata resta quella del suicidio collettivo
Svizzera
1 ora

I prezzi della merce vanno indicati subito. E non alla cassa

La regola vale tanto per i negozi fisici quanto per quelli online: il Governo rivede la relativa ordinanza, che sarà effettiva dal 1° luglio
Svizzera
1 ora

Non piace a Berna l’idea di una tredicesima dell’Avs

‘Costosa e iniqua’. Il Consiglio federale prende ufficialmente posizione contro l’iniziativa popolare ‘Vivere meglio la pensione’.
Svizzera
1 ora

C’è ancora da lavorare sul finanziamento ospedaliero

Un rapporto sul tema indica che malgrado i diversi passi avanti fatti in passato, c’è ancora un buon margine di miglioramento
Svizzera
1 ora

In autunno si voterà per Avs, allevamento e imposta preventiva

Quattro gli oggetti su cui la popolazione sarà chiamata a esprimersi il 25 settembre. Due concernenti la previdenza per la vecchiaia
Svizzera
2 ore

Berna fissa nuove basi legali per il voto elettronico

Saranno effettive dal 1° luglio. A partire da quella data i Cantoni potranno nuovamente chiedere l’autorizzazione per proporre l’e-voting
Svizzera
2 ore

Più difficile produrre esplosivi artigianali in Svizzera

Berna limita l’accesso alle sostanze chimiche potenzialmente pericolose. Le nuove ordinanze entreranno in vigore dal prossimo anno
Svizzera
3 ore

I socialisti spingono verso l’adesione all’Unione europea

Il comitato di politica europea del Ps propone di lanciare dal 2027 il processo per l’entrata della Svizzera nell’Ue
Svizzera
3 ore

Adolescente accoltella mortalmente la madre

Dramma familiare a Sierre. I fatti risalgono alla notte su lunedì; il ragazzo, un 14enne, si trova ora in detenzione preventiva
Svizzera
3 ore

Aumentano i fallimenti in Svizzera. Ma non in Ticino

Nei primi quattro mesi dell’anno 1’448 aziende hanno dovuto chiudere per insolvenza (+15% rispetto al 2021), 85 a sud del Gottardo (-10%)
Svizzera
5 ore

Convivenza lupo-pecore: così proprio non va

Per l’Associazione svizzera per la protezione del territorio dai grandi predatori ‘non esiste una protezione delle greggi che funziona’
Svizzera
5 ore

Api, colonie decimate durante l’inverno in Svizzera

Il 21% non è sopravvissuto alla stagione fredda: la perdita più elevata degli ultimi dieci anni
Svizzera
6 ore

Luce verde ai 286 convogli ‘firmati’ Stadler per le Ffs

Il Tribunale federale respinge il ricorso della francese Alstom e conferma l’appalto all’azienda elvetica
15.01.2022 - 18:01

Verdi: più collaborazione con l’Europa per il clima

Il presidente ecologista Glättli ha inoltre chiesto un nuovo patto verse: ‘Un Green New Deal, che protegga il clima producendo energia in modo diverso’

Ats, a cura de laRegione

I Verdi vogliono rilanciare la collaborazione con l’Europa per far fronte alla doppia crisi del clima e della biodiversità. È questa in definitiva la vera crisi sanitaria, ha sostenuto il presidente Balthasar Glättli durante l’assemblea dei delegati tenutasi oggi online.

Se nel duo discorso non sono mancate allusioni alla variante Omicron e agli ospedali sotto pressione, l’iniziativa in favore del clima è stata al centro dell’assemblea. Glättli ha chiesto un nuovo patto verde, “un Green New Deal, che protegga il clima producendo energia in modo diverso e che giri definitivamente la pagina del petrolio”.

Un patto verde che non rinforzi soltanto la biodiversità, ma che si preoccupi anche degli impieghi di domani, ha sottolineato il presidente degli ecologisti. L’iniziativa pro-clima deve essere lanciata in collaborazione con il Partito socialista, ha aggiunto Glättli.

Il consigliere nazionale zurighese ha ribadito la volontà dei Verdi di rilanciare - tramite un’altra iniziativa - la cooperazione con l’Unione europea “laddove è essenziale”. “Ciascun Paese ha il dovere di proteggere l’ambiente... ma su scala europea, una protezione climatica comune è una leva molto più potente”, ha dichiarato.

L’integrazione europea “è un’opportunità” per meglio proteggere insieme il clima e la biodiversità a livello mondiale, ha affermato Glättli. A suo avviso, deve pure favorire la protezione dei dati e la digitalizzazione responsabile di fronte ai giganti della tecnologia.

Accelerazione del dossier europeo

I Verdi chiedono pertanto al Consiglio federale di ritornare al tavolo dei negoziati con l’Unione europea. Hanno oggi adottato una risoluzione in tal senso per “far pressione” sul Governo affinché cessi di rinviare la ricerca di una soluzione.

La risoluzione - approvata a stragrande maggioranza - aggiorna la posizione dei Verdi sul dossier europeo, dopo che il Consiglio federale ha messo fine alle discussioni su un accordo quadro istituzionale con l’UE, hanno spiegato i dirigenti del partito ecologista.

I Verdi osservano che “la via bilaterale si sta inesorabilmente erodendo“ (senza tuttavia essere morta) e che il Consiglio federale "si rifiuta di fare il suo lavoro”. Il Governo dà prova di una “mancanza di coraggio” su questo dossier, secondo il vicepresidente del partito, il consigliere nazionale ginevrino Nicolas Walder. "Stiamo sempre aspettando una tabella di marcia per un piano B”, ha detto.

Vere sfide sanitarie oscurate

Il presidente Balthasar Glättli ha inoltre affermato davanti ai delegati che lo ascoltavano online come il Covid-19 oscuri le vere sfide sanitarie: “canicole, siccità ed erosione della biodiversità rappresentano una minaccia fondamentale per la salute pubblica e molto più a lungo termine di qualsiasi pandemia”.

Dopo le ondate di Covid-19, il presidente dei Verdi prevede una fase endemica, “una nuova normalità”. Ma in materia di riscaldamento climatico, aspettare non è la strategia, ha dichiarato, rimproverando al Consiglio federale la sua mancanza di anticipazione nella gestione del coronavirus.

“Se, per la pandemia questo più o meno funziona, per il clima non funziona affatto", ha sostenuto Glättli. A suo avviso, la nuova versione della legge sul CO2 è "un compromesso codardo ridotto ai minimi termini”, che illustra le esitazioni disastrose del Governo.

“Ci impegniamo, laddove gli indecisi e gli assetati di potere in Consiglio federale non osano avventurarsi: ovvero sui due più grandi dossier, l’Europa e il clima", ha riassunto lo zurighese. "Tutte le decisioni che non prendiamo oggi continueranno ad avere un impatto sul riscaldamento climatico tra 100 anni”, ha concluso Glättli.

Due sì e due no

Alla fine i Verdi hanno pure espresso le loro raccomandazioni in vista delle quattro votazioni federali del prossimo 13 febbraio. Con 94 voti contro 18 e 9 astenuti, i delegati propongono al popolo di respingere l’iniziativa “Sì al divieto degli esperimenti sugli animali e sugli esseri umani - Sì ad approcci di ricerca che favoriscano la sicurezza e il progresso”.

Con 103 voti contro 7 e 2 astenuti, l’assemblea ha pure invitato i cittadini a bocciare la modifica della legge federale sulle tasse di bollo, che ne chiede l’abolizione.

Per 114 a 3 e 2 astenuti, gli ecologisti raccomandano inoltre di votare “sì” all’iniziativa popolare sulla protezione dei fanciulli e degli adolescenti dalla pubblicità per il tabacco. Infine, i Verdi sostengono il pacchetto di misure in favore dei media con 113 sì e 6 astenuti.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
biodiversità ecologista europa glättli verdi
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved