Genoa
0
Udinese
0
fine
(0-0)
Inter
Venezia
18:00
 
GCK Lions
0
Olten
0
1. tempo
(0-0)
Visp
Ticino Rockets
17:45
 
udc-no-a-iniziative-cure-infermieristiche-e-giustizia
Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Zurigo: rilevata la temuta malattia di Newcastle

Diverse galline ovaiole di un’azienda zurighese sono state infettate dal virus altamente contagioso
Svizzera
1 ora

Berna: ancora proteste contro le misure Covid

La dimostrazione, non autorizzata, ha coinvolto circa 2’000 persone, e si è tenuta alla presenza di un nutrito contingente di poliziotti
Svizzera
2 ore

Segue il navigatore e guida contromano per 12 km sulla A2

La conducente, una 64enne, stava percorrendo la galleria del Seelisberg alle due di notte quando, su indicazione del Gps, ha fatto inversione di marcia
Svizzera
4 ore

Il Long Covid causa 1’800 richieste pendenti all’AI

Le persone interessate denunciano sintomi quali estrema stanchezza, mancanza del respiro, difficoltà di concentrazione
Svizzera
7 ore

Sommaruga: ‘situazione energetica tesa, ci stiamo preparando’

Il governo dovrebbe obbligare dal prossimo inverno le aziende del settore a prevedere riserve d’emergenza di energia idroelettrica
Svizzera
8 ore

Berset vede la fine del certificato Covid

Secondo il ministro della sanità ‘il periodo del certificato sembra arrivare alla fine’
Svizzera
12 ore

Un divieto tra etica e bisogni della scienza

Il 13 febbraio ennesima votazione sul tema della sperimentazione animale. Una questione controversa. Le opinioni di una favorevole e di un contrario
Svizzera
1 gior

Impressum per il ‘sì’ all’aiuto ai media

I delegati della più grossa associazione di giornalisti si esprimono all’unanimità
Svizzera
1 gior

Svizzeri ben disposti a cambiare lavoro

Dallo scoppio della pandemia ha cambiato occupazione una persona su quattro, in cerca di un migliore equilibrio tra attività professionale e vita privata
Svizzera
1 gior

Il World Economic Forum sarà a Davos dal 22 al 26 maggio

Il tema del Wef, inizialmente previsto in gennaio, sarà “Lavorare insieme, ripristinare la fiducia” (Working Together, Restoring Trust)
Svizzera
1 gior

L’Ufsp raccomanda il richiamo per i giovani fra i 12 e i 15 anni

Il ‘booster’, con Pfizer, è raccomandato non prima di 4 mesi dall’ultima dose e avviene al di fuori dell’omologazione da parte di Swissmedic (off-label)
Svizzera
1 gior

In Svizzera pazienti Covid in cure intense ancora sotto il 30%

Si registra a livello giornaliero una leggera flessione dei contagi. 22 i decessi segnalati
23.10.2021 - 14:490
Aggiornamento : 15:48

UDC: “no” a iniziative cure infermieristiche e giustizia

Così hanno deciso i delegati democentristi riuniti oggi in assemblea a Montricher

"No" all’iniziativa ‘per cure infermieristiche forti’ e “no” a quella per la giustizia. Lo hanno deciso oggi i delegati dell’UDC riuniti in assemblea a Montricher (VD). I democentristi hanno anche adottato una risoluzione contro le città governate dalla sinistra.

Nel documento si propongono diverse misure “per limitare l’influenza negativa delle città di sinistra sulla cultura politica liberale del nostro Paese”. Secondo l’UDC, la “gauche caviar” e gli ambientalisti moralizzatori finanziano con i soldi degli altri una serie di privilegi esplicitamente clientelari.

Al fine di limitare quella che viene definita “l’influenza nefasta delle città rosso-verdi”, l’UDC Svizzera propone alle sue sezioni cantonali diverse misure come il chiarimento dei costi reali e dei proventi delle imposte tra cittadini e popolazione rurale. Il partito vorrebbe anche che il numero di seggi in Consiglio nazionale non venga più calcolato in base alla popolazione residente totale ma tenendo conto solo dei cittadini svizzeri.

Al voto la risoluzione è stata adottata con 160 voti contro 17. In seguito i delegati hanno discusso dell’iniziativa sulle cure infermieristiche, bocciata con 185 voti contro 14. Approvare il testo significa favorire i sindacati, non i professionisti della sanità, ha sostenuto il consigliere nazionale Albert Rösti (BE). Per il bernese non ha poi senso fissare i salari nella Costituzione per una sola categoria professionale. Per l’UDC è quindi meglio puntare sul controprogetto, che ha il vantaggio di poter entrare in vigore subito.

Quanto al testo sulla giustizia, questo è stato respinto con 179 contro 1. Il nostro Paese riposa sul sistema della concordanza che garantisce la legittimità e l’accettazione del sistema giudiziario, non è il caso di fare esperimenti, ha sostenuto la consigliera nazionale Barbara Steinemann (ZH), che ha invitato a non sottovalutare la dimensione politica della magistratura.

Il terzo oggetto che sarà sottoposto al popolo, la revisione della legge covid-19, è già stato rifiutato in una precedente assemblea tenutasi ad agosto a Granges-Paccot (FR).

Nel suo discorso, il presidente Marco Chiesa si è espresso sulle misure adottate per lottare contro il coronavirus. “I piani di protezione funzionano: i settori della ristorazione, dello sport e della cultura lo hanno dimostrato per mesi”, ha detto il “senatore” ticinese nella tenda dove si è tenuta l’assemblea, aperta sui lati per evitare restrizioni sanitarie.

Chiesa ha accusato il Consiglio federale di non aver mantenuto la parola data. Le misure restrittive avrebbero potuto essere revocate da tempo, ha detto. L’obbligo del certificato è un inutile paternalismo. L’esecutivo deve ora presentare una strategia d’uscita vincolante per tornare alla normalità democratica.

Da parte sua, il consigliere federale democentrista Guy Parmelin ha presentato una panoramica della situazione economica elvetica. “La Svizzera ha chiaramente limitato i danni, soprattutto se osserviamo i nostri vicini”. La ragione principale, ha proseguito, è da ricercare nel fatto che le restrizioni sanitarie qui sono state molto meno severe che in altri Paesi.

Chiesa ha poi criticato aspramente la Strategia energetica 2050 del Consiglio federale, “che mette in pericolo la prosperità e la sicurezza dell’approvvigionamento”. L’UDC da tempo afferma che la Svizzera avrà presto problemi, e il problema non potrà essere risolto solo con le fonti di energia rinnovabili.

Anche un accordo sull’elettricità con l’UE non è una soluzione praticabile: secondo Chiesa la Svizzera deve produrre più energia elettrica per non diventare troppo dipendente dall’estero. Anche per Parmelin la Svizzera deve orientarsi verso una maggiore indipendenza. Questo è tanto più necessario perché la domanda di elettricità non diminuirà in futuro. La sicurezza dell’approvvigionamento di domani deve essere pianificata oggi, ha precisato il consigliere federale, sostenendo come la situazione potrebbe diventare critica in pochi anni.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved