20.10.2021 - 16:17
Aggiornamento: 21:02

Certificato Covid con test sierologico. Ma solo per la Svizzera

Il pass ottenuto con il test per gli anticorpi sarà valido per 90 giorni. Prolungata ad un anno la durata del pass per i testati positivi a un PCR

certificato-covid-con-test-sierologico-ma-solo-per-la-svizzera
Keystone

Si concretizza quanto anticipato questa mattina dai media d’Oltralpe: iI Consiglio federale intende concedere alle persone guarite l’accesso agevolato a un certificato sanitario da impiegare unicamente in Svizzera, proposta che verrà posta in consultazione ai Cantoni fino al 26 ottobre e su cui verrà presa una decisione definitiva il 3 novembre. Nella seduta odierna si è parlato anche di una revoca parziale dell’obbligo del certificato: tuttavia, per il Consiglio federale i tempi non sono ancora maturi e i rischi ancora troppo alti, in considerazione della fine delle vacanze autunnali, della stagione fredda ormai alle porte, del numero costante di nuove infezioni, della variante Delta altamente contagiosa e del tasso relativamente basso di immunizzazione della popolazione. Per proteggere le strutture sanitarie da una nuova forte ondata epidemica, l’obbligo del certificato rimarrà attualmente in vigore così com’è: il governo si propone di riesaminare la situazione a metà novembre.

Accesso agevolato al certificato con il test per gli anticorpi

Attualmente il certificato Covid può essere rilasciato a persone che possono provare di essere guarite dalla malattia soltanto sulla base di un test PCR risultato positivo. In futuro devono poter essere rilasciati certificati Covid svizzeri anche a persone che possono provare la guarigione sulla base di un test per gli anticorpi (test sierologico) positivo, effettuato a proprie spese. La validità di questi certificati sarà limitata a 90 giorni.

Durata del certificato Covid per guariti estesa a un anno

Nello stesso tempo, la durata di tutti i certificati di guarigione rilasciati finora sulla base di un test PCR sarà raddoppiata, passando da 180 a 365 giorni. Secondo i dati attualmente disponibili, la guarigione dal Covid-19 offre una protezione sufficiente contro i rischi di decorso grave e ospedalizzazione in caso di una nuova infezione. Dato che nell’UE i certificati per le persone guarite sono validi, salvo poche eccezioni, soltanto 180 giorni, anche il certificato di guarigione dal Covid-19 con una validità prolungata è previsto unicamente per l’impiego sul territorio svizzero.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved