alexia-heine-presidente-della-vigilanza-sul-ministero-pubblico
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
11 ore

Vaiolo delle scimmie, c’è un secondo caso in Svizzera

Dopo il contagio nel Canton Berna, è la volta di un ginevrino. Anche quest’ultimo reduce da un viaggio all’estero
Svizzera
12 ore

Cartella informatizzata del paziente, le autorità ci credono

Malgrado solo uno svizzero su mille la utilizzi, per Confederazione e Cantoni ‘siamo sulla buona strada’. E puntano al suo rilancio
Svizzera
13 ore

Profughi ucraini, la Svizzera ammicca alla banca dati Ue

Per Karin Keller-Sutter aderire alla piattaforma dell’Unione europea ‘eviterebbe doppie registrazioni e irregolarità. Ne guadagnerebbe la credibilità’
Svizzera
13 ore

Vuoi il booster per viaggiare? Lo paghi di tasca tua

Ufficio federale della sanità pubblica intenzionato a fatturare la somministrazione della quarta dose di vaccino per recarsi all’estero
Svizzera
14 ore

Luce verde al salvagente per le società elettriche

La maggioranza della commissione sposa il piano elaborato dal governo per sostenere le grandi aziende. Con lievi correttivi
Svizzera
14 ore

Coronavirus, sotto i diecimila casi in una settimana

Negli ultimi sette giorni le nuove infezioni in Svizzera sono state 8’125. In calo anche i decessi (da 12 a 10) e i ricoveri (da 150 a 100)
Svizzera
14 ore

‘Anche la società civile’ alla conferenza sull’Ucraina di Lugano

La Piattaforma delle Ong svizzere per i diritti umani scrive una lettera aperta al Consiglio federale
Svizzera
15 ore

‘Il Consiglio federale ha inizialmente sottovalutato il Covid’

È la posizione delle commissioni Gestione in un rapporto divulgato oggi. Eccessivo il peso del Dipartimento dell’interno rispetto agli altri dipartimenti
07.10.2021 - 10:53
Aggiornamento : 22:27

Alexia Heine presidente della Vigilanza sul Ministero Pubblico

Prenderà il posto del dimissionario Uster. Attualmente ricopre il ruolo di vicepresidente, carica che passerà a Marc Thommen

Ats, a cura de laRegione

Alexia Heine sarà dal prossimo 1° gennaio la nuova presidente dell’Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione (AV-MPC). Prenderà il posto del dimissionario Hanspeter Uster. Lo indica oggi la stessa AV-MPC.

Heine - giudice federale dal 2012, in precedenza giudice al Tribunale delle assicurazioni sociali del canton Zurigo - è membro dell’autorità di vigilanza dal 2019 e dal 2020 ne è vicepresidente. Quest’ultima carica in futuro sarà assunta da Marc Thommen, dal 2020 alla AV-MPC.

Quanto a Hanspeter Uster, l’ex consigliere di Stato di Zugo ed avvocato aveva affermato di ritenere che quello attuale sia il momento giusto per andarsene. La settimana scorsa nell’annunciare le dimissioni, il presidente uscente aveva menzionato l’elezione di Stefan Blättler quale nuovo procuratore generale della Confederazione e il processo avviato dal Parlamento per la revisione delle basi giuridiche del Ministero pubblico della Confederazione e dell’AV-MPC.

Caso Lauber

L’Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione è recentemente assurta agli onori della cronaca in relazione al caso Michael Lauber, l’ex procuratore generale della Confederazione accusato di avere comportamenti riprovevoli negli incontri, non verbalizzati, avuti con il presidente della FIFA Gianni Infantino.

Tale vicenda era stata all’origine della partenza nel maggio 2020 del giurista bernese Rolf Grädel dall’AV-MPC. L’ex procuratore del canton Berna aveva motivato il suo ritiro spiegando come il rapporto tra autorità di vigilanza e MPC fosse in quel momento “molto difficile”.

In un rapporto pubblicato nel marzo 2020, l’autorità di vigilanza aveva concluso che Michael Lauber aveva infranto diversi doveri d’ufficio, affermando ripetutamente il falso, agendo in modo sleale e violando il codice di condotta dell’MPC in modo “gravemente negligente”.

L’AV-MPC aveva quindi deciso di imporre a Lauber - quale sanzione disciplinare - una riduzione salariale dell’8% per un anno (il massimo consentito ammonta al 10%) pari a un taglio di 23’827 franchi su uno stipendio annuo di 297’844 franchi. Il procuratore generale aveva però deciso di fare ricorso al Tribunale amministrativo federale, accusando - tra le altre cose - di parzialità l’Autorità di vigilanza.

L’AV-MPC

L’Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione, un’autorità collegiale indipendente, è composta da sette membri eletti dall’Assemblea federale plenaria per un mandato della durata di quattro anni. Secondo la legge, l’AV-MPC è composta di un giudice federale, un giudice penale federale, due avvocati iscritti al registro degli avvocati e tre specialisti.

Il presidente viene scelto dalla stessa Autorità di vigilanza tra i suoi membri. Il mandato dura due anni e può essere rinnovato una sola volta.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
alexia heine autorità vigilanza ministero pubblico confederazione
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved