ultimo-giorno-in-parlamento-per-levrat-omaggio-dall-aula
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Impressum per il ‘sì’ all’aiuto ai media

I delegati della più grossa associazione di giornalisti si esprimono all’unanimità
Svizzera
2 ore

Svizzeri ben disposti a cambiare lavoro

Dallo scoppio della pandemia ha cambiato occupazione una persona su quattro, in cerca di un migliore equilibrio tra attività professionale e vita privata
Svizzera
3 ore

Il World Economic Forum sarà a Davos dal 22 al 26 maggio

Il tema del Wef, inizialmente previsto in gennaio, sarà “Lavorare insieme, ripristinare la fiducia” (Working Together, Restoring Trust)
Svizzera
4 ore

L’Ufsp raccomanda il richiamo per i giovani fra i 12 e i 15 anni

Il ‘booster’, con Pfizer, è raccomandato non prima di 4 mesi dall’ultima dose e avviene al di fuori dell’omologazione da parte di Swissmedic (off-label)
Svizzera
5 ore

In Svizzera pazienti Covid in cure intense ancora sotto il 30%

Si registra a livello giornaliero una leggera flessione dei contagi. 22 i decessi segnalati
Svizzera
6 ore

Aiuti ai media, tendenza al voto verso il No

Il secondo sondaggio Tamedia dà il No al 57% e in crescita. Divieto di pubblicità al tabacco e tassa di bollo verso il Sì
Svizzera
10 ore

Maurer accusa i media: ‘Presentano solo gli scenari peggiori’

Il consigliere federale sostiene che la pressione dei media sulla pandemia ha portato la politica ad applicare misure forse non necessarie
Svizzera
10 ore

Reparti di cure intense stabili, il problema è il personale

Nella maggior parte degli ospedali svizzeri la situazione si è stabilizzata, ma troppe assenze per malattia costringono a rinviare centinaia di interventi
la visita in germania
22 ore

Cassis a Berlino: relazione con l’Ue fondamentale

Il presidente della Confederazione faccia a faccia con il nuovo cancelliere tedesco Scholz, la ministra degli Esteri Baerbock e il presidente Steinmeier
Svizzera
1 gior

Latte bio: i contadini ottengono quattro centesimi in più

Adeguamento a partire da febbraio a causa dell’aumento dei costi di produzione dovuto a direttive più severe
votazioni del 15 maggio
1 gior

Legge Netflix, inoltrate 65mila firme

Si voterà sulla discussa tassa del 4%, ma anche sulla donazione degli organi e sulle frontiere
il dossier
1 gior

L’Ocse chiede alla Svizzera riforme sul mercato del lavoro

Ottimismo per il futuro della Confederazione e un Pil previsto in crescita del 3,5%. Tra i problemi il divario salariale tra uomini e donne
01.10.2021 - 10:410
Aggiornamento : 12:17

Ultimo giorno in Parlamento per Levrat, omaggio dall’aula

L’ex presidente del Pss lascia il Consiglio degli Stati per assumere il ruolo di presidente del Cda Della Posta

Il “senatore” Christian Levrat - ex presidente del Partito socialista svizzero, ex consigliere nazionale ed ex sindacalista - ha trascorso stamattina la sua ultima giornata in Parlamento. Il friburghese, uno dei pesi massimi della politica federale degli ultimi 20 anni, sarà dal primo dicembre il nuovo presidente del consiglio di amministrazione (cda) della Posta. Oggi il presidente del Consiglio degli Stati Hans Kuprecht (UDC/SZ) gli ha reso un vibrante omaggio alla Camera dei cantoni.

Figlio di un garagista, Levrat si è dapprima impegnato in politica con i giovani radicali ed è poi passato al Partito socialista (PS). Nel 2001 diventa segretario centrale del sindacato della comunicazione (ora Syndicom) e nel 2003 ne assume la presidenza. Quell’anno inizia anche la sua vera carriera politica con la presidenza dell’assemblea costituente friburghese.

Sempre nel 2003, i friburghesi lo eleggono in Consiglio nazionale. Kuprecht ha citato soltanto alcuni dei mandati parlamentari assunti da Levrat nelle due Camere durante i 18 anni trascorsi sotto la Cupola federale - è tuttora presidente della Commissione dell’economia e dei tributi degli Stati - e in precedenza è stato membro delle commissioni dei trasporti e delle telecomunicazioni, delle finanze, della politica estera e degli affari giuridici nei due consigli, nonché della delegazione di vigilanza della NFTA.

Dal Nazionale agli Stati

Giocatore di scacchi, Levrat è stato uno stratega nel tessere alleanze anche e soprattutto in Parlamento. Nel 2007 partecipa attivamente al “piano”, poi riuscito, per estromettere dal Consiglio federale l’UDC Christoph Blocher. Ma il presidente del Consiglio degli Stati ha riconosciuto al politico friburghese una profonda conoscenza dei dossier, il costante impegno e l’attaccamento alla collegialità.

Nel 2012 passa dal Consiglio nazionale al Consiglio degli Stati quale successore di Alain Berset, eletto in Consiglio federale. Nelle elezioni del 2015 e del 2019, Levrat è confermato come membro della Camera dei Cantoni. Il 51enne è inoltre un convinto difensore degli interessi sociali dei lavoratori e delle donne.

Alla fine del discorso di Kuprecht, in cui Levrat è stato definito “un animale politico”, la Camera dei cantoni gli ha tributato una standing ovation e il friburghese ha ricevuto in omaggio un campanaccio.

L’episodio del giugno 2019

Ma Kuprecht ha anche segnalato un episodio capitato alla fine di giugno 2019, una storia vera che forse solo in Svizzera poteva accadere. Levrat ha potuto assistere alla consegna dei diplomi di maturità di sua figlia grazie alla limousine prestatagli dall’allora presidente della Confederazione Ueli Maurer.

In quell’occasione, l’allora presidente del Partito socialista si trovava a Kriegstetten (SO) per una riunione di una commissione parlamentare e aveva confessato al collega ed ex “senatore” democristiano Konrad Graber, che avrebbe mancato la cerimonia. Quest’ultimo ha allora fatto una proposta inedita a Levrat: votare al suo posto per consentire al suo “avversario” politico di recarsi in Gruyère (FR) accanto a sua figlia. E sarà appunto Maurer a prestargli l’auto con il suo chauffeur.

Presidente del PS

Levrat è diventato noto in tutta la Svizzera soprattutto come presidente del Partito socialista: in un congresso straordinario del partito nella primavera del 2008, l’allora 37enne viene eletto all’unanimità per succedere a Hans-Jürg Fehr. Levrat sottolinea la necessità che il PS resti fedele ai suoi valori e si posizioni più come un movimento sociale e dia prova di un atteggiamento più combattivo.

Levrat lascia poi la guida del Partito socialista dopo oltre 12 anni, nell’ottobre del 2020 e nello stesso mese viene eletto presidente del sindacato del personale delle dogane Garanto.

A fine settembre dello scorso anno Levrat - sposato e padre di tre figli - aveva anche annunciato di volersi candidare al Consiglio di Stato friburghese alle elezioni cantonali del 7 novembre 2021, corsa che ha abbandonato dopo essere stato scelto per diventare presidente del cda della Posta. Ora, il Partito socialista friburghese, che ha già perso il seggio al Consiglio degli Stati - la settimana scorsa Isabelle Chassot (Centro/FR) ha superato nettamente lo sfidante Carl-Alex Ridoré - teme di perdere uno dei suoi due seggi nel governo cantonale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved